Tolmezzo perde il primato, Betania sogna il salto

La dodicesima giornata si presentava come una ghiotta chance per consolidare il primato del Real Tolmezzo. Bastano ottanta minuti (più recupero) per contraddire le premesse iniziali e trovare due nuove formazioni al comando del girone di Eccellenza. Una è il Verzegnis che, proprio sul campo del Tolmezzo, esegue un capolavoro con vittoria e sorpasso. Muser, Paschini, Spaccaterra e Devinar impreziosiscono la sinfonia degli ospiti con una rete a testa mentre dall’altra parte non bastano le “solite” prestazioni da primo violino di Petterin e Cigliani per rimontare lo svantaggio. A braccetto col Verzegnis in testa al gruppo c’è il Rigolato, squadra che quest’anno ci ha abituato alla sua presenza al primo posto. Bisognava prima superare l’insidia Calgaretto, contro il quale il Rigolato ha dovuto affidarsi alla doppietta di Picco. Nessuna difficoltà per l’Ibligine nel ricevere in casa l’SPQR. 4-1 il risultato finale con un Valent sugli scudi dopo una personale doppietta. Dopo l’SPQR, viene definito anche il nome della seconda squadra retrocessa, nella sfida tra il Muec ed il Tilly’s Pub Sutrio. A capitolare sono i padroni di casa del Muec, infilati dai due decisivi gol di Straulino, ai quali ha risposto solo in parte Moro con una segnatura. Il Tilly’s Pub si salva proprio grazie a questa vittoria, guadagnandosi la permanenza nella categoria anche per il prossimo anno.

Sembrava avere buon margine per la promozione il Paularo e invece, dopo aver mancato la vittoria per la quarta volta di fila, torna a sentire il fiato degli inseguitori sul collo. A fermare la compagine paularina sono i ragazzi della Dognese, dopo un incontro in cui gli attacchi delle due squadre hanno infiammato le polveri: Ballarini, Felice e Saitta i marcatori per la Dognese mentre di Di Gleria, Dosso e Indrigo i gol della capolista. Primi inseguitori gli Sclapeciocs che trasformano la partita in casa dell’Ampezzo in un set tennistico, uscendone vittoriosi per 6-2 con doppiette di Cenedese ed Urban. Il Betania manca all’appuntamento con la vittoria contro il già retrocesso Davar, impattando contro la voglia di questi di onorare il campionato fino alla fine ed il maltempo. Claudio D’Aronco del Betania analizza l’incontro per noi: “Non è stata sicuramente una bella partita, col campo al limite della praticità a causa della pioggia. Sono i nostri ospiti a portarsi in vantaggio, con Scarsini che pareggia quasi subito. Vidoni ci porta quindi in vantaggio, al quale segue però il nuovo pareggio ospite. Abbiamo pure giocato in inferiorità il secondo tempo a seguito dell’espulsione di Mendicino. Ora non possiamo più permetterci di sbagliare nelle prossime due partite – Dognese e Ampezzo gli ostacoli da superare –  se vogliamo ancora raggiungere la promozione.” L’Arta intanto continua la sua corsa verso la salvezza, Simone Lozer racconta del pareggio contro il Malborghettone: “Anche se subito all’ultimo minuto, possiamo dire di aver conquistato un buon punto visto che abbiamo giocato in inferiorità per un tempo intero. Ora abbiamo quattro punti sulla penultima, l’Ampezzo, e la salvezza è più vicina. Ci giocheremo le ultime due partite in casa e cercheremo di fare altrettante vittorie.”

Francesco Paissan

Print Friendly, PDF & Email
css.php