Socchieve ancora in vetta, bene Tolmezzo e Betania

Real Tolmezzo e Betania difendono alla grande il fattore campo e rimangono in corsa col treno dei primi in classifica, ancora piuttosto affollato e in continuo mutamento, d’altronde siamo appena alla quinta giornata. Il Real Tolmezzo supera l’Ibligine e si porta in testa al girone di Eccellenza, affiancando l’altra capolista, il Rigolato. Candido, Cumbo, Marini e Zamolo firmano la vittoria tolmezzina mentre Gollino e Tissino accorciano lo svantaggio per l’Ibligine. Il Betania, un punto dietro alle prime due, dispone del Calgaretto grazie ad una buona prova di Muser (2 reti) che, assieme alle marcature di Scarsini e Vidoni e alla rete ospite di Gusetti, fissa il punteggio sul 4-1. Soddisfazione vera quella che traspare dalle parole di Claudio D’Aronco del Betania: “Abbiamo giocato una grande partita, dominando i nostri avversari. Siamo stati però particolarmente bravi a costruire delle belle azioni, che poi sono quelle che ci hanno condotto alla realizzazione di gol altrettanto belli”. Seguono a brevissima distanza in classifica l’Arta Terme e gli Amatori Verzegnis, vincenti sui propri campi in questa giornata. L’Arta Terme batte gli Sclapeciocs sulle ali di Lowenthal, decisivo con la sua doppietta a superare l’unica marcatura avversaria di Cenedese. I ragazzi di Verzegnis invece superano il Malborghettone che si presentava con un piazzamento migliore in classifica ma che, nonostante questo, ha subito le reti casalinghe di Fior e Spaccaterra, quest’ultimo autore di una doppietta.

Il Socchieve conserva il vantaggio che gli permette di rimanere solitario al primo posto della Prima Categoria, inseguito dall’Atletico Bancone e dal Dognese.  La capolista ha sconfitto in trasferta l’AC Ampezzo trovando le reti decisive con Sartor e Verona. Anche l’Atletico Bancone trova il successo, superando con lo stesso punteggio di 2-0 il Celtic Scluse, Gallucci e Puntel i marcatori. Questo il breve commento di Jacopo Della Mea dell’Atletico: “Quella di Chiusaforte è stata una partita un po’ sciapa, senza troppe emozioni. I nostri avversari non hanno mai impensierito troppo il nostro portiere, l’austriaco Kravanja ma nemmeno noi abbiamo giocato una grande partita. Da parte nostra tanta fuffa ma siamo comunque riusciti a trovare due gol”. Crots e Davar si sono affrontati in una sfida che, nel risultato finale di 0-0, ha rispecchiato la situazione di parità di punteggio in classifica. “Faccio i complimenti ai ragazzi di Ovaro” dice Alberto Dorigo dei Crots, “che sono riusciti a tenerci testa, nonostante la differenza di età, creandoci anche qualche problema sui calci da fermo. L’equilibrio si è visto anche dal fatto che entrambe le formazioni hanno colpito un palo, pareggio giustissimo alla fine”. Il Preone Becs esce vincitore dalla trasferta contro i Nolas e Lops, con Zanier (2 gol) e Maldera a siglare le tre reti del Preone. Ai Nolas le reti di Fachin e Gervasi non bastano, sfuma così l’occasione per rimanere agganciati alle prime tre formazioni. Stessa sorte tocca al Ter.Ca.L. che perde in casa del Muec, subendo i gol di Gallizia e Linossi. L’altro Gallizia, Ivan, spende due parole per raccontare la partita: “Il primo tempo è andato a nostro favore grazie ad un buon possesso di palla che ha poi condotto al primo gol di vantaggio. Gli ospiti hanno attaccato con convinzione ad inizio secondo tempo creando pure alcune buone occasioni. Con il subentrare della fatica però i giocatori del Ter.Ca.L. sono calati, permettendoci di rientrare nel match, cosa che abbiamo fatto segnando il gol del raddoppio finale”.

Print Friendly, PDF & Email
css.php