Settore attività: inizia il nuovo corso

Il nuovo responsabile del Settore Attività, Ivan Zanello, sta cercando di fare un restailing alla gestione organizzativa della Lega Calcio Friuli Collinare adottando una nuova metodologia che prevede la collaborazione  di soci al di fuori del Consiglio Direttivo. >> Fino d oggi l’attività è sempre stata gestita dai consiglieri della Lcfc e l’idea, racconta Ivan, è cercare il coinvolgimento  anche di persone esterne al Consiglio direttivo che, come noi, hanno passione e voglia di mantenere vivo il movimento amatoriale. Vorrei creare un gruppo di lavoro dove  il confronto tra esperienza, freschezza mentale, innovazione e tradizione, possa portare idee e progetti nuovi.  Premetto che chi vorrà partecipare lo dovrà fare, come noi, a titolo gratuito ma per il resto non ci sono preclusioni.  Mi piacerebbe trovare un referente per ogni girone che potesse essere portatore di  eventuali richieste delle squadre, sogno delle persone che possano essere propositive a 360 gradi  e che non portino solo istanze personali, sogno un attività dinamica che possa essere l’espressione delle associazioni, sogno dei collaboratori  che possano avvicinarsi all’organizzazione aprendo un nuovo ciclo. Costruire un percorso di questo tipo non sarà facile ma io ci credo. Ho già avuto l’ok da dirigenti che hanno capito qual è l’obiettivo di questa “ristrutturazione” ed ora siamo pronti alla partenza. Per chiudere invito, chiunque creda in questo nuovo percorso, a proporsi scrivendo alla Lcfc o contattandomi direttamente.>>

Ma come funziona e di cosa si occupa il Settore attività? Oltre a gestire i vari campionati (gironi, calendari etc) il suo compito è quello di proporre nuove regole, manifestazioni alternative, progetti rivolti al fair play, al sociale e alla beneficenza. Solitamente i componenti di questo gruppo di lavoro si trovano, una volta al mese,  prima che si riunisca il CD. Le proposte che nascono sono trasmesse al Consiglio direttivo che le valuta analizzando se tali richieste sono in sintonia con le linee guida della Lcfc.

La prima seduta del nuovo corso si è tenuta il 6 settembre. Sul tavolo la discussione di alcune esigenze portate dalle associazioni, la composizione dei gironi di tutti i campionati (saranno pubblicati la prossima settimana), la proposta sulle nuove premialità, la creazione delle nuove formule dei campionati. Ora si attende solo l’avvallo del C.D che si riunirà il 12 settembre.

Print Friendly, PDF & Email
css.php