Sette Sorelle – AC Pocenia 3 – 1

settesorelle

Corbolone San Stino di Livenza (VE) – Lunedì 21 ottobre alle ore 20.45 al “Ferrari” di Corbolone è andato in scena l’incontro tra la squadra di casa dell’A.S.D. Sette Sorelle e l’A.C. Pocenia. Gli ospiti si sono presentati sicuri dei propri mezzi indossando un completo arancione con tanto di logo “Udinese Calcio”, i locali invece con i consueti colori di casa bianco verdi. Discreta presenza di pubblico in tribuna, favorita anche dalla gradevole temperatura della serata considerata la stagione, arbitra l’incontro il sig. Gasparini. Mister Moretto, costretto a rinunciare a Gobbo, Pantarotto, Bergamo ed ai fratelli Squin, ripropone il modulo provato contro l’A.C. Lignano, cambiando gli interpreti: Steolo in porta, il rientrante Rossi Virginio prende posizione al centro della difesa con Bergamin in marcatura, Carnelos e Rossi Alex larghi rispettivamente a destra e a sinistra, Zanardo davanti alla difesa con l’esordiente Cester e Dioletti in mediana, Campagna a fungere da collante con il tandem d’attacco Lucchese e Buga Mario Adriano. Le prime battute di gioco servono alle due squadre per studiarsi a vicenda e mentre il Sette Sorelle prova delle ripartenze in contropiede, il Pocenia sviluppa la manovra partendo da dietro. È Carnelos ad avere la prima grande occasione quando da un cross in area batte sicuro verso la porta ospite ma una respinta di un difensore gli nega la gioia del goal; per i padroni di casa ci provano da fuori Campagna, Lucchese e Zanardo che dopo aver scartato due avversari imita i compagni non inquadrando la porta. Gli ospiti ci provano con due calci di punizione che non impensieriscono però l’ottimo Steolo, da una mischia in area poi, i difensori di casa spazzano bene ed evitano lo svantaggio. L’A.S.D. Sette Sorelle si rifà vedere in avanti con un calcio d’angolo che attraversa tutta l’area senza però trovare la giusta deviazione a rete, pochi istanti dopo Lucchese è bravo ad innescare Buga che anticipa di testa l’estremo difensore ospite e firma il vantaggio. Si va negli spogliatoi col risultato di 1 a 0 per i padroni di casa, ma si intuisce subito che la ripresa non sarà una passeggiata. Moretto cambia modulo passando alla difesa a tre inserendo Carli per Carnelos, centrocampo a quattro con Dioletti largo a sinistra e Rossi Alex a destra, Campagna e Zanardo in mezzo con il tridente offensivo Lucchese-Bidinotto-Buga. L’effetto però non è quello sperato: gli attaccanti non riescono a tener palla ed a far risalire i compagni, il centrocampo accusa un po’ di stanchezza, la difesa offre sicurezza ma da un affondo sulla sinistra Nolgi riesce ad eludere la marcatura di Carli ed entrato in area trafigge Steolo. 1 a 1. Gli ospiti ci credono e provano a forzare la manovra, Tommasi e Adami rilevano i laterali di casa offrendo maggior freschezza, Lucchese arretrato di qualche metro da man forte al centrocampo. I locali non ci stanno proprio a perdere ancora punti importanti e così quando capitan Zanardo al volo da fuori area trafigge il portiere ospite, esplode l’esultanza di casa che assaporano il profumo della vittoria. Il vantaggio da nuova linfa ai giocatori del Sette Sorelle che vogliono chiudere la partita e lo fanno ancora con Buga che, sempre da fuori, sorprende l’estremo del Pocenia per il 3 a 1 finale. Ottimo risultato per l’A.S.D. Sette Sorelle che con questa vittoria acquisisce fiducia e morale in prospettiva della trasferta in quel di Varmo. Mister Moretto dovrebbe ritrovare Bergamo ed i fratelli Squin, mentre dall’infermeria arrivano buone notizie per quanto riguarda il bomber Gobbo. Da questa vittoria dovrà iniziare il campionato del Sette Sorelle, del resto “paura de nessun!”
inviato da: Zanardo Denis

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Leave a Reply

Devi essere loggato per inserire un commento

css.php