Sangiorgina alla ricerca della forma migliore

Si è disputata la penultima giornata della prima fase del campionato Geretti ed è già tempo di stilare alcuni verdetti. Partiamo dal girone Inferno, dove c’è ancora molta incertezza nella lotta per le posizioni utili per il girone in cui ci si giocherà la posta più alta, il titolo stagionale.Il Ziracco Calcio, alla vigilia dell’ultima giornata, occupa la seconda posizione, garantita anche dalla vittoria in questo turno contro gli Warriors, condannati a giocare nel secondo girone, quello della retrocessione. Blasutto, Bonafin, Fabris e Rizzo regalano questa vittoria al Ziracco. Lancerotto e Bulfone invece sono i realizzatori delle due reti segnate dagli Warriors. Fondamentale la vittoria del Cerneglons in casa del Milan Club S.Vito, necessaria per evitare il sorpasso in classifica dei locali ai danni degli ospiti. Invece il Cerneglons con questo risultato, maturato in virtù della doppietta del prezioso Visentin, allunga sulle inseguitrici, in particolare sullo Spilimbergo, ora indietro di due lunghezze. Lo Spilimbergo, fermato sul pari dalle reti di Cantarutti e Dariotti della Dimensione Giardino, reti che hanno pareggiato la doppietta di D’Andrea, rischia di farsi sorpassare dall’OverSangiorginaUd e dal S.Vito, contro la quale giocherà poi nell’ultima giornata. La Sangiorgina approfitta degli inciampi delle rivali e, grazie alla vittoria sul Premariacco, rientra nella lotta per le prime posizioni, forte anche di una partita da recuperare, decisiva ormai per chiudere la volata finale. Lo conferma anche Andrea Cappelletti, giocatore della Sangiorgina: “Per noi sarà decisiva la partita da recuperare. Vincendo il recupero dovremmo poi essere certi di arrivare almeno al quinto posto. Certo, la stagione si è complicata per noi dopo la pausa invernale. Abbiamo pagato un pò il fatto che noi come squadra non facciamo allenamenti e un pò il fatto di avere dei giocatori impegnati su più campionati. Questo ha portato a maturare diverse sconfitte. Contro il Premariacco per esempio, in una partita che non è stata bellissima, abbiamo sprecato più volte l’occasione di un ampio vantaggio, per poi farci sempre recuperare. Alla fine abbiamo vinto e ora dobbiamo assolutamente fare bene nella gara di recuperar”. Si affrontavano anche la prima e l’ultima della classe, San Daniele e Manzano in casa della seconda. In una partita che nasconde una grande rivalità, il Manzano con Bruno e Trevisan strappa i due punti al San Daniele, a segno solo con Degano. San Daniele che comunque può dormire sonni tranquilli vista la matematica certezza del primo posto.

Quasi tutto deciso invece nel girone Purgatorio, comandato sempre dalla Rosa, ancora vincente anche in questo turno sull’Amasanda 86 che, nonostante le reti di Migotti e Rupil, cade sotto le reti di Macuglia (2) e Mellini. Il Carnia United mette al sicuro il secondo posto grazie alla vittoria a tavolino ottenuta contro la Climassistance. Folgore Over 40 e Depover si giocheranno il terzo ed il quarto posto, col Depover che deve ancora recuperare una partita. Intanto ha approfittato del periodo negativo dell’Al Sole 2 e lo ha sconfitto per 4-3 grazie alle reti di Barile, Fadini, Struckley e Vidotti. Manzocco, Martarello e Mulas invece i marcatori dell’Al Sole che ora non deve sbagliare la partita che deve recuperare per non giocarsi il quinto posto all’ultima giornata. Ad insidiare l’Al Sole sono gli Over Gunners 95 che, grazie al pareggio contro la Folgore, hanno recuperato un altro punto. Stefano Birri della Folgore ha analizzato la partita e la stagione dei suoi ragazzi: “E’ stata una partita condizionata dal primo caldo della stagione. Entrambe le squadre hanno provato a superarsi nel corso del primo tempo. La prima occasione è capitata a Stel della Folgore che non è riuscito a chiudere in rete un traversone da sinistra di Fabris. I Gunners da parte loro possono recriminare per un palo colpito con il portiere di casa ormai battuto. Nella ripresa i ritmi sono notevolmente calati. Fra l’altro noi della Folgore avevamo disputato una ottima gara giovedi sera nel recupero contro La Rosa e di conseguenza le energie a disposizione scarseggiavano. Il nostro obiettivo stagionale era centrare i play off e di conseguenza salvarci mantenendo la categoria. Per fortuna e per merito questo traguardo è stato raggiunto in anticipo e ora possiamo affrontare le prossime partite con serenità. Sottolineo inoltre il fatto che ad ogni gara ci ritroviamo al completo e talvolta abbiamo addirittura dovuto escludere a malincuore qualche giocatore. Questo è segno di un gruppo “sano” e le prospettive per il futuro sono senz’altro rosee”. C’era poco in palio invece tra Versa e Bottosso & Frighetto, sfida vinta dal Bottosso trascinato dai gol di Battel, Moro e Pittana. Di Misigoi e Peressutti invece i gol del Versa.

Due gare assegnate a tavolino in questa penultima del girone Paradiso. Agli Amatori Calcio Farra è stata assegnata la partita contro il Portover mentre La Fortezza conquista i suoi due punti a tavolino contro il Totò e Gli Amici. In particolare la vittoria della Fortezza vale oro visto che la Brigata Brovada, con la quale contende il quinto posto, viene fermata sul 2-2 dalla Virtus Udine. Vince, ma non è una novità, il Medea che, con le reti di Bergomas e Cocetta passa sul campo del Buja Millennium, a segno col solo Antoniutti.

Print Friendly, PDF & Email