Risano, ora la promozione non dipende solo dai suoi successi

AC Risano – AC Indipendiente  2 – 1

 Grande con le “grandi”, piccola con le “piccole”, si può riassumere così una stagione che ha visto il Risano fare grandi prestazioni con le grandi del Torneo vedi Pozzuolo e perdere punti importantissimi, con Gabbiano e Virtus Udine. Anche con l’Indipendiente la squadra di Zuccolo sfodera una prestazione tutto cuore, guidata da un Capitano Fasano che nonostante il menisco da operare dimostra che ci tiene a questa maglia scendendo in campo e lottando come un leone. Il Mister del Risano, consapevole dell’importanza della partita, ripropone il  4-4-1-1 confermando Menotti trequartista e mettendo Salvi come unica punta. Zuccolo deve fare i conti con un infermeria piena, recupera Contin che va in panchina, ma rinuncia a Giavitto, Tessaro, e Passone infortunati riproponendo una difesa con Dorigo Mauro e Battistella non in ottime condizioni. Padroni che fin dai primi minuti attaccano e vanno vicini al goal con Piussi, tiro debole e con Cavallo, tiro a lato. L’Indipendiente, sicuramente una buona squadra, ispirata da un buon numero 8, trova l’occasione per passare in vantaggio, lancio da metà campo, incomprensione tra Dal Ben e Dorigo dove si intrufola l’attaccante in casacca rossa che con un pallonetto sfiora l’ 1 a 0. Non si scompone il Risano che ordinato prova a giocarsi la partita andando vicino al goal con una bellissima punizione di Menotti che trova una gran parata del portiere ospite. Al 37° però il Risano passa, calcio di punizione per atterramento di Cavallo, da una trentina di metri se ne incarica Novello che con il mancino, sorprendendo il portiere ospite, calcia una gran punizione all’incrocio dei pali. Il primo tempo si chiude tra le polemiche dell’Indipendiente, che vorrebbe annullato il goal per il mancato fischio del direttore di gara sul calcio di punizione.

Secondo tempo che si apre con gli stessi ventidue del primo e con un Risano che gestisce palla e prova a ripartire in contropiede. Bella è l’occasione per il raddoppio, quando Piussi prova a sorprendere il portiere ospite con un tiro a giro, grande la parata del numero 1 ospite. Tra il decimo e il 15 esimo il Risano cambia dentro Contin, Romanin e Disnan per Battistella, Salvi e Fraioli. Cambi proficui che imballano però i padroni di casa che capitolano nell’unica azione concessa. Lancio da una trentina di metri del numero 8  verso la corrente mancina ospite in sospetto fuorigioco, che batte in velocità una difesa giallo-blu disattenta. I ragazzi di Fasano (migliore in campo) uomo ovunque del centrocampo di Zuccolo, non mollano e 5 minuti dopo trovano il meritato vantaggio grazie ad una combinazione veloce tra Menotti e il bomber Cavallo che insacca con un tiro raso terra che sbatte sul palo interno prima di insaccarsi alle spalle di un incolpevole portiere ospite. Risano che poi in contropiede potrebbe aumentare il suo vantaggio ma è perfetto il portiere ospite (peccato la sua espulsione  per proteste a partita conclusa) prima su Romanin  e poi su Disnan a neutralizzare il possibile 3 a 1. Ora il Risano attende i risultati dagli altri campi, preparandosi all’insidiosa trasferta di Manzano.  

Tami William

AC Risano

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Leave a Reply

Devi essere loggato per inserire un commento

css.php