Recuperi: sorpresa Black Stuff, Cordignano superstar

Il vantaggio flessibile di poter  rinviare e posticipare le partite del campionato over50 porta anche degli inconvenienti:  l’allungamento della manifestazione in un periodo meteorologicamente quasi proibitivo e, conseguenzialmente, lo  “spezzettamento” di sfide difficili da seguire  e commentare.

La fine dell’anno solare 2017 ha registrato la disputa di tre recuperi anche se per completare il tabellone  della prima fase mancano ancora  5 partite dagiocare.  Se ai vertici della classifica nulla cambierà indipendentemente dai risultati delle partite rimanenti, con Cordignano leader solitario e Veterani sulla piazza d’onore, i risultati dei recuperi condizioneranno, oltre  il posizionamento delle prime  nel calendario della seconda fase, anche la sorte di molte altre partecipanti.

Ma andiamo a vedere cos’è successo nei recuperi giocati poco prima di Natale.  A scendere in campo il 14/12 , a Portogruaro, i locali del Portover e il Da Nando. La sfida del San Nicolò  vede gli ospiti  in  formazione rimaneggiata con diversi giocatori che, seppur acciaccati, provano comunque a fare la partita. Alla  mezz’ora ospiti a segno con Alessandro Gavin , capace di pennellare  una punizione perfetta che  infila l’incolpevole  Nicola Dibernardo. Reagisce il Portover che però trova  solo una traversa colpita dal solito bomber Enrico Angeli. Nel secondo tempo gli ospiti denunciano la fatica dovuta  alla panchina troppo corta e al terreno pesante e i padroni di casa  se ne accorgono e sfruttano il momento prima pareggiando con un bel colpo di testa di Enrico Angeli  e poi sull’onda dell’entusiasmo, grazie a una bella triangolazione  al limite, vanno in vantaggio con Claudio Venier. DaNando non è  domo e, grazie a una splendida discesa sulla corsia destra di Maurizio Basello, riporta il risultato in parità. A cinque minuti dal termine nulla cambierà. La cronaca segnala la grande prestazione di Giovanni Bergamin: se in campo delizia tutti con fraseggi doc,  fuori dal prato verde lo fa grazie ai suoi eccellenti vini da manuale.

Passano pochi giorni e i veneti tornano in campo, questa volta contro l’ex fanalino di coda Black Stuff. Il Portover, nonostante una buona prestazione del Black Stuff, trova il doppio vantaggio. I locali hanno la gara in mano ma qualcosa si rompe tra i loro meccanismi difensivi e nel finale cedono alle folate dei grigi ospiti. Gli udinesi non mollano, ci credono e grazie ad alcune azioni ben orchestrate ribaltano il punteggio con Maurizio Maci, uno dei migliori in campo, Antonino De Giorgi e Tiziano Picco.

Allo stadio “De Coubertain”, in quella che è una sorta di rivincita della finale dello scorso anno,  il Cordignano ospita la compagine di Lorenzo Agostini, l’Isotecno,  giunta in terra veneta in formazione “corta”. Giocare a Cordignano è difficile per tutti, pochissime squadre sono passate indenni e fare punti è impresa titanica. La regola vale anche per questa gara visto che i locali non lasciano nemmeno le briciole a un Isotecno che nulla può contro lo strapotere offensivo locale capace di andare a segno in sei occasioni  grazie alle doppiette del solito bomber Giuseppe Coan, di Mario Della Libera e di Pierluigi Marchioni, pedine fondamentali per l’economia dell’equipe veneta.

Passano due giorni e l‘Isotecno, questa volta in casa, supera agevolmente il Passons con un settebello, in una serie di recuperi in cui anche il Pozzuolo è riuscito a centrare i due punti sempre ai danni del team di Passons.

Ed ora aspettiamo la fine di gennaio 2018 per conoscere, oltre gli esiti delle sfide che rimangono in piedi, anche gli abbinamenti per la seconda fase. Intanto ecco i risultati delle gare giocate prima di Natale:

 

Portover – Da Nando  2 – 2

Glorie Cordignano 47 – ASA Isotecno 6-0

ASA Isotecno – Passons  7 – 0

Portover – BlackStaf   2 – 3

Pozzuolo – Passons   1 – 0

Marco Cavallo

Print Friendly, PDF & Email
css.php