Questo Fagagna è un osso duro

 

Giocata l’andata delle semifinali. Sia nella versione campionato che Coppa. Gare interessanti da molti punti di vista con le favorite che s’impongono nel  primo round. La Pizz. Al Baffo, ad esempio, chiude con un 5-1 il suo impegno con il Fagagna ma dove faticare le cosidette sette camice per alimentare un successo che dovrà difendere dal ritorno di un  team collinare che ha concesso poco. >>In effetti, racconta Andrea Spinelli – non è stata una partita facile. Grande equilibrio, con botta e risposta da entrambe le parti. Anche se contavamo qualche assenza,  siamo riusciti a portare a casa il punteggio grazie a un allungo decisivo nel finale di gara. Di De Benedetti(2), Pecile(2) e Garlatti Costa, i sigilli. Il Fagagna è una gran bella squadra per cui il ritorno non sarà certamente un impegno facile>>.  Ipoteca la semifinale il Paulin Tex e Grill. Le reti di Bonino (3), Zamparo(2)  Discepolo e Cestari mandano in tilt un CDU che si è ben difeso rispondendo al “fuoco nemico” con Tosoratti, Scialino e Cancian. Un 7-3 che è difficile da rimontare ma che lascia spazio a qualche chance anche agli udinesi. In Coppa continuano a stupire la rivelazione Squali…ficati, in veste pizz. Da Raffaele. Di fronte avevano un Jungle motivato che, anche se in formazione rimaneggiata, vuole cercare un risultato di prestigio. Da Raffaele va due volte in svantaggio ma poi rimonta e, nel secondo tempo, allunga. Finisce 4-2 con le doppiette di Mulinaris e Geretti. >> In una doppia sfida, avere due reti di vantaggio, soprattutto nel calcio a 5, non significa nulla – afferma Andrea Borghi. Il Jungle, che ha venduto cara la pelle riuscendo a rimanere in partita anche grazie alle strepitose parate di Mazza,  ha una squadra di carattere, che non molla mai. Per questo dovremo essere particolarmente attenti e giocarci il ritorno con la massima concentrazione. L’obiettivo, a questo punto, è provare a entrare in finale. Sognare non costa nulla>>  Grande equilibrio nell’altro match, quello tra Pura Vida Cafè Varmo e Pizz. Pinguino. Di misura prevalgono gli ospiti, anche grazie all’exploit di Ianovale Giuseppe, protagonista di una quaterna  che insieme alla rete di Pirrone, permette agli udinesi di porre una prima ipoteca sulla semifinale. Il team di Varmo però non molla, lo dimostrano le realizzazioni di Pittonet(2) , Marinig e Diamante. E anche qui il return match non sarà agevole, per nessuno.

 

Pubblicato anche su Tremila Sport del 01/06/2012

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Leave a Reply

Devi essere loggato per inserire un commento

css.php