Quando il bunker 3 è dotato di …portiere, sono dolori. De Barba intanto tuona

 

Se avesse sempre a disposizione il portiere… chissà se la classifica avrebbe un sapore diverso. Se lo chiede anche mister Ivan Aita del Bunker 3. Squadra che milita in Prima Categoria, gir A. >> Nel calcetto avere un buon attaccante e un portiere è come avere il 50% della squadra,  racconta. Quando una di questi ruoli è scoperto le gare assumono altri connotati e l’economia del campionato ne risente. Dico questo perché quest’anno spesso abbiamo giocato senza un portiere di ruolo e questo ci ha condizionato psicologicamente. Per fortuna che posso contare su un gruppo validissimo e affiatato che si aiuta nei momenti di difficoltà tra cui spicca il capitano Filippo Picco, sempre presente e, nel suo ruolo di universale, una vera diga difensiva. Se aggiungiamo anche un attaccante esplosivo come  Andrea De Barba, capace di realizzare fino ad oggi 44 reti, posso affermare che la salvezza non è un miraggio. Si è vero, siamo alla terza vittoria consecutiva, abbiamo una buona posizione di classifica, ma dobbiamo stare attenti. A cominciare dalla prossima sfida contro la capolista Bombomera, team che dovremo sfidare senza il portiere e il nostro bomber, squalificato. Viaggiamo quindi con i piedi ben piantati per terra e vediamo quale sarà il verdetto del girone di ritorno>>. Intanto la vittoria sulla Stella Moggese, che all’andata aveva sgambettato i bianco blu, firmata dal solito De Barba (4), Sacchetti e Picco, e maturata anche grazie alcune paratone di Chiandetti, regala ulteriore morale e conferma la tesi del mister. Con portiere e attaccante è più facile. Intanto, in Eccellenza, cade la Tana del Luppolo. Gli udinesi, sconfitti nettamente dal Real Madris, ora alle loro spalla a solo due lunghezze, sono agganciati sul gradino d’onore dal Bar Erica (3-3 con il Friul Antiincendi). Gran partita tra Elettrotec e Varmo c5: finisce 3-3. A Laurencigh(2), e Barone hanno replicato Piu, Tonizzo e Mihai Grigore. Nel gir B di prima categoria stoica la prestazione di Felettis United e Cinghiali di Zona che giocano all’aperto sfidando il termometro. >> Nella ghiacciaia di Bicinicco- racconta Fabio Burlon –  nello scontro testa coda,  i padroni di casa hanno la meglio sui Cinghiali di Zona che partono bene e reggono per più di un tempo. I ragazzi di  mister Bergagna però escono alla distanza vincendo con un perentorio 8 a 2, grazie alla tripletta di capitan Burlon, alle doppiette di Pali e Vida e alla rete di Orso>>. In seconda categoria (A)  va segnalata l’impresa del Taboga c5: i sigilli di Pecoraro (3),  Nenis(2), e Forgiarini valgono lo sgambetto alla seconda forza, quel Mercante del Mondo che ora deve lasciare strada all’accelerazione del Formentera, corsara sul Sago.  Nel gruppo B il match clou tra Pizz. Zaliclò e Duronons è appannaggio degli ospiti, capaci di violarne il parquè con Ferigutti. Pinatto, Tattoli, Pizzamiglio e Vicenzino. Il team di Carlino oraè solo a un punto dai pizzaioli. In terza Categoria continua a correre l’UC Tre Stelle, inseguito con due lunghezze di ritardo dalla Pol. Valnatisone. 

 

Pubblicato anche su Tremila Sport del 10/02/2012

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Leave a Reply

Devi essere loggato per inserire un commento

css.php