Prost a Sauris, ossigeno per un altra stagione al top

Prost e Sauris, un connubio che dura da 15 anni. C’è una sorta di cordone ombelicale che lega la formazione udinese alla nota località montana, un paese che crea emozioni in tutte le stagioni e permette di svolgere parecchie attività. I prati particolarmente curati, le montagne che ti avvolgono con il loro splendore, il silenzio del lago che  invita a rilassarti e a riflettere, i molti percorsi che si possono seguire sia a piedi che in bicicletta, sono alcuni elementi che spingono il team udinese a organizzare, ogni inizio settembre, una sorta di ritrovo, di preparazione.

In realtà non è la classica preparazione che si può immaginare per una squadra di calcio dove la parte atletica e tattica la fanno da padrone, qui c’è una versione più goliardica, più verace. Ci si trova 3/4 giorni per stare assieme, per ricaricare le batterie, per cercare di trovare gli stimoli per una nuova partenza. C’è chi si rilassa passeggiando tra le montagne, chi le esplora in montain bike, chi si dedica al tiro con l’arco, chi passa la giornata al centro benessere. Giornate piene dove si ride, si scherza, si pianifica la stagione,  cercando nel contempo di mantenere attivo  quel collante che dovrà condurre il gruppo verso il prossimo campionato over 40 c5. Ma non solo. Durante queste giornate di festa viene organizzato  un torneo di calcio a 5  con le squadre amiche. Un torneo funzionale solo al divertimento, dove non ci sono ne vinti ne vincitori ma in cui gli atleti si rimettono in gioco, riassaporano l’odore della competizione e fortificano l’amicizia con coloro che spesso sono stati avversari.  Manifestazione che finisce spesso con le degustazioni dei prodotti locali, vedi l’ottima birra e il rinomato prosciutto. Quest’anno sono saliti in quota per sfidare gli amici udinesi  della Prost gli Am. Forever e la squadra degli Ingegneri Udine.

 

 

Print Friendly, PDF & Email
css.php