Paularo passo avanti, occhio al Betania!

Con un colpo esterno ai danni degli Amatori Verzegnis, il Paularo avvicina in classifica il Real Tolmezzo capolista che ora conta un vantaggio di tre punti, vantaggio che però diventa più esiguo visto il pareggio del tolmezzini contro un sorprendente Calgaretto. Non sono così attardate nemmeno le altre inseguitrici come il Betania a un punto dal secondo posto, poi Arta Terme e Rigolato, due squadre che si sono affrontate proprio in questa giornata. Partiamo però dalla partita del Paularo, corsaro a Verzegnis con Baschiera, Indrigo e Rella a realizzare i tre gol ospiti mentre il solo Spaccaterra riesce a sbloccare l’attacco della squadra di casa. Il Real Tolmezzo, nonostante tre gol segnati, non va oltre al pareggio contro il Calgaretto. Per la formazione in testa alla classifica segnano Candido e Cumbo, quest’ultimo autore di due gol, nel Calgaretto invece buona prova per Fina (2 gol) e Antonipieri, marcatori di giornata. Il Betania non aggancia il secondo posto ma nemmeno lo perde di vista in virtù del buon risultato ottenuto della sfida contro l’Ibligine, tra l’altro ricca di gol. Sono cinque infatti quelli realizzati dal Betania, nonostante i marcatori siano solo due. Alla doppietta di Scarsini si aggiunge la tripletta di un grande Vidoni, ora capocannoniere del campionato. L’Ibligine prova certamente a giocarsela ma non bastano le reti di Comino, Grassi e Valent.

Nonostante entrambe abbiano pareggiato, la corsa per il primo posto della Prima Categoria rimane invariata, con Dognese e Atletico Bancone ancora separate da due lunghezze. Ben più ampio è invece i divario tra le due formazioni di testa e le inseguitrici, lontane almeno cinque punti. L’ASD Dognese si ferma a Ovaro, sul campo del Davar, con Da Pozzo in rete per i locali e la marcatura di Picco a equilibrare il punteggio. L’Atletico avrebbe così avuto la chance per portarsi a -1 ma le reti di Not e Romanin del Mueç, che pareggiano quelle di Iacomino e Stellato del Bancone, impediscono tale avvicinamento. La partita ci è stata descritta esaustivamente da Ivan Gallizia del Mueç: “Partita veramente molto bella e combattuta, con episodi favorevoli per entrambe le squadre. L’incontro si apre con i locali che attaccano e cercano il gol ma una gran parata del portiere sulla girata di Moro evita che il risultato si sblocchi; poi è il momento degli ospiti che prima si mangiano un gol a porta vuota sull’uscita errata del portiere, poi grazie a una bella azione trovano con un passaggio arretrato al limite dell’area il loro centrocampista libero che insacca nell’angolino basso. Dopo una decina di minuti grazie a una gran bella azione riusciamo a pareggiare con Not ma passano solo due minuti e una disattenzione difensiva su corner lascia un difensore dei Bancone solo davanti al portiere ed è 1-2. Verso la fine del primo tempo un altra leggerezza difensiva fa trovare solo davanti al portiere un giocatore avversario, stavolta è alta sopra la traversa. Si esce dagli spogliatoi dopo l’intervallo completamente contrari e nei primi 5 10 minuti troviamo il pareggio con un colpo di testa in tuffo di Romanin. Passano pochi minuti e i locali provano a approfittare di un Bancone ancora stordito con una grande azione sulla sinistra e un passaggio arretrato in area di rigore ma Guenzi solo davanti al portiere sbaglia. C’è poi un gol annullato a Moro per fuorigioco. A fine match il Bancone, tutto a trazione offensiva, prova a portare a casa il risultato e a pochi minuti dalla fine il centravanti ospite si trova a tu per tu con il nostro portiere che compie un vero miracolo. Gran bella partita!”. Prestazione maiuscola quella dei Crots (in foto la forza della panchina), attualmente quarti in classifica, contro il Socchieve che si presentava al fischio di inizio della partita con gli stessi punti dei padroni di casa. Lo ricorda anche Alberto Dorigo, mister dei Crots nella sua analisi: “Scontro diretto quello giocato a Paluzza tra 2 delle 4 squadre a 16 punti dopo 16 giornate, senza dimenticare che sul campo loro ne hanno fatti 21! Noi però, quando siamo (quasi) al completo, non temiamo nessuno. Le due squadre si affrontano a viso aperto nel primo tempo, provando a proporre rispettivamente il proprio gioco. È Di Lena a sbloccare con un sinistro che infila il portiere in mezzo alle gambe. Pareggia Treu, con una delle sue punizioni da oltre 30 metri. Nel secondo tempo, i cambi a mia disposizione fanno la differenza, anche se la partita rimane aperta anche dopo il 2-1 realizzato da De Luca su assist di Di Lena. È il portiere ospite a tenere aperta la sfida con un paio di miracoli, ma non può nulla sul rigore procurato da Sabbatini e realizzato da Straulino, che si era visto annullare inspiegabilmente un gol pochi minuti prima. Sigillo sulla partita di Englaro per il 4-1 finale”. Passo indietro per l’SPQR contro il meno quotato Ampezzo, capace comunque di imporsi per 3-0 grazie alle reti di Adami, Di Giorgi e Varnerin. Bene anche i Preone Becs che, in trasferta a Tolmezzo contro il Ter.Ca.L., trovano una vittoria di valore che tra l’altro permette agli ospiti di raggiungere i propri avversari anche in classifica, a 13 punti. Maldera e Venir siglano le due reti del Preone mentre Cigliani realizza l’unica rete locale.

Print Friendly, PDF & Email
css.php