OVR50: Cade La Botte, Veterani e Cordignano, sorpasso!

Inizia venerdì 16 la settima giornata del campionato Over50. Il fischio d’inizio lo danno Sangiorgina e BlackStuff, impegnate sul campo di Moimacco. Serata particolarmente fredda che sembra intorpidire fino all’immobilità gli undici del BlackStuff, travolti dai padroni di casa superiori sia dal punto di vista tecnico che da quello fisico. Partita da dimenticare al più presto per il BlackStuff, mentre la Sangiorgina aspetta la trasferta in Veneto di lunedì prossimo dove proverà a mettere di nuovo in mostra il proprio elevato tasso tecnico.

Il giorno successivo scendono in campo a Sammardenchia il Pozzuolo e il Feletto90 che danno vita ad una partita inizialmente equilibrata, conclusasi però con la vittoria dei padroni di casa grazie alla rete solitaria di Giorgio Bortuzzo, arrivata allo scadere del primo tempo. Nella seconda frazione cambia la musica, ed il Feletto90 va in avanti alla ricerca del pareggio. Pareggio che potrebbe in effetti concretizzarsi dagli undici metri, ma il rigore viene regalato alle stelle. Sprecano molto gli ospiti, che vengono pure graziati dall’arbitro che annulla a Michele Turco il potenziale gol del raddoppio per il Pozzuolo. Il Feletto può e deve recriminare con se stesso per non aver saputo concretizzare le innumerevoli occasioni avute nel corso dei 90′.

In terra veneta si affrontano Glorie Cordignano e Passons. I padroni di casa del Cordignano viaggiano a velocità ridotta – anche in vista dell’impegnativa partita di recupero contro il Pozzuolo in programma martedì 20 – ma riescono comunque ad imporsi con tre reti di scarto sul Passons: a segno Mario Della Libera, Patrizio Ghirardi e Sandro Piccinin.

Lunedì 19 si gioca sul campo di Trasaghis il match tra i locali dell’Afa Avasinis ed i Veterani Udine. Serata fredda e piovosa, che non invoglierebbe nessuno ad indossare le braghe corte. I locali si dimostrano però ancora più infreddoliti degli udinesi, che si impossessano da subito del centrocampo. Al ventesimo gli ospiti potrebbero anche andare in vantaggio su calcio di rigore, ma bomber Visentin calcia a lato. Grazie al gran lavoro di Salvatore Vizza, Loris Maestrutti e capitan Aldo Marchetti il centrocampo dei Veterani continua a girare a regime, e gli udinesi rimangono in controllo della manovra. Il risultato allora si sblocca al 35° grazie a un precisissimo calcio d’angolo di Marco Miani che mette un pallone perfetto sulla testa di Fabrizio Visentin che non deve fare altro che spingerla in rete. Nel secondo tempo il copione non cambia: l’Avasinis non riesce ad imporre il proprio gioco, e viene mantenuta a distanza di sicurezza dal portiere ospite. Al 15° del secondo tempo uno stupendo pallone a giro scoccato dal piede di bomber Visentin consolida infine il risultato sul due a zero. Buona partita dell’undici di Bruno Menegatti che può contare su un gruppo solido, compatto, ed ora anche in testa alla classifica.

Sul campo di Portogruaro si danno battaglia i locali del Portover e dell’Amasanda. Anche qui serata ventosa e fredda che condiziona l’incontro, ma le due squadre fanno del loro meglio e danno vita ad una partita correttissima. Finisce 1 a 1 con un rigore per parte, realizzato dai rispettivi numeri 8, Aldo Migotti e Dario Pascotto. I due sono indiscutibili punti di riferimento per le rispettive formazioni, e tutte le azioni pericolose della partita partono dai loro piedi. Alla fine la fa da padrone il terzo tempo con tutti riuniti davanti ad un piatto di “muset” con polenta ed un buon bicchiere di vino.

Nell’incontro clou di giornata il DaNando va a vincere in casa della capolista LaBotte con il punteggio di 3 a 2. Per il DaNando vanno in gol Alessandro Gavin e Riccardo Snidar (doppietta) mentre per LaBotte a siglare le marcature sono Maurizio Grattoni e Almond Zita. LaBotte paga carissimo questo passo falso. Tutte le sue inseguitrici, infatti, vincono i rispettivi match costringendo così i “ragazzi” di casa a Trivignano a cedere il primo posto. Nulla è comunque perduto: la stagione è ancora lunga, e LaBotte ha disputato una partita in meno. A tal proposito, il recupero del mese prossimo con l’attuale fanalino di coda Passons potrebbe portare buon fieno in cascina.

Come accennato, martedì 20 si disputa anche l’incontro tra Cordignano e Pozzuolo, recupero della sesta giornata. Il match è deciso nel primo tempo da due reti del Cordignano in parte propiziate da due errori difensivi del Pozzuolo. I veneti impongono il loro gioco, non vanno mai in difficoltà, anche se nel secondo tempo finiscono per concedere qualcosa agli ospiti. Onore al portiere del Pozzuolo, decisivo in diverse occasioni, che non consente al Cordignano  di dilagare per un risultato più rotondo. Per la cronaca torna a segnare bomber Giuseppe Coan che, assieme a Mario Della Libera, sugella il 2 a 0 finale che conferma il Cordignano come una squadra di assoluto livello, candidata finalista anche questa stagione.

Print Friendly, PDF & Email