OVR40: Lorenzoni e Mattei subito super

Scattato dai blocchi anche il campionato dedicato agli over 4o di calcio a 5. La squadra detentrice del titolo, lo Stappo, si mette subito in mostra passando sul difficile campo dei Tired Pigs grazie all’exploit sotto rete di Andrea Mattei, capace di realizzare tutte e 4 le reti della sua squadra. Ma potrebbe trattarsi di una vittoria di Pirro perché pare che lo Stappo abbia schierato un giocatore non in regola con le norme di partecipazione. La parola passerà ora al giudice sportivo.
Quest’anno manca uno dei protagonisti assoluti della passata stagione, quel Troncos migrato verso il campionato amatori: il ruolo di outsider per questa stagione potrebbe allora calzare a pennello al Santa Maria c5. Il team del presidente Crismani ha dimostrato in passato ottime qualità, ma troppa discontinuità. Lavorando su quest’ultimo aspetto potrebbe ergersi a protagonista, cambiando quella tendenza che la vuole bella ma poco vincente. La voglia di stupire c’è, l’entusiasmo non manca, come si è visto nella gara d’esordio in cui al Santa Maria c5 riesce la prova del nove contro il Mima, a segno con Giorgio Collinassi(2), Alessandro Cuzzolin e Roberto Romagnoli, ma costretta a subire i continui assalti locali finalizzati da Massimo Moretti, Emanuel Malisan, Michele Borghero (tutti e tre autori di una doppietta) e da Giuliano Tessaro, Nicola Grattoni e Maximilian Crismani. 

Subito intensità, agonismo e spettacolo in una sfida che difficilmente delude, quella tra Prost e Bild. La racconta il presidente locale Massimigliano Somagliano: “La sfida fra Prost e Bild non è mai povera di emozioni ed il risultato finale mai scontato. Infatti le due compagini non si sono smentite mettendo in campo tecnica, energia ed una grandissima carica di sana competitività che ha reso il match palpitante fino all’ultimo minuto. Parte bene la squadra di casa  che presto concretizza il buon fraseggio con i gol del sempre presente capitan Alberto Lorenzoni. Il Bild però rintuzza colpo su colpo e la partita si fa minuto dopo minuto sempre più avvincente. Il primo tempo si chiude con il vantaggio della Prost per 4 a 2.
La partita ha però ancora molto da dire. Infatti il secondo tempo vede in campo un Bild ringalluzzito che sale in cattedra ed agguanta un meritato pareggio. Il finale si preannuncia incandescente, i giocatori sentono molto la partita ed il direttore di gara fatica a tenere a freno l’impeto dei dieci guerrieri. Le scaramucce non mancano e questo clima  finisce per favorire la formazione di casa che mantiene la lucidità necessaria per allungare di 3 reti e riportare in acque tranquille il risultato, gap inutilmente ridotto a 2 in zona Cesarini dalla mai doma compagine di capitan Luca Domini. Da segnalare i 4 legni colpiti dalla formazione di casa che, in qualche modo, certificano la piccola superiorità evidenziata in campo”. Per la cronaca il match si conclude sull’8 a 6. Alle percussioni offensive locali targate Lorenzoni (4), Scotto (2), Miani e Bressan, gli ospiti replicano con Bello (2), Bressanelli(2), Benedetti e Domini. Miglior giocatore dell’incontro è Gianni Miani: imperioso in difesa, ottimo suggeritore e lesto finalizzatore sotto porta.

Amarezza invece in casa Abramo Impianti,che soccombe davanti ad un Manzignel (4 a 6 il finale) attrezzato per traguardi importanti. La disamina del locale Marino Blason è perentoria: “Complimenti al Manzignel. E’ un piacere giocarci contro! Noi invece, dopo venti anni di partecipazione, commettiamo sempre gli stessi errori e per quanto mi riguarda non riesco più a divertirmi. Probabilmente è ora di appendere le scarpa al chiodo”. Parole pesanti,  frutto del momento e che, probabilmente, vogliono essere da stimolo per risvegliare l’attenzione dei suoi.  D’altronde è solo la prima giornata e ci sarà tempo per rifarsi e ritrovare il sacro fuoco della passione.

Print Friendly, PDF & Email