normativa

Normativa - Regolamento Organico - Organizzazione dei settori
In vigore dal 08/06/2017
Per visualizzare il precedente testo dell'articolo (a destra) e le differenze rispetto a quello oggi in vigore clicca sulle seguenti date: 31/07/2007, 26/07/2000

12 Settore arbitrale

Il settore arbitrale ha il compito di organizzare l'attività arbitrale e di collaborare alla formazione di arbitri, guardalinee ufficiali, designatori.
Il settore arbitrale è composto dai seguenti soggetti:
a) responsabile, che resta in carica fino alla durata del mandato dello stesso consiglio direttivo e garantisce l'adempimento degli indirizzi fornitigli da quest'ultimo. Il responsabile svolge compiti di direzione, organizzazione, formazione e di coordinamento e può suggerire i nominativi dei formatori limitatamente al proprio settore.
b) consulta, che è composta da 4 a 10 tesserati del settore. A inizio mandato il responsabile di settore indica il numero dei componenti e nomina la metà degli stessi. L'altra metà viene eletta dall'assemblea di settore secondo le modalità indicate dalle norme di partecipazione, che devono essere pubblicate almeno 20 giorni prima della riunione. Gli interessati dovranno presentare la loro candidatura entro il termine perentorio di 5 giorni prima dell'assemblea.
La consulta ha i seguenti compiti:
1- curare l'aggiornamento e l'interpretazione delle regole del gioco del calcio;
2- predisporre i piani per il reclutamento arbitrale;
3- proporre alla LCFC le modifiche alla Normativa attinenti al settore.
c) designatore/i arbitrale/i, che - scelto/i dal responsabile - ha/hanno il compito di designare gli arbitri e i guardalinee ufficiali alla direzione delle singole gare;
d) segretario, che - scelto dal responsabile - ha compiti delegati in materia tecnico-organizzativa;
e) assemblea del settore arbitrale, che ha il potere di nominare i delegati del settore all'assemblea della LCFC. L'assemblea è convocata dal presidente della LCFC o dal responsabile del settore o da almeno 1/3 dei componenti del settore, attraverso la pubblicazione dell'ordine del giorno sul comunicato ufficiale, che deve avvenire almeno 7 giorni prima della riunione.
All'assemblea partecipano tutti i componenti del settore.
L'assemblea decide a maggioranza relativa e si riunisce possibilmente una volta ogni mese per informazioni di carattere istruttivo e d'aggiornamento, per deliberare su ogni questione relativa al settore, per le comunicazioni sull'attività del settore e per il ritiro delle diarie corrisposte ai tesserati del settore.
La LCFC ha l'obbligo di fornire all'arbitro la Normativa e la convenzione che la LCFC stipula con le associazioni organizzatrici dei tornei non ufficiali. È dovere dell'arbitro visionare settimanalmente il sito www.lcfc.it e leggere il comunicato ufficiale ogni venerdì.

12 Settore arbitrale

Il settore arbitrale ha il compito di organizzare l'attività arbitrale e di collaborare alla formazione di arbitri, guardalinee ufficiali, designatori.
Il settore arbitrale è composto dai seguenti soggetti:
a) Responsabile, che resta in carica fino alla durata del mandato dello stesso Consiglio direttivo e garantisce l'adempimento degli indirizzi fornitigli da quest'ultimo. Il responsabile svolge compiti di direzione, organizzazione, formazione e di coordinamento e può suggerire i nominativi dei formatori limitatamente al proprio settore.
b) Consulta, che è composta da 4 a 10 tesserati del settore. A inizio mandato il responsabile di settore indica il numero dei componenti e nomina la metà degli stessi. L'altra metà viene eletta dall'Assemblea di settore secondo le modalità indicate dalle norme di partecipazione, che devono essere pubblicate almeno 20 giorni prima della riunione. Gli interessati dovranno presentare la loro candidatura entro il termine perentorio di 5 giorni prima dell'Assemblea.
La Consulta ha i seguenti compiti:
1- curare l'aggiornamento e l'interpretazione delle regole del gioco del calcio;
2- predisporre i piani per il reclutamento arbitrale;
3- proporre alla LCFC le modifiche alla Normativa attinenti al settore.
c) Designatore/i arbitrale/i, che - scelto/i dal responsabile - ha/hanno il compito di designare gli arbitri e i guardalinee ufficiali alla direzione delle singole gare;
d) Segretario, che - scelto dal responsabile - ha compiti delegati in materia tecnico-organizzativa;
e) Assemblea del settore arbitrale, che ha il potere di nominare i delegati del settore all'Assemblea della LCFC. L'Assemblea è convocata dal Presidente della LCFC o dal responsabile del settore o da almeno 1/3 dei componenti del settore, attraverso la pubblicazione dell'ordine del giorno sul Comunicato ufficiale, che deve avvenire almeno 7 giorni prima della riunione.
All'Assemblea partecipano tutti i componenti del settore.
L'Assemblea decide a maggioranza relativa e si riunisce possibilmente una volta ogni mese per informazioni di carattere istruttivo e d’aggiornamento, per deliberare su ogni questione relativa al settore, per le comunicazioni sull'attività del settore e per il ritiro delle diarie corrisposte ai tesserati del settore.
In occasione dell’elezione dei componenti della Consulta, l’Assemblea nomina un componente della Commissione per le fasce di merito arbitrali (art. 40 RA), che verifica la regolarità delle operazioni.
La LCFC ha l’obbligo di fornire all’arbitro la Normativa e la convenzione che la LCFC stipula con le Associazioni organizzatrici dei tornei non ufficiali. È dovere dell’arbitro visionare settimanalmente il sito www.lcfc.it e leggere il Comunicato ufficiale ogni venerdì.

12 Settore arbitrale

Il settore arbitrale ha il compito di organizzare l'attività arbitrale e di promuovere la formazione di arbitri, guardalinee ufficiali,osservatori speciali, designatori.
Il settore arbitrale è composto dai seguenti soggetti:
a) Responsabile, che resta in carica fino alla durata del mandato dello stesso Consiglio direttivo e garantisce l'adempimento degli indirizzi fornitigli da quest'ultimo. Il responsabile svolge compiti di direzione, organizzazione, formazione e di coordinamento e può indicare i nominativi dei formatori limitatamente al proprio settore.
b) Consulta, che è composta da massimo 7 tesserati del settore.Tali nominativi sono scelti dal Responsabile che li propone all'Assemblea del Settore la qual decide in merito.In mancanza di approvazione il responsabile propone una nuova composizione della Consulta, secondo le indicazioni espresse dagli associati.In caso di ulteriore mancata approvazione, il Responsabile di Settore deve rassegnare il suo mandato al Presidente della lcfc il quale con l'avvallo del Consiglio direttivo o nomina un nuovo responsabile o commissaria il Settore.
La Consulta ha i seguenti compiti:
I. di curare l'aggiornamento e l'interpretazione delle regole del gioco del calcio;
II. di predisporre i piani per il reclutamento arbitrale;
III. di proporre alla LCFC la nomina degli arbitri benemeriti;
IV. di proporre alla lcfc le modifiche alla Normativa generale attinenti al Settore.
c) Referente degli Osservatori speciali, che-scelto dal Responsabile- hail compito di coordinare l'attività svolta dagli osservatori speciali;
d) Designatore/i arbitrale/i, che - scelto/i dal responsabile - ha/hanno il compito di designare gli arbitri e i guardalinee ufficiali alla direzione delle singole gare;
e) Segretario, che - scelto dal responsabile - ha compiti delegati in materia tecnico-organizzativa;
f) Assemblea del settore arbitrale, che ha il potere di nominare i delegati del settore all'Assemblea della LCFC. L'Assemblea è convocata dal Presidente della LCFC o dal responsabile del settore o da almeno 1/3 dei componenti del settore, attraverso la pubblicazione dell'ordine del giorno sul Comunicato ufficiale, che deve avvenire almeno 20 giorni prima della riunione.
All'Assemblea partecipano tutti i componenti del settore.
L'Assemblea decide a maggioranza relativa e si riunisce possibilmente una volta ogni mese con i seguenti compiti:
I. prima dell'inizio della stagione agonistica per approvare o proporre i programmi relativi all'attività di settore, per proporre eventuali modifiche alla normativa generale relative a quanto riguardi il Settore e per approvare la nomina del Responsabile e della Consulta;
II.negli altri casi per deliberare su ogni questione relativa al Settore, per le comunicazioni sull'attività del Settore e per il ritiro delle diarie corrisposte ai Tesserati di Settore.

Articolo precedente: 11 Settore attività
Articolo successivo: 13 Settore disciplinare
Print Friendly, PDF & Email