normativa

Normativa - Regolamento Organico - Organizzazione dei settori
In vigore dal 16/03/2017
Per visualizzare il precedente testo dell'articolo (a destra) e le differenze rispetto a quello oggi in vigore clicca sulle seguenti date: 06/10/2016, 17/07/2014, 02/09/2010, 31/07/2007, 10/08/2006, 26/07/2000

11 Settore attività

Il settore attività ha il compito di organizzare l'attività sportiva e di collaborare alla formazione dei dirigenti e degli operatori in genere.
Il settore attività è composto dai seguenti soggetti:
a) responsabile, che resta in carica fino alla durata del mandato dello stesso consiglio direttivo e garantisce l'adempimento degli indirizzi fornitigli da quest'ultimo.
Il responsabile svolge compiti di direzione, organizzazione e di coordinamento e può suggerire i nominativi dei formatori limitatamente al proprio settore.
Può inoltre emanare le norme di partecipazione alle manifestazioni qualora le stesse non siano sostanzialmente diverse da quelle della stagione precedente;
b) commissioni organizzative, che hanno i compiti loro delegati dal responsabile;
c) addetti, che sono delegati all'organizzazione nei singoli ambiti, categorie e discipline;
d) [abrogato]

11 Settore attività

Il settore attività ha il compito di organizzare l'attività sportiva e di collaborare alla formazione dei dirigenti e degli operatori in genere.
Il settore attività è composto dai seguenti soggetti:
a) responsabile, che resta in carica fino alla durata del mandato dello stesso consiglio direttivo e garantisce l'adempimento degli indirizzi fornitigli da quest'ultimo.
Il responsabile svolge compiti di direzione, organizzazione e di coordinamento e può suggerire i nominativi dei formatori limitatamente al proprio settore.
Può inoltre emanare le norme di partecipazione alle manifestazioni qualora le stesse non siano sostanzialmente diverse da quelle della stagione precedente;
b) commissioni organizzative, che hanno i compiti loro delegati dal Responsabile;
c) addetti, che sono delegati all'organizzazione nei singoli ambiti, categorie e discipline;
d) visionatori arbitrali, che sono iscritti all'apposito albo, previa nomina del consiglio direttivo a seguito del superamento dell'esame di abilitazione e dopo la frequentazione di un corso sulla Normativa e le regole del gioco del calcio a 5 e a 11.
Ai visionatori, che devono essere maggiorenni, è rilasciata la tessera prevista per i dirigenti.
La figura del visionatore è incompatibile con la funzione dell’arbitro.
L'attività dei visionatori è coordinata dal referente, che opera secondo gli indirizzi forniti dal consiglio direttivo, dal quale è nominato.
Il referente designa i visionatori per osservare gli arbitri e valutarne il comportamento e la prestazione durante la gara. Il referente relaziona periodicamente il Consiglio direttivo in merito all'attività svolta dai visionatori.
Il referente indice riunioni periodiche con tutti i visionatori per aggiornare la loro formazione, per coordinarne l'attività e per valutare gli arbitri. L’abilitazione alla funzione è subordinata alla frequentazione di tali riunioni e la mancata partecipazione a oltre la metà delle stesse comporta l’obbligo di sostenere un esame di verifica. Delle riunioni deve essere tenuto un verbale.
Il visionatore ha il compito di:
a) verificare il regolare andamento delle partite;
b) visionare i direttori di gara e i guardalinee ufficiali, valutando le loro capacità tecniche, attitudinali e comportamentali;
c) [abrogato];
d) [abrogato];
e) controllare il comportamento di tutti i tesserati e il rispetto delle norme;
f) [abrogato];
g) redigere nella propria area personale del sito web della LCFC una relazione, su quanto accertato;
h) trasmettere la relazione al giudice disciplinare nel caso di accertamento di comportamenti illeciti di tesserati;
i) [abrogato];
j) svolgere altri compiti che il referente può affidargli;
k) [abrogato].
Il visionatore ha diritto di prendere visione sul campo dei seguenti documenti: le liste gara delle Associazioni e i documenti di riconoscimento.
Il visionatore può sostare in ogni parte del recinto di gioco. In tal caso dovrà presentarsi al direttore di gara.

11 Settore attività

Il settore attività ha il compito di organizzare l'attività sportiva e di collaborare alla formazione dei dirigenti e degli operatori in genere.
Il settore attività è composto dai seguenti soggetti:
a) responsabile, che resta in carica fino alla durata del mandato dello stesso consiglio direttivo e garantisce l'adempimento degli indirizzi fornitigli da quest'ultimo.
Il responsabile svolge compiti di direzione, organizzazione e di coordinamento e può suggerire i nominativi dei formatori limitatamente al proprio settore.
Può inoltre emanare le norme di partecipazione alle manifestazioni qualora le stesse non siano sostanzialmente diverse da quelle della stagione precedente;
b) commissioni organizzative, che hanno i compiti loro delegati dal Responsabile;
c) addetti, che sono delegati all'organizzazione nei singoli ambiti, categorie e discipline;
d) osservatori speciali di Lega, che hanno compiuto la maggiore età e sono iscritti all'apposito albo, previa nomina del consiglio direttivo a seguito del superamento dell'esame di abilitazione e dopo la frequentazione di un corso.
Agli osservatori è rilasciata la tessera prevista per i dirigenti, senza la quale è loro vietato svolgere attività nell'ambito della LCFC. Gli osservatori non possono svolgere attività agonistica, tecnica, dirigenziale o collaborativa presso Associazioni calcistiche affiliate alla LCFC se non a seguito di autorizzazione da parte del consiglio direttivo: in tal caso non possono visionare le partite della stessa manifestazione alla quale la loro Associazione partecipa.
L'attività degli osservatori è coordinata da un referente, nominato dal Consiglio direttivo, che opera secondo gli indirizzi forniti dal consiglio direttivo, dal quale è nominato.
Il referente degli osservatori designa periodicamente questi ultimi a visionare le partite, sulla base delle indicazioni fornitegli dai responsabili dei settori attività e arbitrale e dal designatore arbitrale. Il referente relaziona periodicamente in merito all'attività svolta dagli osservatori al consiglio direttivo e al designatore arbitrale, il quale deve effettuare le designazioni sulla base delle valutazioni fornitegli dal referente.
Il referente indice riunioni periodiche con tutti gli osservatori per aggiornare la loro formazione, per discutere sui fatti avvenuti, nonché per coordinarne l'attività. L’abilitazione alla funzione è subordinata alla frequentazione di un corso di aggiornamento annuale. In caso di mancata partecipazione, anche parziale, l’Osservatore dovrà sostenere un esame di verifica.
L'osservatore ha il compito di:
a) verificare il regolare andamento delle partite;
b) visionare i direttori di gara e i guardalinee ufficiali, valutando le loro capacità tecniche, attitudinali e comportamentali;
c) consigliare gli arbitri e i guardalinee ufficiali in merito alle metodologie di direzione della gara, sulla base di quanto emerso durante la partita;
d) collaborare con tutti i tesserati per la soluzione di problematiche attinenti ai rapporti tra tesserati, associazioni, LCFC e pubbliche amministrazioni;
e) controllare il comportamento di tutti i tesserati e il rispetto delle norme;
f) svolgere indagini, dopo apposita delega, su comportamenti illeciti di tesserati, eccetto quelli di competenza del procuratore di Lega;
g) redigere una relazione su quanto accertato in modo completo, veridico e leggibile;
h) trasmettere la relazione al loro Referente. La relazione dovrà essere inoltrata, notiziando il Referente, anche al Settore disciplinare nel caso in cui l'osservatore abbia accertato comportamenti illeciti di tesserati;
i) verificare, su specifico incarico del loro referente, l'idoneità dei campi di gioco e degli impianti sportivi;
j) svolgere altri compiti che il loro referente può affidargli;
k) verificare il rispetto della convenzione stipulata tra la LCFC e l’associazione organizzatrice del torneo non ufficiale.
L'osservatore può prendere visione sul campo dei seguenti documenti: le liste gara delle Associazioni e i documenti di riconoscimento.
L'osservatore può sostare in ogni parte del recinto di gioco. In tal caso dovrà presentarsi al direttore di gara.
Le funzioni dell'osservatore possono essere cumulate con altri incarichi. Il cumulo delle funzioni dà comunque diritto al pagamento di un unico rimborso spese.
È compito dell'ufficio presidenza indire il corso di formazione e l'esame di abilitazione degli osservatori, prevedere le materie di insegnamento e individuare i docenti.

11 Settore attività

Il Settore attività ha il compito di organizzare l'attività sportiva e di collaborare alla formazione dei Dirigenti e degli Operatori in genere.
Il Settore attività è composto dai seguenti soggetti:
a) Responsabile, che resta in carica fino alla durata del mandato dello stesso Consiglio direttivo e garantisce l'adempimento degli indirizzi fornitigli da quest'ultimo.
Il Responsabile svolge compiti di direzione, organizzazione e di coordinamento e può suggerire i nominativi dei formatori limitatamente al proprio Settore.
Può inoltre emanare le norme di partecipazione alle manifestazioni qualora le stesse non siano sostanzialmente diverse da quelle della stagione precedente;
b) commissioni organizzative, che hanno i compiti loro delegati dal Responsabile;
c) addetti, che sono delegati all'organizzazione nei singoli ambiti, categorie e discipline;
d) osservatori speciali di Lega, che hanno compiuto la maggiore età e sono iscritti all'apposito Albo, previa nomina del Consiglio direttivo a seguito del superamento dell'esame di abilitazione e dopo la frequentazione di un corso.
Agli Osservatori è rilasciata la tessera prevista per i Dirigenti, senza la quale è loro vietato svolgere attività nell'ambito della LCFC. Gli osservatori non possono svolgere attività agonistica, tecnica, dirigenziale o collaborativa presso Associazioni calcistiche affiliate alla LCFC se non a seguito di autorizzazione da parte del Consiglio direttivo: in tal caso non possono visionare le partite della stessa manifestazione alla quale la loro Associazione partecipa.
L'attività degli Osservatori è coordinata da un Referente, nominato dal Consiglio direttivo, che opera secondo gli indirizzi forniti dal Consiglio direttivo, dal quale è nominato.
Il Referente degli Osservatori designa periodicamente questi ultimi a visionare le partite, sulla base delle indicazioni fornitegli dai Responsabili dei Settori Attività e Arbitrale e dal Designatore arbitrale. Il Referente relaziona periodicamente in merito all'attività svolta dagli Osservatori al Consiglio direttivo e al Designatore arbitrale, il quale deve effettuare le designazioni sulla base delle valutazioni fornitegli dal Referente.
Il Referente indice riunioni periodiche con tutti gli osservatori per aggiornare la loro formazione, per discutere sui fatti avvenuti, nonché per coordinarne l'attività. L’abilitazione alla funzione è subordinata alla frequentazione di un corso di aggiornamento annuale. In caso di mancata partecipazione, anche parziale, l’Osservatore dovrà sostenere un esame di verifica.
L'Osservatore ha il compito di:
a) verificare il regolare andamento delle partite;
b) visionare i Direttori di gara e i Guardalinee ufficiali, valutando le loro capacità tecniche, attitudinali e comportamentali;
c) consigliare gli Arbitri e i Guardalinee ufficiali in merito alle metodologie di direzione della gara, sulla base di quanto emerso durante la partita;
d) collaborare con tutti i tesserati per la soluzione di problematiche attinenti ai rapporti tra tesserati, Associazioni, LCFC e Pubbliche Amministrazioni;
e) controllare il comportamento di tutti i Tesserati e il rispetto delle norme;
f) svolgere indagini, dopo apposita delega, su comportamenti illeciti di tesserati, eccetto quelli di competenza del Procuratore di Lega;
g) redigere una relazione su quanto accertato in modo completo, veridico e leggibile;
h) trasmettere la relazione al loro Referente. La relazione dovrà essere inoltrata, notiziando il Referente, anche al Settore disciplinare nel caso in cui l'Osservatore abbia accertato comportamenti illeciti di tesserati;
i) verificare, su specifico incarico del loro Referente, l'idoneità dei campi di gioco e degli impianti sportivi;
j) svolgere altri compiti che il loro Referente può affidargli;
k) verificare il rispetto della Convenzione stipulata tra la LCFC e l’Associazione organizzatrice del torneo non ufficiale.
L'Osservatore può prendere visione sul campo dei seguenti documenti: le liste gara delle Associazioni e i documenti di riconoscimento.
L'osservatore può sostare in ogni parte del recinto di gioco. In tal caso dovrà presentarsi al direttore di gara.
Le funzioni dell'osservatore possono essere cumulate con altri incarichi. Il cumulo delle funzioni dà comunque diritto al pagamento di un unico rimborso spese.
È compito del Settore Formazione indire il corso di formazione e l'esame di abilitazione degli Osservatori, prevedere le materie di insegnamento e individuare i docenti.

11 Settore attività

Il Settore attività ha il compito di organizzare l'attività sportiva e di collaborare alla formazione dei Dirigenti e degli Operatori in genere.
Il Settore attività è composto dai seguenti soggetti:
a) Responsabile, che resta in carica fino alla durata del mandato dello stesso Consiglio direttivo e garantisce l'adempimento degli indirizzi fornitigli da quest'ultimo.
Il Responsabile svolge compiti di direzione, organizzazione e di coordinamento e può suggerire i nominativi dei formatori limitatamente al proprio Settore.
Può inoltre emanare le norme di partecipazione alle manifestazioni qualora le stesse non siano sostanzialmente diverse da quelle della stagione precedente;
b) commissioni organizzative, che hanno i compiti loro delegati dal Responsabile;
c) addetti, che sono delegati all'organizzazione nei singoli ambiti, categorie e discipline;
d) osservatori speciali di Lega : sono osservatori Speciali di Legai tesserati che hanno compiuto la maggiore età e sono iscritti all'apposito Albo, previa nomina del Consiglio direttivo a seguito del superamento dell'esame di abilitazione e dopo la frequentazione di un corso.
Agli Osservatori è rilasciata la tessera prevista per i Dirigenti, senza la quale è loro vietato svolgere attività nell'ambito della LCFC. Gli osservatori non possono svolgere attività agonistica, tecnica, dirigenziale o collaborativa presso Associazioni calcistiche affiliate alla LCFC se non a seguito di autorizzazione da parte del Consiglio direttivo: in tal caso non possono visionare le partite della stessa manifestazione alla quale la loro Associazione partecipa.
L'attività degli Osservatori è coordinata da un Referente, nominato dal Consiglio direttivo, che opera secondo gli indirizzi forniti dal Consiglio direttivo, dal quale è nominato.
Il Referente degli Osservatori designa periodicamente questi ultimi a visionare le partite, sulla base delle indicazioni fornitegli dai Responsabili dei Settori Attività e Arbitrale e dal Designatore arbitrale. Il Referente relaziona periodicamente in merito all'attività svolta dagli Osservatori al Consiglio direttivo e al Designatore arbitrale, il quale deve effettuare le designazioni sulla base delle valutazioni fornitegli dal Referente.
Il Referente indice riunioni periodiche con tutti gli osservatori per aggiornare la loro formazione, per discutere sui fatti avvenuti, nonché per coordinarne l'attività. L’abilitazione alla funzione è subordinata alla frequentazione di un corso di aggiornamento annuale. In caso di mancata partecipazione, anche parziale, l’Osservatore dovrà sostenere un esame di verifica.
L'Osservatore ha il compito di:
a) verificare il regolare andamento delle partite;
b) accertare la regolarità del tesseramento;
c) visionare i Direttori di gara e i Guardalinee ufficiali, valutando le loro capacità tecniche, attitudinali e comportamentali;
d) consigliare gli Arbitri e i Guardalinee ufficiali in merito alle metodologie di direzione della gara, sulla base di quanto emerso durante la partita;
e) collaborare con tutti i tesserati per la soluzione di problematiche attinenti ai rapporti tra tesserati, Associazioni, LCFC e Pubbliche Amministrazioni;
f) controllare il comportamento di tutti i Tesserati e il rispetto delle norme;
g) svolgere indagini su comportamenti illeciti di tesserati, eccetto quelli di competenza del Procuratore di Lega;
h) redigere una relazione su quanto accertato in modo completo, veridico e leggibile;
i) trasmettere la relazione al loro Referente. La relazione dovrà essere inoltrata, notiziando il Referente, anche al Settore disciplinare nel caso in cui l'Osservatore abbia accertato comportamenti illeciti di tesserati;
j) verificare, su specifico incarico del loro Referente su indicazione del Responsabile attività, l'idoneità dei campi di gioco e degli impianti sportivi;
k) svolgere altri compiti che il loro Referente può affidargli;
l) verificare il rispetto della Convenzione stipulata tra la LCFC e l’Associazione organizzatrice del torneo non ufficiale.
L'Osservatore può prendere visione sul campo dei seguenti documenti: il referto dell' Arbitro, le liste gara delle Associazioni e i documenti di riconoscimento.
L'osservatore di Lega può sostare in ogni parte del recinto di gioco. In tal caso dovrà presentarsi al direttore di gara.
Le funzioni dell'osservatore di Lega possono essere cumulate con altri incarichi. Il cumulo delle funzioni dà comunque diritto al pagamento di un unico rimborso spese.
È compito del Settore Formazione indire il corso di formazione e l'esame di abilitazione degli Osservatori, prevedere le materie di insegnamento e individuare i docenti.

11 Settore attività

Il Settore attività ha il compito di organizzare l'attività sportiva e di collaborare alla formazione dei Dirigenti e degli Operatori in genere.
Il Settore attività è composto dai seguenti soggetti:
a) Responsabile, che resta in carica fino alla durata del mandato dello stesso Consiglio direttivo e garantisce l'adempimento degli indirizzi fornitigli da quest'ultimo.
Il Responsabile svolge compiti di direzione, organizzazione e di coordinamento e può suggerire i nominativi dei formatori limitatamente al proprio Settore.
Può inoltre emanare le norme di partecipazione alle manifestazioni qualora le stesse non siano sostanzialmente diverse da quelle della stagione precedente;
b) commissioni organizzative, che hanno i compiti loro delegati dal Responsabile;
c) addetti, che sono delegati all'organizzazione nei singoli ambiti, categorie e discipline;

11 Settore attività

Il Settore attività ha il compito di organizzare l'attività sportiva e di promuovere la formazione dei Dirigenti e degli Operatori in genere.
Il Settore attività è composto dai seguenti soggetti:
a) Responsabile, che resta in carica fino alla durata del mandato dello stesso Consiglio direttivo e garantisce l'adempimento degli indirizzi fornitigli da quest'ultimo.
Il Responsabile svolge compiti di direzione, organizzazione,formazione e di coordinamento e può indicare i nominativi dei formatori limitatamente al proprio Settore.
Può inoltre emanare le norme di partecipazione alle manifestazioni qualora le stesse non siano sostanzialmente diverse da quelle della stagione precedente;
b) commissioni organizzative, che hanno i compiti loro delegati dal Responsabile;
c) addetti, che sono delegati all'organizzazione nei singoli ambiti, categorie e discipline;
d) osservatori speciali di Lega : che svolgono le loro funzioni alle dirette dipendenze del Responsabile del Settore attività e su delega di quest'ultimo.In particolare controllano il comportamento di tutti i Tesserati e il rispetto delle fonti normative;verificano il regolare andamento delle partite;svolgono accertamenti su eventuali casi d'illecito sportivo;accertano la regolarità del tesseramento;verificano l'idoneità dei campi di gioco e degli impianti sportivi;svolgono altri compiti che il Responsabile del Settore attività può affidargli.Il Responsabile del Settore attività può inviare sui campi di gara l'Osservatore di Lega con funzioni di controllo.A tal fine l'Osservatore di Lega può sostare in ogni parte del recinto di gioco e ha il diritto di prendere visione dei documenti ufficiali di gara.Nell'esercizio delle funzioni a lui delegate, l'Osservatore di Lega deve redigere una relazione dove sia annotato quanto accertato o svolto;l'atto dovrà poi essere trasmesso al Responsabile di Settore attività.Tali relazioni non devono interferire sugli aspetti tecnici delle gare.Se i fatti oggetto dell'indagine hanno rilevanza disciplinare, la relazione deve essere trasmessa al Giudice disciplinare competente.
Le funzioni dell'osservatore di Lega possono essere cumulate con altri incarichi. Qualora l'Osservatore di Lega ricopra anche le funzioni di Osservatore Speciale e venga designato in tale veste, deve redigere le relazioni di Osservatore di Lega e di Osservatore speciale.
Il cumulo delle funzioni di Osservatore di Lega e di Osservatore speciale da diritto al pagamento di un unico rimborso spese.

Articolo precedente: 10 Definizione di settore
Articolo successivo: 12 Settore arbitrale
Print Friendly, PDF & Email