normativa

Normativa - Regolamento Disciplina - Procedimenti disciplinari
In vigore dal 31/07/2007
Per visualizzare il precedente testo dell'articolo (a destra) e le differenze rispetto a quello oggi in vigore clicca sulle seguenti date: 10/08/2006, 26/07/2000

70 Rinuncia al ricorso innanzi all'organo giudicante

Le parti hanno facoltà di rinunciare al ricorso da loro presentato, purché ciò avvenga prima dell'adozione della decisione.
Non è ammessa la rinuncia al reclamo.
La rinuncia non ha effetto nei casi di illecito sportivo o per la posizione irregolare dei giocatori.

70 Cauzione

I reclami o i ricorsi agli organi disciplinari sottoindicati devono essere accompagnati dalle cauzioni i cui importi sono a margine riportati:
Organo giudicante Cauzione
Giudice disciplinare (I° grado) euro 25,00
Giudice disciplinare (II° grado) euro 50,00
Corte di Giustizia (III° grado) euro 75,00
In caso di rinuncia al ricorso-esposto o al ricorso, la cauzione deve essere restituita o non trattenuta, purché la rinuncia stessa sia pervenuta nel termine previsto dall’articolo 73 RD. Qualora i ricorsi-esposti o i ricorsi siano respinti, la cauzione è trattenuta; se accolti, anche parzialmente, la cauzione deve essere restituita integralmente o non trattenuta. Qualora il ricorso sia stato accolto,può essere restituita se trattenuta, la cauzione versata in primo grado.
Per i ricorsi-esposti o i ricorsi presentati dal Presidente della LCFC o dal Responsabile del Settore arbitrale non è prevista alcuna cauzione.
Se gli Organi giudicanti ritengano il ricorso-esposto o il ricorso manifestamente infondato, oltre alla ritenzione della cauzione, possono condannare il ricorrente al pagamento di una somma pari a metà dell’importo della stessa cauzione.

70 Cauzione

I ricorsi-esposti o i ricorsi agli organi disciplinari sottoindicati devono essere accompagnati dalle cauzioni i cui importi sono a margine riportati:
Organo giudicante Cauzione
Giudice disciplinare (I° grado) 50.000 (€ 25.82)
Giudice disciplinare (II° grado) 100.000 (€ 51.65)
Organo disciplinare di terzo grado
si fa riferimento a quanto previsto dai Regolamenti
dell'Ente a cui la LCFC è eventualmente affiliata
In caso di rinuncia al ricorso-esposto o al ricorso, la cauzione deve essere restituita o non trattenuta, purché la rinuncia stessa sia pervenuta nel termine previsto dall’articolo 73 RD. Qualora i ricorsi-esposti o i ricorsi siano respinti, la cauzione è trattenuta; se accolti, anche parzialmente, la cauzione deve essere restituita integralmente o non trattenuta. Qualora il ricorso sia stato accolto,può essere restituita se trattenuta, la cauzione versata in primo grado.
Per i ricorsi-esposti o i ricorsi presentati dal Presidente della LCFC o dal Responsabile del Settore arbitrale non è prevista alcuna cauzione.
Se gli Organi giudicanti ritengano il ricorso-esposto o il ricorso manifestamente infondato, oltre alla ritenzione della cauzione, possono condannare il ricorrente al pagamento di una somma pari a metà dell’importo della stessa cauzione.

Articolo precedente: 69 Procedura di ricevimento e di trasmissione del reclamo o del ricorso o del controricorso all'organo giudicante
Articolo successivo: 71 Istanza
Print Friendly, PDF & Email