normativa

Normativa - Regolamento Attività - Direzione delle gare
In vigore dal 21/09/2017
Per visualizzare il precedente testo dell'articolo (a destra) e le differenze rispetto a quello oggi in vigore clicca sulle seguenti date: 03/09/2009, 31/07/2007, 26/07/2000

49 Facoltà dell'ufficiale di gara di partecipare alle gare come atleta o dirigente e obblighi conseguenti (art. 18 R.A.)

Nell'ipotesi in cui l'arbitro intenda partecipare a gare come atleta o dirigente deve darne tempestiva comunicazione al responsabile del settore arbitrale, pena le sanzioni previste dall'articolo 146 R.D.
Nel caso in cui l'arbitro subisca una sanzione disciplinare superiore a una giornata nelle sua veste d'atleta o dirigente è interdetto dall'attività di l'arbitro per il medesimo periodo e viceversa.

49 Facoltà dell'ufficiale di gara di partecipare alle gare come atleta o dirigente e obblighi conseguenti (art. 18 R.A.)

Nell'ipotesi in cui l'ufficiale di gara intenda partecipare a gare come atleta o dirigente deve darne tempestiva comunicazione al responsabile del settore arbitrale, pena le sanzioni previste dall'articolo 146 R.D.
Nel caso in cui l'ufficiale di gara subisca una sanzione disciplinare superiore a una giornata nelle sua veste d'atleta o dirigente è interdetto dall'attività di ufficiale di gara per il medesimo periodo e viceversa.

49 Facoltà dell'ufficiale di gara di partecipare alle gare come atleta o dirigente o allenatore e obblighi conseguenti (art. 17 RA)

Nell'ipotesi in cui l'Ufficiale di gara intenda partecipare a gare come Atleta o Dirigente deve darne tempestiva comunicazione al Responsabile del Settore Arbitrale, pena le sanzioni previste dall'articolo 146 RD. Nel caso in cui l'Ufficiale di gara subisca una sanzione disciplinare superiore a una giornata nelle sua veste d'Atleta o Dirigente è interdetto dall'attività di Ufficiale di gara per il medesimo periodo e viceversa.

49 Facoltà dell'ufficiale di gara di partecipare alle gare come atleta o dirigente o allenatore e obblighi conseguenti (art. 20 RA)

Nell'ipotesi in cui l'Ufficiale di gara intenda partecipare a gare come Atleta o Dirigente deve darne tempestiva comunicazione al Responsabile del Settore Arbitrale, pena le sanzioni previste dall'articolo 149 RD. Nel caso in cui l'Ufficiale di gara subisca una sanzione disciplinare superiore a una giornata nelle sua veste d'Atleta o Dirigente è interdetto dall'attività di Ufficiale di gara per il medesimo periodo e viceversa.

Articolo precedente: 48 Direzione di gare non rientranti nell'attività della LCFC
Articolo successivo: 50 Diaria e rimborso spese (Abrogato)
Print Friendly, PDF & Email