normativa

Normativa - Carta dei Principi
In vigore dal 26/07/2000

3 Principi organizzativi della LCFC

a) Princìpio di associazionismo: qualsiasi funzione deve essere ricoperta esclusivamente da soci.
b) Princìpio di pari opportunità: la LCFC deve assicurare ai rappresentanti dei soci collettivi e individuali, senza discriminazioni, la possibilità di accesso a tutti i livelli statutari e organizzativi. La LCFC non può consentire l'affiliazione di associazioni che non garantiscano pari opportunità ai loro soci.
c) Princìpio di flessibilità: l'organizzazione amatoriale deve sviluppare strumenti tecnico organizzativi che privilegino la possibilità di fare calcio, rispetto ai rigidi schemi di natura burocratica.
d) Princìpio di autonomia normativa: la LCFC ha assoluta autonomia normativa. Nel caso in cui la LCFC si affili a un ente di promozione sportiva le norme, gli atti e le disposizioni emanate dalla LCFC non devono essere in contrasto con quelli emessi dall'ente.
La norma emanata dalla LCFC che sia contraria ai princìpi della Carta è illegittima e pertanto affetta da nullità assoluta; essa è quindi disapplicabile con effetto immediato e non retroattivo.
L'organo cui compete il vaglio di legittimità è l'organo disciplinare di ultima istanza.
e) Princìpio di certezza: la LCFC deve garantire l'applicazione certa dei regolamenti e delle norme in genere e non determinare una situazione di incertezza sulle norme da adottare o sulle procedure di applicazione delle stesse, né deve determinare lacune o vuoti normativi o situazioni incompatibili rispetto alla Normativa.
f) Princìpio di conoscibilità: tutti gli associati devono essere messi nelle condizioni di conoscere tempestivamente la normativa in vigore.

Articolo precedente: 2 Principi a fondamento dei diritti e dei doveri delle associazioni e dei soci
Articolo successivo: 4 Principi dell'attività amatoriale
Print Friendly, PDF & Email