Eccellenza, un turno con troppe (inutili) tensioni

Dopo la pausa di Ferragosto, si è finalmente potuta giocare la decima giornata del campionato di Eccellenza, turno che  vedeva contrapporsi le due squadre prime in classifica in un incontro che poteva rivelarsi già decisivo per il titolo finale, quello tra Real Tolmezzo e Calgaretto. 2 a 2 il  risultato sul campo in una gara macchiata da un episodio che poco ha a che vedere con lo sport, con il calcio giocato e soprattutto con la filosofia amatoriale. Premesso che l’arbitro non ha visto nulla, per cui a referto non compare nessuna nota sull’episodio, le cronache raccontano di un giocatore del Tolmezzo finito all’ospedale per aver ricevuto un pugno da un avversario.
Eppure prima del fattaccio una partita c’era stata, con Polo a realizzare entrambi i gol del Calgaretto, pennellando prima una punizione e poi approfittando di un errore del portiere. Per il Tolmezzo ci affidiamo alle parole del bomber Giorgio Petterin nella descrizione delle due reti: “Nonostante un Calgaretto solido e quadrato, dopo una mia sponda per Cigliani, dal suo sinistro parte un tiro che non perdona l’intervento imperfetto del portiere avversario. Nel finale, dopo essere passati in svantaggio, sarà il bagliore di Canton, inatteso ma vincente, a portare la partita sul pareggio”.

Tornando al calcio giocato, al Verzegnis riesce il colpo casalingo contro l’ex capolista Rigolato, che sta affrontando un momento delicato nella stagione con un solo punto raccolto nelle ultime tre partite. Per il Verzegnis questa vittoria vale il rientro nella lotta per il titolo visto il distacco minimo che lo separa dalla prima posizione. Perde terreno dalle posizioni di testa l‘Ibligine che cade in casa del combattivo Muec che insegue il terzultimo posto, valido per la salvezza. Ivan Gallizia del Muec parla di un match segnato dal nervosismo: “La partita era delicata per via delle situazioni di classifica delle due formazioni, certamente non sono mancate le motivazioni da entrambe le parti. Già dopo pochi minuti un giocatore degli ospiti viene espulso per un fallo di reazione. Solo nel finale però siamo riusciti a trovare il vantaggio grazie a Balossi che si è gettato su un rimpallo in area di rigore. Dopo il gol non sono mancati i brividi, con gli ospiti vicini al pareggio su una mezza disattenzione del portiere e con un’altra espulsione, stavolta tra le nostre file, dopo un fallo al quale è seguita una piccola mischia”. Col Muec vincente, diventano fondamentali i due punti raccolti dal Tilly’s Pub Sutrio sul campo di un SPQR al quale restano ormai poche chances di salvezza. Tanti i gol segnati nella partita giocata a Zuglio,  5-2 il risultato finale a favore di capitan Buzzi e compagni. L’SPQR terminerà addirittura l’incontro con due espulsioni, quelle di Larcher e Temil, chiudendo una giornata che, in Eccellenza, si è giocata all’insegna del nervosismo.

FraPai