Micidiale Thermokey. L’SOS, che Forte…zza

 

Nel campionato Friuli Collinare molte squadre cominciano ad accusare fatica. Soprattutto quelle compagini impiegante anche in Coppa Friuli.  Sicuramente Gunners e Nobile, in termini di brillantezza, hanno pagato qualcosa, uscendo di scena però estromesse dalle due squadre favorite alla corsa scudetto.  Una è sicuramente il Thermokey. I campioni in carica, nonostante manchi ancora un turno a conclusione dei gironcini eliminatori,  sono la prima squadra a centrare la semifinale. I suoi due esami  superati a pieni voti, la sua candidatura al titolo nuovamente proposta.  D’altronde lo squadrone di Teor ha uomini di spessore ed esperienza, capaci ad affrontare ogni  ostacolo con il piglio giusto. Anche se di fronte ha squadre cariche d’entusiasmo come i Gunners Povoletto. >>Il Thermokey  ha meritato di vincere – racconta sportivamente Luca Beltrame.  Noi abbiamo creato poco e, anche se abbiamo messo carattere e orgoglio,  non siamo mai riusciti a impensierire l’estremo avversario. I nostri contendenti,  invece, hanno macinato più gioco, sfiorato il gol in più di un occasione. Lo svantaggio arriva però solo, a 20’ dalla fine, su autogol. Poi il Thermokey prende il largo con le conclusioni di Bozza e Odorico e sancisce il suo meritato successo>>.  A Ziracco, intanto,  opposto ai locali, c’era il Nobile Impianti. Quest’ultimo, nonostante conti l’assenza di qualche pedina importante come Favalessa, gioca alla pari, senza alcun timore referenziale,  con la corazzata di mister Fumolo. La sfida è equilibrata ma la scintilla scocca nel finale di tempo: prima Dugaro porta in vantaggio i locali, e poi il Nobile pareggia su rigore trasformato da Marson. In quest’occasione però al realizzatore,  reo di aver manifestato la sua gioia in maniera non consona, viene comminato il cartellino verde, poi trasformato (probabilmente per reiterate proteste) in rosso. Non servono a nulla le lagnanze degli ospiti che iniziano la ripresa con la stessa caparbietà del primo tempo. Ma lo Ziracco, usa la testa e l’esperienza per colpire: due lanci millimetrici, rispettivamente di Franzil e Mascia, imbeccano due volte Bonafin che non si fa pregare e realizza una doppietta d’autore. Il Nobile non ci sta, potrebbe accorciare ma  spreca una bella occasione. Alla fine una bella partita con due squadre che si sono rispettate e che, nella prossima stagione, si ritroveranno in Eccellenza. Sarà l’ultima gara del girone 3 a decidere chi accederà alla semifinale. La Dinamo Korda, passando sul campo di Majano con le prodezze di Goz e De Luca, estromette l’SS463 dai giochi e ora attende l’Amaranto in quella che sarà una la gara che vale una stagione. Stesso discorso per SOS Putiferio. Dugaro, Chiabai e Feruglio gli artefici del successo contro una Fortezza che nulla ha potuto contro il la maggior esperienza dei giallo neri di San Pietro. Il team delle Valli ora si giocherà lo scontro diretto con una delle rivelazioni del campionato, il Drag Store. In palio la possibilità di centrare la loro prima semifinale.

 

Pubblicato anche su Tremila Sport del 08/06/2012

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Leave a Reply

Devi essere loggato per inserire un commento