Mereto, la semifinale arriva dal dischetto

La Coppa Friuli di calcio a cinque giunge alla fase ad eliminazione diretta con i quarti di finale giocati tra venerdì e lunedì. La prima squadra a raggiungere le semifinali è stata il Passons C5 che, contro il Real Pittibull, ha rispettato eccome il pronostico ottenendo una vittoria larga anche nel punteggio.

Le doppiette di Sanna, Spangaro e Varutti, capocannoniere del torneo, assieme alle reti di Quaino, Furlano e Colautto, mostrano l’arsenale offensivo che il Passons ha a disposizione, nonostante il Real si fosse presentato con appena cinque giocatori, dei quali solo Mascaro è riuscito ad andare in gol. Con lo stesso punteggio di 9-1 La Bombonera ha superato senza grossi patemi l’ostacolo Salone Rossi Futsal, ispirata dalle triplette di Ermacora e Laurencigh e dai gol di Fazioli, Pevere e Valduga. E’ stata battaglia vera invece nel quarto di finale che vedeva opposti il NO al Putra Moderato e il Pertegada C5. Le doppiette di Chiarvesio, Maiero e Rovedo e il gol di Plos regalano al Putra il passaggio in semifinale, dove incontrerà la formazione del Passons. Al Pertegada non è riuscito il colpo in trasferta nonostante le reti di Crose, Genovese, Neri, Tonizzo e la doppietta di Mauro. L’ultimo quarto di finale, quello giocato dal Mereto C5 e dagli Sbregabalon FT, è forse il più emozionante, se non altro per il finale. E’ stata infatti necessaria la dolceamara lotteria dei rigori per decidere la squadra che, in semifinale, andrà a sfidare la Bombonera. Abbiamo chiesto a Luca Felettig, giocatore degli Sbregabalon, di raccontare per noi questa partita che, per lui e per i suoi ragazzi, si è conclusa nel peggiore dei modi: “La partita è stata molto divertente e combattuta, con un primo tempo nettamente di marca Sbregabalon, compatti, concentrati ed abili a sfruttare con cinismo ogni occasione. Andiamo al riposo sull’1-4 grazie alla doppietta di Cometti e alla rete mia e di Volpe. Nella ripresa partono meglio i padroni di casa, che sfruttano il nostro calo fisico e prima rimettono in pareggio la partita, poi addirittura riescono a portarsi in vantaggio per 5-4. Noi però non molliamo e dopo 15’ sotto assedio riprendiamo in mano il match, creando più volte il pareggio, che arriva a 4’ dal termine grazie ad un gran diagonale di Papa. In pieno recupero una velenosa punizione di Brusini sfiora il palo ma non entra, arriva poi il triplice fischio dell’ottimo Radivo. Alla lotteria dei rigori hanno la meglio i padroni di casa, dopo ben 9 penalty calciati da ambo le parti. Per noi è stato decisivo l’errore del portiere Gatto, autore però di grandi parate durante tutta la partita e penalizzato da un infortunio al ginocchio che non gli ha consentito di calciare con forza il rigore. Gioisce così il Mereto C5, fra il rammarico nostro che, numeri alla mano, avremmo forse meritato il passaggio del turno”.

Print Friendly, PDF & Email