Manzignel riprende fiato, Stappo frena la Bild

Sotto il segno dei Troncos la settima giornata del campionato Over 40 di calcio a 5. Il team di Martignacco riguadagna i galloni di leader dopo aver emesso sette acuti  che hanno stordito una potenziale concorrente al titolo, la Prost.

Eppure non è stata una partita di semplice gestione. Le due formazioni, sulla breccia da oltre 20 anni,  seppur legate dall’amicizia, in campo  non tolgono il piede dall’acceleratore e cercano di avere il  sopravvento l’una dell’altra. “La sfida  – racconta il mister ospite Massimiliano Somaglino parte sui binari dell’equilibrio, con scambi e belle azioni  su entrambe i fronti.  Sono i Troncos a sbrogliare la matassa con Giandomenico Ettore al quale, nell’azione successiva, replica il sempreverde bomber Carlo Scotto. Il ritmo, sostenuto, è dettato dal gioco più vivace dei Troncos, ma il primo atto si chiude sul 2 a 2 dopo le marcature di Andrea Luis Della Pietà e Carlo Romanello.  Il Prost può passare ma Lorenzoni sbaglia dalla lunetta. L’ episodio galvanizza i locali e fa perdere sicurezza agli ospiti. I Troncos sembrano più preparati fisicamente e brillanti, hanno più benzina nelle gambe e, anche se la Prost non molla cercando  di mettere i bastoni tra le ruote ai locali, la differenza la fanno Camillo Bon (tre gol al suo attivo)  e Jonny Bortolussi (doppietta) , capaci di dare lo strappo definitivo alla gara per un finale di 7 a 3. Comunque è stata una sfida basata sempre sul rispetto e lealtà quella tra  due sfidanti che, come sempre, concludono con un terzo tempo a base di festeggiamenti e birra”. 

Il team di capitan Tosolini ora è primo in vetta, ad un punto da una Bild fermata sul pareggio, primo stagionale, da un imprevedibile Stappo, caparbio a imbrigliare la solitamente agile manovra della squadra di Luca Domini. Il capitano delle camisete bianche racconta: “Dopo il nostro vantaggio lo Stappo ha capovolto il punteggio e la prima frazione si è chiusa sul 1-2. Nella ripresa si alternano i vantaggi e, nonostante una partita giocata prevalentemente all’attacco fallendo parecchie occasioni, siamo riusciti a pareggiare solo nel finale.  Gli ospiti sono stati bravi a  difendersi con i denti, utilizzando magari  qualche fallo tattico, ed a ripartire con decisione. Un autogol, due sigilli di De Benedetti ed uno di  Bello, i nostri scorer. Tutto sommato non  una delle nostre migliori prestazioni, soprattutto in attacco, anche se dobbiamo rendere merito agli avversari capaci di chiudere bene gli spazi“.

Risale la china l’Over Manzignel  che, dopo aver espugnato il terreno del c5 Santa Maria,  si  attesta a centro classifica in condominio con gli odierni avversari. “Tutte e due le contendenti hanno affrontato la sfida – chiosa l’ospite Luca Corgnali – in formazione rimaneggiata  con un solo cambio a disposizione.  Siamo partiti bene, giocando un  buonissimo primo tempo concluso sul punteggio di 4 a 0 e con reti giunte a conclusione di belle trame di gioco. Nella ripresa il Santa Maria tenta una reazione,ma il  Manzignel amministra bene una partita meritatamente conclusa sul punteggio di 5 a 2. Una vittoria che da morale a un Manzignel in cerca di continuità di prestazioni in un campionato per ora altalenante (3 vittorie e altrettante sconfitte)”. Per la cronaca  le reti locali  sono di Andrea Di MatteoFlavio Pegoraro, mentre per gli ospiti le firme portano i nomi di Luca Corgnali(2), Nicola Zamaro, Sandro Groppo e Francesco Disnan.

Ancora uno stop per l’Abramo Impianti che non riesce a scrollarsi di dosso lo zero in classifica. Ma la squadra udinese ci ha provato in tutti i modi, anche contro il  Narciso Group,  in una  partita equilibrata che ha messo in vetrina ottime giocate e l’exploit di uno scatenato Marino Blason, autore di una tripletta. Sul fronte ospite super prestazione del condottiero Stefano Regis che, con un poker personale, ha contribuito alla vittoria, di misura (6-7 il finale),   del team di Bicinicco.

Print Friendly, PDF & Email
css.php