Warriors, la salvezza prima della festa

Tell non è solo un leggendario eroe svizzero ma anche  un “condottiero” del calcio amatoriale che, dall’alto della sua presidenza, sta guidando i suoi Warriors al traguardo dei 20 anni. Ricorrenza che sarà festeggiata il prossimo 2 giugno a Laipacco, dove sono stati chiamati a raccolta tutti i giocatori e dirigenti che in quattro lustri hanno fattola storia  dei guerrieri. “Sarà una bella giornata – racconta Marco Tell – dove alla classifica partita amarcord, farà seguito un terzo tempo esemplare>>. Se il tempo non cancella le grandi imprese dei Warriors, la stagione in corso invece li vede soffrire per una classifica alquanto precaria. Il team rossoblu, anche grazie ai gol di Zaccomer e Vidotti e agli interventi decisivi del suo portierone Vosca, è riuscito ad espugnare il campo di Torsa,  una diretta contendente alla salvezza, maturando però un espulsione (fallo da ultimo uomo) e un cartellino verde. Sanzioni che aggiungono punti in Coppa Disciplina e che portano a superare quota 60, soglia oltre la quale viene defalcato un punto in classifica. >> Ora si fa tutto più difficile – ammette Tell – perché la situazione è diventata a dir poco complicata. Oltre ad aspettare i risultati dagli altri campi, dovremmo dare il massimo nelle ultime due gare con Sedilis, altra squadra in lotta per la salvezza, e il Thermokey, l’attuale campione in carica, per sperare di rimanere in Eccellenza. Purtroppo l’occasione d’oro è stata gettata al vento nel precedente turno quando, in vantaggio fino a 10 dal termine, con la gara in pugno, c’è stato un vero e proprio black out e il San Lorenzo ha approfittato per rimontare e superarci. Quello che è strano che con le grandi abbiamo quasi sempre fatto risultato, mentre con le altre siamo andati in sofferenza. Comunque vada  – continua Tell – sono contento di essere presidente di un gruppo fantastico che è rimasto sempre unito e che punta a rimanerlo. I risultati sul campo passano, l’amicizia tra i Warriors rimane>>. La coppa Disciplina penalizza anche il Sedilis: il team di Ermacora vince, grazie al solito Piccini, contro l’Amaranto ma si “becca” due ammonizioni che gli fanno raggiungere la temuta soglia che vale un punto in meno in classifica generale. Se il San Lorenzo continua a rincorrere l’autobus della salvezza  impattando in casa della capolista Ziracco, e il Flumignano recupera un punto d’oro dal difficile match in casa dello Jalmicco, i Gunners continuano a gettare il cuore oltre l’ostacolo fermando sul pareggio il temuto Corno. Ora la coda scotta con almeno 6 squadre in lotta per non scendere di categoria. Nella zona nobile della graduatoria va al Thermokey il big match contro un Flaibano, a rete con Zuccolotto e Zuttion, costretto alla resa dalla doppietta di Cudin e dal timbro del solito Giammetta.

Paolo Comini

Pubblicato anche su Tremila Sport del 08/04/2011

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Leave a Reply

Devi essere loggato per inserire un commento

css.php