L’Osteria al Gardilin doma la Dimensione Giardino e può pensare in grande

 

Prima Categoria: OSTERIA AL GARDILIN – DIMENSIONE GIARDINO 2-1

OSTERIA AL GARDILIN: Ursella, Culaon, Dalla Bona, Zanutta, Filippi (Cargnelutti), Regeni (Stefano Zentilin), Massimo Zentilin (Bragagnolo), Ceccherini, Falcomer, Mian.

DIMENSIONE GIARDINO: Verzegnassi, Chiarandini, Peresson (Perosa), Brugnola (D’Odorico), Davide Bernardis,Levaponti (Pittis), Vota, Federico Bernardis, Simionato,Ermacora, Fiorenzo (Toppano).

ARBITRO: Sorge di Gorizia.

MARCATORI: nella ripresa al 13’ Filippi, al 21’ Simionato, al 28’ Chiccaro su rigore.

Muzzana del Turgnano. In una classifica molto compressa, l’Osteria al Gardilin batte ed aggancia a quota 14 la Dimensione Giardino, portandosi a soli due punti dal secondo posto, anche se per vedere assestate le posizioni bisognerà attendere i molti recuperi ancora in programma. Nella notturna di Muzzana, primo tempo nettamente favorevole ai padroni di casa che più volte sfiorano il vantaggio poi raggiunto con Falcomer ma il gol è stato annullato dall’arbitro Sorge per un presunto fuorigioco; decisione non condivisa dal diretto interessato con proteste poi continuate al rientro negli spogliatoi tanto da indurre il direttore di gara ad espellerlo. L’inferiorità numerica cambia tatticamente il match, con gli ospiti a guadagnare la superiorità territoriale ma sono i locali che passano a condurre con Filippi abile a raccogliere un invitante assist di Chiccharo e trovare dal limite d’aria la botta imparabile. Veemente la reazione degli ospiti che li porta a meritarsi il pareggio firmato da Simionato sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Al 28’ sulla linea di fondo netto atterramento di Regeni per un sacrosanto calcio di rigore poi trasformato dal bomber Chiccaro, vero spauracchio per la difesa della Dimensione. Nei minuti finali la parità numerica viene ristabilita con l’espulsione di Davide Bernardis.  

 red

Pubblicato anche sul Messaggero Veneto del 23/02/2011

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Leave a Reply

Devi essere loggato per inserire un commento

css.php