Dal sogno all’incubo, ma la CoopCa non molla

Sarà una questione di bioritmi, sarà che non ha trovato la ricetta della continuità: il fatto è che a Tolmezzo, versante Coopca, dopo un girone d’andata che forse aveva illuso, ora è scattato l’allarme. Perso il recupero con gli Anni 80 e la gara con la pizz. Le Valli, (3-0 il passivo) ora il club tolmezzino è in piena bagarre salvezza. <<Dopo una bella cavalcata iniziale – chiosa il presidente Giovanni Serini, qualche meccanismo si è inceppato. Credo che l’episodio chiave sia avvenuto all’inizio del girone di ritorno contro l’attuale capolista SOS Putiferio. In quell’occasione siamo stati penalizzati da tre espulsioni e dal gol decisivo subito in pieno recupero. Il morale della truppa si è abbassato e da li è cominciata una sorta di discesa libera. E’ chiaro che non è solo la sconfitta che ci ha costretto a rivedere i nostri traguardi, ma anche una serie di situazioni legate anche al nostro gruppo dove i giovani, in campo, stanno faticando a trovare l’amalgama con chi, da più tempo, veste questa maglia. E’ mancata quella sorta di coesione che nei momenti difficili ti da quel valore aggiunto per superare le difficoltà, quella voglia di lottare che ti porta a tirare fuori le unghie. E mister Pugnetti, al terzo anno di guida tecnica, non ha avuto vita facile. Se poi consideriamo che in questo periodo perdiamo quei giocatori che partecipano al campionato Carnico, ecco aumentare le nostre difficoltà. Per fortuna che possiamo contare su giocatori affidabili come Bortoletto, Grassi, Veritti e Di Lena il cui contributo stagionale è determinante, non solo in campo. Comunque, nonostante questi intoppi siamo ancora in corsa, anche se siamo consapevoli che le prossime due gare saranno difficilissime: la prima con una Latteria Tricesimo in piena corsa promozione, la seconda con un Orgnano, già retrocesso, ma che può giocare con la forza della tranquillità. Ma noi non molleremo – continua Serini. L’obiettivo è mantenere la categoria, anche se in caso di retrocessione non faremmo sicuramente un dramma. L’importante è dare continuità al progetto: non importa se in Prima o in Seconda>>. In vetta continua a correre Sos Putiferio: la capolista castiga l’Extrem, ancora nelle sabbie mobili della zona retrocessione, dopo il sigillo pesante di Mottes. Non molla la Latteria Tricesimo, sempre seconda, pronta a calare il poker con Baiutti(2), Calcinoni e Fanti, contro l’Orgnano, mentre Carpacco e SS463, con prove di grande dignità carattere e orgoglio,costringono alla resa Campeglio e Farla: per queste ultime si è allontana la zona promozione. Nel gir B le squadre di coda, con i loro punteggi, accorciano la classifica anche in vetta dove cade a sorpresa la capolista Cargnacco: lo sgambetto è firmato da una Dimensione Giardino che doveva fare punti per non retrocedere. I sigilli pesanti sono di Vota(2) e Pittis. Climassistance, divide la posta con lo Sclaunicco e ora la seconda piazza vacilla. Alle sue spalle, a un solo punto ci sono Caffe Colonna (2-1 in casa dell’Off. Zanon) e Osteria al Gardilin, lesto a rifilare un poker, nel big match del turno, a un San Vito al Torre in piena crisi di risultati.        

Paolo Comini

Pubblicato anche su Tremila Sport del 08/04/2011

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Leave a Reply

Devi essere loggato per inserire un commento

css.php