Cin Cin Sos Putiferio. A Majano si tiene duro

La “fame” degli Anni 80, diretta contendente alla volata salvezza, è stata forse decisiva nel match contro l’SS463 Majano che, già sotto di due reti nei primi otto minuti, non è poi riuscita a riprendere gli udinesi. Il 3-2 finale non intacca le speranze di rimanere in Prima Categoria dei majanesi di mister Federico Gatto, i quali possono contare su una miglior Coppa Disciplina rispetto alle altre contendenti. << Con gli Anni 80 abbiamo sofferto le dimensioni del campo: non siamo abituati a giocare in campi piccoli e questo non ci ha aiutato. E’ vero anche che in questa stagione non abbiamo brillato – racconta Sandro Fachin, uno dei polmoni di centrocampo, ma considerato le difficoltà incontrare (infortuni, assenze per lavoro etc) siamo ancora in gioco. Questo è un segnale importante in una stagione dove anche la condizione atletica non è stata ottimale per tutti. Da un punto di vista tecnico, a mio parere, ci è anche mancato un giocatore che improvvisamente salti l’uomo e crei spazi in un collettivo dove, fortunatamente, abbiamo molte risorse: a partire dal trio d’attacco composto da Zambolin, Brancaccio e Buttignol, per arrivare al capitano Verza, a Miotti, all’instancabile motorino di fascia nonché presidente Michele Pontelli. Comunque il gruppo è la nostra forza e su questa leva punteremo per centrare il traguardo prefissato>> Ora la sfida più difficile per i majanesi sarà nell’ultimo turno dove incontrerà la Latteria Tricesimo, team in lizza per la promozione ma quest’oggi sconfitta da un Tolmezzo che riapre i giochi in coda. E un pareggio non potrebbe bastare considerato che nel fazzoletto di due punti ci sono ben sei squadre, due delle quali dovranno abdicare. Festeggia la promozione invece Sos Putiferio: la vittoria contro i cugini del Pizz. Le valli è firmata Mottes e Dugaro. Nel gruppo B inspiegabile la caduta libera del S.Vito al Torre che da regina è diventata pedone. La sconfitta odierna contro lo Sclaunicco regala agli avversari sogni salvezza e al team di Simone Cecchin la paura di scivolare in sabbie mobili dove si dibatte anche la Nobile Impianti, costretta alla resa dalla leader Brigata Cargnacco. In corsa per il salto di qualità anche Climassistance e Osteria al Gardelin: per entrambe bottino pieno rispettivamente contro Off.Zanon e Birago Bar.   

Paolo Comini

Pubblicato anche su Tremila Sport del 15/04/2011

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Leave a Reply

Devi essere loggato per inserire un commento

css.php