Bozza lancia i campioni

SEMIFINALI FRIULI COLLINARE C11

Ziracco calcio – Corno calcio 1-1

Ziracco calcio: Martina, Bertolano, Codero, Paoluzzi, Fuenzalida, Domenis (De Biasio), Mascia, Domini, Bonafin (Micottis), Miani, Franzil.

Corno calcio: Spessot (Avian), Cudiz, Brugnola, Fabbro, Piani, Jermanis, Cocetta (Bernardo), Crainich, Cappelletti, Cencig, Dinic.

Marcatori: al 32° Bonafin, al 36° Jermanis.

Arbitro: Paolo D’Andrea coadiuvato dai sig. Fabrizio Mariotti e Roberto Contin

La sfida d’andata vede confrontarsi due compagini dai grandi valori tecnici. In campo, versante Corno, anche un ex nazionale sloveno, Jermanis.  E il duello non ha tardato a decollare. In campo, oltre a grinta e determinazione, si sono spese molte energie fisiche e mentali in una partita a scacchi giocata da entrambe a viso aperto, dove poche sono state le occasioni limpide. Ma veniamo a conoscere le opinioni dei protagonisti. >>Abbiamo provato a sfruttare il fattore casalingo, racconta il mister ziracchese Aurelio Ermacora, cercando di mettere in difficoltà il Corno con una tattica spavalda (3-4-3). E sul piano del gioco e delle occasioni ci siamo riusciti. Passati in vantaggio con Bonafin, bravo a chiudere un azione corale, il Corno è subito pervenuto al pareggio su punizione. Nella ripresa abbiamo spinto, colpito un palo con un tiro cross di un  Fuenzalida, esterno alto che si è mosso molto bene tra le linee della difesa ospite, ma non siamo riusciti a trovare il gol vittoria. Un plauso anche alla difesa che ha retto molto bene l’onda d’urto portata da avversari di valore che ci hanno fatto tenere sempre alta la concentrazione>>. >> Il risultato è giusto – replica l’accompagnatore ufficiale Filippo Daniele. Dopo il lo svantaggio nato da uno svarione difensivo ecco il missile terra aria di Jermanis, dai 25 metri, che si infila a fil di palo e rimette in piedi il match. Tutto sommato è stata una gara maschia ma corretta, giocata a ritmi molto alti dove il Corno, soprattutto nella ripresa, ha avuto il maggior predominio territoriale. E’ stato bravo mister Fornasarig a leggere la partita: schierato il Corno inizialmente con il 4-2-3-1, capendo alcune difficoltà, ha cambiato modulo passando a un 4-3-3 speculare agli avversari. Da segnalare il gran lavoro di Lauro Piani a centrocampo, di Brugnola, centrale difensivo attento e concentrato, e di Cappelletti che, con i suoi movimenti, ha tenuto in apprensione la difesa avversaria>>. Insomma ci sono tutti i presupposti per attendersi un match di ritorno entusiasmante.  

Thermokey – AC Flaibano  2 – 0

Thermokey Rivarotta Teor: Bellinato (Cudin), Daniele Bozza, Simone Bozza, De Candido, Drigo (Castellani), Giammetta, Mason, Merli, Terrida (Denis Odorico), Tronchin, Zuccolo.

AC Flaibano: Loris Picco, Enrico Pressacco (Viezzi), Zuccolotto, Candolini, Rota, De Pol, Chivilò, Damiano Picco (Sclisizzi) , Zuttion, Di Bin (Simone Pressacco), Manente (Quarta).

Marcatori: Nel primo tempo, al 27° Daniele Bozza. Nella ripresa, al 43° Simone Bozza.

Arbitro: Christian Virili coadiuvato dai sig. Roberto Visintini e Alessandro Radivo

Thermokey è squadra tosta e lo si sapeva. Forte in ogni reparto è con uomini di grande qualità. Non a caso detiene il titolo ed è lizza per riconquistarlo. Ma il  Flaibano gli ha dato filo da torcere. Ha dimostrato di essere una delle realtà più forti del Collinare. >>Senza nulla togliere al valore del Thermokey, gran bella squadra, noi non siamo stati fortunati chiosa il presidente Picco Walmer. A inizio gara abbiamo centrato una traversa con un colpo di testa di Di Bin, cercando poi di sfruttare il momento favorevole. Ma il Thermokey, quadrato in tutti i reparti ci ha colpito con un eurogol di da 40 metri di Daniele Bozza, il cui tiro si è spento all’incrocio dei pali. Il gol non ci ha demoralizzati tanto che nella ripresa, con buona caparbietà, abbiamo sfiorato il pareggio sia con Pressacco che con Quarta. Ma i locali sono stati cinici e al terzo minuto di recupero ci hanno colpito ancora con Simone Bozza, lesto a raccogliere un calcio d’angolo e a insaccare di testa. Sarà sicuramente un impresa difficile recuperare lo scarto, ma noi ci proveremo>>. Anche se il punteggio non ci favorisce – dichiara il mister del Flaibano – Alessandro Tomini, cercheremo di giocarci la gara con quelle che sono le nostre caratteristiche: fare gioco cercando di trovare lo spunto vincente. Abbiamo gli uomini per provarci e provarci non costa nulla. A proposito. evo fare i complimenti alla terna arbitrale diretta da Cristian Virili, capace di condurre la gara con notevole bravura >>.

 Pubblicato anche su Tremila Sport del 17/06/2011

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Leave a Reply

Devi essere loggato per inserire un commento

css.php