Biauzzo e Bibione, le matricole terribili sono promosse

Le maggiori sorprese vengono dal Biauzzo ©  e dalla Pol. Bibione (E), matricole terribili che al primo tentativo hanno centrato il salto di qualità. Il Biauzzo, nonostante sia caduto in casa del Bar Da Milly, altra rivelazione,  è riuscito a esultare grazie alla miglior situazione disciplinare nei confronti di un ASD Campagna che, oltre a  recriminare per un arbitraggio non all’altezza nelle ultime gare, costato penalità in CD e conseguente promozione, non riesce a superare l’ultimo scoglio, quello con la capolista Colugna. Quest’ultima non spende favori nei confronti dell’inseguitrice e con Franzolini e Battistutta dimostra che il calcio va onorato sino alla fine. Bibione (E) invece, dopo una cavalcata corredata da 15 successi, ultimo dei quali su un Aprilia Marittima castigata da Glerean (2), Bigaran (2) e Salvioni, fortifica i progetti per la prossima stagione e chiude sul primo gradino del podio dopo un avvincente testa a testa con il Sette Sorelle, anch’esso lanciato verso nuovi orizzonti dopo che il team di mister Moretto ha impattato  l’ultima sfida con il Sesto al Reghena (2-2). A fare la storia degli altri gironi soprattutto formazioni che, dopo essere uscite dal circuito Lcfc, sono rientrate con grande determinazione, qualità e consapevolezza: Pozzuolo (B), Mereto di Capitolo(D), Drag Store(D), Rangers Terzo (F) hanno governato senza problemi classifiche in cui hanno scritto la storia, riempito le pagine del loro girone con successi che li hanno lanciati nel ghota del campionato. Li  aspettano ora i play off dove sicuramente saranno ancora protagonisti. Ma va evidenziata anche l’impresa della Pizz. Saraceno e , degli am. Racchiuso che nel gruppo A hanno sempre tenuto le briglie del comando. Onore anche al team di Moimacco, i Pingalongalong(B) che, oltre ad aver ottenuto la promozione sono anche la squadra più corretta della categoria. Non dimentichiamo anche la grande stagione del Fobal (F), artefice di una corsa importante che gli ha permesso, sul filo di lana,  di ottenere il passaporto verso la Seconda categoria dopo un gran duello con la favorita Osteria da Daniela.

Paolo Comini

Pubblicato anche su Tremila Sport del 22/04/2011

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Leave a Reply

Devi essere loggato per inserire un commento