La Rosa può festeggiare, bagarre assoluta in Prima A

ECCELLENZA

La partita di giornata è stata sicuramente quella tra Ziracco e San Lorenzo, con i ragazzi di mister Plaino che hanno sbancato il fortino di Remanzacco e mischiato tutte le carte in testa alla classifica: ha deciso l’imprendibile punizione di Enrico Gardin, uomo capace di siglare i goal più pesanti in questa stagione per gli arancioneri. La Thermokey avrà dunque la possibilità di allungare leggermente vincendo il recupero contro il Montenars. Anche in chiave salvezza sembra ormai praticamente tutto scritto: il Cassacco Startrep si mette definitivamente al sicuro sconfiggendo il San Marco Iutizzo, mentre rimangono appese ad un filo le speranze di Turkey Pub (0-0 nello scontro diretto con la Contea Cussignacco) e Montenars.

PRIMA CATEGORIA

“Che confusione!” nel girone A. Comanda ora il Colugna, superato l’ostacolo Gunners 2-1, mentre perde clamorosamente il Vacile contro il Tramonti: 2-5 il finale, Sandro e Alessio Gabon protagonisti con due doppiette. I ragazzi di Spilimbergo hanno il vantaggio di dover disputare ancora un recupero ma vedono le dirette avversarie avvicinarsi pericolosamente: oltre al Tramonti si fa vicino anche il Valmeduna, nonostante lo 0-0 contro il Majano, e il Tissano, davvero una furia implacabile contro un Valcosa presentatosi con alcune defezioni di organico: molto positiva la prestazione di Mattia Turco a segno con una doppietta. Nella zona calda, ci sono tre squadre a giocarsi i soli due posti per la permanenza in categoria; si tratta di Al Cardinale, Majano e Amatori Fortezzaland, con le ultime due probabilmente leggermente favorite per i recuperi da disputare nonostante il leggero ritardo in classifica.

Quella maturata sul campo di Ruda per mano del Villa Vicentina è forse la sconfitta più bella della storia della Lokomotiv Trivignano: i ragazzi del presidente Stefano Moretti, complici anche alcuni risultati maturati dalle squadre che seguono, si guadagnano meritatamente il diritto di disputare nella prossima stagione il campionato di Eccellenza. L’altra favorita a questo punto per il grande salto è il Ruda, il quale vincendo l’ultima partita sarebbe certo di poter festeggiare il salto. Nell’ultimo match i ragazzi di mister Lorenzo Rigonat dovranno però vedersela con il San Marco Gradisca, in piena lotta per rimanere in Prima con il Nojar Zellina: si preannuncia una Pasqua infuocata per tutte le formazioni, consapevoli che nell’ultimo turno si giocheranno gran parte della loro stagione in soli 80 minuti di gara.

SECONDA CATEGORIA

Come ampiamente celebrato nella propria pagina Facebook, il Real Sella si è guadagnato la promozione in Prima allo stesso modo del Trivignano, ovvero perdendo la propria partita. Poco importerà ai ragazzi di Teor tutto questo vista la magnifica stagione sin qui disputata e il giusto premio raccolto. Per gli Atti Impuri la festa è invece rimandata, nonostante il 2-1 al Chiarisacco: il pareggio ottenuto dal Palut Prissinis rimanda la possibile festa all’ultima giornata.

La Rosa, puoi festeggiare! Ormai è matematica la promozione: la vittoria sul Muzzanella firmata da Dario Chersin vale uno storico salto di categoria. Ha parlato un super entusiasta Stefano Fogar, dirigente e direttore sportivo: “Il segreto è stato la nostra convinzione di farcela anche con qualche punto buttato all’aria: i pareggi sono stati infatti tanti. Il gruppo è stato sempre unito e partecipe, merito di un ottimo gruppo dirigenziale e un ottimo allenatore che ha saputo dosare le forze dei giocatori e far sentire tutti utili ma nessuno indispensabile. Per quanto riguarda il prossimo anno abbiamo gia individuato degli innesti importanti per affrontare al meglio la Prima, almeno uno per ruolo”. Dietro il Merce Rara ha affrontato il suo turno di riposo ma la diretta concorrente per la promozione è stata appunto fermata dalla capolista e adesso vede l’obiettivo allontanarsi sensibilmente.

Fa festa anche l’Adorgnano, stravincendo il girone C: 0-2 nell’ultimo turno sull’ARS Calcio firmato ancora una volta da Edoardo Scilipoti e dal goal di Daniele Sclauzero con conseguente certezza di disputare la Prima nella prossima stagione. Ha subito un leggero calo nell’ultimo periodo invece il Billerio Magnano (sconfitta 0-1 in casa contro il Colloredo Digas), ancora al secondo posto ma insidiato ad un solo punto di distanza dallo stesso Colloredo; entrambe si giocheranno tutto nell’ultima giornata di campionato, dove la coppa disciplina potrebbe essere un fattore determinante per stabilire chi farà il grande salto. 4-5 tra Tecnospine e Al Sole 2 Sedilis: i due punti raccolti dagli ospiti permettono di respirare una vera e propria boccata di ossigeno in chiave salvezza, anche se gli ultimi 80 minuti saranno determinanti; grande protagonista Manuel Picogna, a referto due volte.

Sicuramente l’ultimo turno può essere definito come quello delle “dolci sconfitte”: anche i Warriors, pur perdendo lo scontro diretto con il Campeglio, possono festeggiare dopo una stagione sempre al vertice e aver superato un lieve momento di flessione nella parte invernale. Il Campeglio battendo la capolista si mette invece in pole position per la seconda posizione: i goal di Manuel Klaric e Davide Miconi valgono il sorpasso su Il Savio, pesantemente condizionato anche dalla coppa disciplina. In fonda alla classifica è invece già tutto deciso, lasciando i riflettori puntati sulla corsa alla promozione.

TERZA CATEGORIA

Agli Amatori Cisterna non basta la cinquina rifilata all’Union per festeggiare già la promozione: tripletta memorabile di Michele Pagnucco. “Siamo molto vicini ma manca purtroppo ancora la matematica (che potrebbe già arrivare stasera in caso di mancata vittoria del Dream Team): ci serve ancora un punto per essere certi della Seconda”-racconta Fabio Minighini-“La nostra forza è avere un ottimo gruppo formato da vecchi e giovani ben amalgamati tra loro che sanno chiedere scusa quando sbagliano e rispettarsi come in una grande famiglia. In più abbiamo delle persone che lavorano per la squadra senza mai chiedere nulla: vorrei ringraziare anche loro perché un campionato non si gioca solo sul campo. Speriamo di festeggiare prossimamente se tutto andrà come mi auguro”. Stesso discorso vale per la Brigata Leonacco: non basta il 3-1 sul campo della Moby Dick Rojalese. Sarà comunque al 99% sufficiente vincere l’ultima partita per garantirsi il salto vista la coppa disciplina leggermente  favorevole sul Dream Team al momento staccato di due punti ma con un recupero da disputare. Le favoritissime ci sono, manca il verdetto del campo.

Nel girone B sono matematiche già le due promozioni: gioiscono San Vito al Torre e Gruaro, i primi usciti vincenti 1-0 nel turno contro il Fiumicello mentre i secondo hanno impattato 1-1 contro gli Amatori Giussago. Gli Amatori Calcio Terzo spengono ogni possibile sogno di rimonta al Corno Calcio, infliggendogli un perentorio 4-2.

Ciò che sta accadendo nel girone C ha dell’incredibile ed era impossibile da pronosticare fino a qualche giornata fa: il Pozzuolo infatti, cadendo contro il già promosso Chiasiellis sotto al colpo di Alberto Gattesco, si fa superare in virtù della coppa disciplina dal Villaorba, a sua volta imperioso con un 7-0 su Il Gabbiano e vede avvicinarsi anche la Virtus Udine, 2-4 sul campo dell’Osuf. Risulterà dunque decisivo l’ultimo turno, che vedrà Baruzzini e compagni giocarsi il loro match point sul campo della Fenice Biauzzo, mentre la squadra di Mortegliano risponderà un giorno dopo in casa contro il Pingangeles.

Cristian Tulissi

Print Friendly
css.php