La festa-bis di Fobal e Bibione

 

 

Gironi giocati sul filo del rasoio, equilibri difficili da sradicare, situazioni indecifrabili dove era difficile stabilire a priori promosse e retrocesse, partecipanti ai play off.  Solo il fischio finale ho fatto luce certificando ufficialmente i verdetti. Nel primo plotone festeggiano Bressa, che ora dovrà gestire le energie per giocare play off e Coppa Friuli, e la Pol Bibione, alla seconda promozione consecutiva. Nel girone b in una notte tutto poteva cambiare. Lo sapevano Rangers Terzo e Fobal, entrambe in corsa e costrette dal calendario, all’ultima giornata, a decidere il proprio destino sportivo.  I Rangers passano in vantaggio con Bergamin, si illudono,  ma poi ritornano con i piedi per terra dopo il pareggio ospite di Tomat.  Il Fobal non sta nella pelle ed esulta per un’altra promozione, la seconda in due stagioni.  Solo l’Ars Galli, già certo del salto, dormiva sonni tranquilli. Ma che fatica trovare  il risultato con un Ruda, alla sua 4° salvezza consecutiva,  che non ha regalato nulla.  Sono infatti gli ospiti a passare due volte in vantaggio, prima con Bertocco e poi con il rigore di Molinari. Ma il Galli ha sempre risposto presente riuscendo, con Orso e Barnaba, a rimanere aggrappato al prezioso pareggio. Nel girone C fanno esplodere i fuochi d’artificio, il Drag Store, decisivo il sigillo di Chiappo contro il Da Raffaele, e il Colugna. Abbandonano la categoria Ciconicco Villalta, Pingalongalong in un turno in cui pizz. Moby Dick e Anni 80, opposte nella sfida salvezza, si giocavano un intero campionato. Alla fine, dopo un match dalla tensione palpabile,  la spuntano i pizzaioli del Moby Dick che servono due pizze indigeste  agli Anni 80 con  Cerato e Miconi. Nel gir D si giocavano due testa coda: Savognese vola in Prima categoria vincendo anche a Carpacco, condannato alla retrocessione, con il sigillo di Hrast, mentre Lucardi e Tuti , matano il già deluso ARS, e regalano due gol che valgono la promozione al Montenars. I pedemontani, arrivano  secondi con il Racchiuso (4-1 agli Over Gunners) ma, in virtù della miglior Coppa Disciplina, esultano. Scendono di livello Carpacco, ARS Calcio e Bar Al Gambero. In Terza categoria sono promosse  le prime due squadre per ogni girone più le due migliori terze. Per conoscere  questi due nominativi il regolamento prevede che, a parità di medesima posizione nel girone di appartenenza, fosse la Coppa Disciplina a individuare le formazioni che saliranno di categoria. E secondo questo criterio cambiano serie anche Billerio Magnano e Campagna. Un campionato avvincente con le  altre terze classificate rimaste deluse per aver solo accarezzato il sogno  dopo un campionato giocato a grandi livelli. Per loro un grande plauso ma soprattutto l’invito a ritentare la scalata nella prossima stagione. D’altronde, anche nello sport come in altri campi della vita, non c’è crescita senza ostacolo. L’importante è rialzare subito la testa, cercare un’altra direzione e non fermarsi a pontificare su quali motivazioni non hanno portato alla meta. Ma ecco tutte le promosse che, insieme ad alcune squadre di prima e seconda categoria, dal 04 all’8 maggio, daranno vita alla prima sessione dei play off: Mai@letto Gemona, Axo Club Buja, AC Billerio Magnano, SSD Orzano, APD Valmeduna, ASD Campagna, ASD Risano, ASD Am. Gonars, AC Gorizia, ASD Chiarisacco, ASD Real Sella e AC Gruaro.

 

Pubblicato anche su Tremila Sport del 27/04/2012

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

  1. lucamoro

    io sono il capitano della squadra prima esclusa tre le terze classificate della terza categoria (strassoldo alcoolica). vi ricordo che noi abbiamo fatto 33 punti contro i 31 delle due squadre promosse. sicuramente è discutibile il principio della lega calcio friuli collinare, secondo il quale la coppa disciplina viene prima di tutto:, è antisportivo al massimo, visto che nello sport vince chi fa più gol, chi fa più canestri, chi fa più punti, chi arriva per primo sul traguardo, e non certo chi è più buono. se in una partita la mia squadra subisce tre espulsioni, ma fa un gol più dell’altra, vince la mia squadra. al di là del principio, comunque, vorrei far notare che questo non trova alcun riscontro nel regolamento stabilito per la scelta delle due migliori terze. nel comunicato n. 3 si fa riferimento agli artt. 32 e 33 del regolamento di attività. l’art.32 parla di classifica dei gironi e chiaramente prima si guardano i punti ottenuti e poi la coppa disciplina. nell’art.33 si parla di ripescaggio nel caso di mancata iscrizione di una squadra che ha ottenuto la promozione la stagione precedente, e non è questo il nostro caso. NON VEDO ASSOLUTAMENTE dove sta scritto che le migliori terze vanno scelte in base alla coppa disciplina. vorrei anche far notare a chi ha scritto l’articolo su tremila sport che noi non dobbiamo tirare su la testa e non ci fermiamo a pontificare sulle motivazioni che non ci hanno portato alla meta: noi ci riteniamo BEFFATI perchè abbiamo fatto più punti degli altri e quindi, regolamento alla mano, riteniamo di essere la prima delle terze. chiedo fermamente a chi ha scritto l’articolo che, invece di fare discorsi filosofici, mi indichi sul regolamento dove c’è scritto che noi non siamo promossi.
    LUCA MORO

  2. fcomelli

    Sono Comelli Francesco, giocatore e diregente dell’ ASD FOBAL di Cervignano.
    Sono completamente d’accordo con il sig.Moro Luca e sulla sua denuncia.La coppa disciplina viene presa in esame solamente a parita’ di punti.
    Trovo che i ripescaggi dovrebbero essere calcolati in base ai punti che una squadra ha vinto sul campo e non perche’ e’ piu’ “buona”.
    Ho virgolettato il buona perche’ spesso i punti di coppa disciplina non sono omogenei fra loro, ossia spesso ci si trova ad essere arbitrati da signori che piu’ che “mediatori” arrivano sul campo con la pistola pronti a sparare, quindi non sempre i punti disciplina che ha totalizzato una squadra posso essere paragonati con quelli di un’altra squdra in quanto non sempre si e’ arbitrati dalle stesse persone e con lo stesso metro di giudizio. Mi auguro che le cose siano riviste e che le squadre ripescate siano quelle “giuste”.
    In merito alla coppa disciplina proporro’ che al raggiungimento della quota scelta la squadra verra’ punita in modo pecuniario e non piu’ penalizzando la classifica sempre per il principio che quello che si vince sul campo non puo’ essere tolto dalla burocrazia, credo che una squadra che resta in 10 e vince lo stesso la partita a fine anno non puo’ e non deve essere punite due volte………………. se vogliamo dare un esempio possiamo fare che al raggiungimento dei 60 punti la squadra paga una multa, la quale a fine anno assieme a tutte le altre multe verra’ donata in beneficenza. Questo sarebbe piu’ equo e “sportivo” di tutto.

Leave a Reply

Devi essere loggato per inserire un commento

css.php