Il Fobal vince ancora e vola. Il Farra: grazie Livon. Sono tornati gli Anni 80

 

 

Rallentano le prime: Bibione ècostretta al pari dal Biauzzo, mentre gli Highlanders cadono a Bressa e il Kyrie Eleison, a sorpresa, scivola in casa ad opera di un Santa Marizza. Risultato che la lotta al governo del girone A  è completamente riaperta con Bressa e La Fenice (1-0 al Sette Sorelle dopo il colpo vincente di Fasan) che rientrano prepotentemente in lizza. Da segnalare il settebello del Milan Club: Radosta(2), Bellinato(2), Vernier, Mior e Minatel i severi giudici che castigano l’Edil Quattro. Nel gir B un Galli sprecone,  a segno con D’Odorico, non riesce ad aver ragione di un Terzo che passa grazie a Bergamin e Saggin. E il big match va agli ospiti, lesti ad agguantare gli odierni avversari sul secondo gradino del podio. Posizione occupata anche dal Merce Rara, capace di realizzare un terno in quel di Ruda. La rete di Tomat regala al Fobal il successo sul Da Daniela e la leadership del girone, frutto di otto vittorie e una sola sconfitta. In coda la doppietta di Livon vale al Farra due punti preziosi in ottica salvezza, ottenuti in casa di un Romans, senza punti, che non ha ancora trovato l’entusiasmo per uscire da una crisi profonda di risultati. E’ la squadra del momento: per continuitα, qualitα e concretezza. Parliamo del Drag Store ⌐ che anche contro Pozzuolo ha saputo trovare le mosse vincenti, finalizzate dalle reti di Beltrame e Andresini.La prima piazza è sua anche se alle spalle c’è fermento con Pol Valtramontina (3-1 al Pingalongalong), Rangers Ittica Udinese (1-0 contro un Vacile ambizioso).Da segnalare la prima vittoria degli Anni 80: gli udinesi, recuperato qualche giocatore importante, superano il Ciconicco con le reti di Picogna(2) e Salvador e ora pensano a una rimonta che li conduca fuori dall’area minata. Sempre enigmatico il gruppo D con moltissime squadre nel fazzoletto di pochi punti. Al momento la vetta  è appannaggio dell’Extrem (2-2 in casa del Colloredo Digas) e degli Over Gunners, costretti a dividere la posta da una Savognese che lo tallona a un punto. >>La Savognese racconta il locale Gabriele Marchetti –  parte subito forte e sembra padrona del gioco tanto da andare in vantaggio dopo nemmeno un quarto d’ora con i Gunners che non riescono a replicare. Nella ripresa la svolta con una squadra sola in campo: quella di casa che a metα ripresa trova il pareggio con un bel colpa di testa di Borgobello che gira a rete un ottimo cross di Martincigh. Pareggio alla fine giusto>>. Senza reti Carpacco e Racchiuso: poche idee offensivi e reparti offensivi spuntati rimandano le due squadre ai prossimi esami. Terza Categoria. Il pareggio dell’Axo (a) con il Bar Da Milly rende felice Mai@letto e Billerio. I gemonesi espugnano il terreno del Sole 2 e rimangono solitari sulla tolda di comando, mentre il Billerio, superata la Valnatisone, agguanta i buiesi in seconda fila. >> Partita corretta con netto possesso palla a favore di un Billerio û racconta R.Revelant- che, oltre a siglare tre reti con Clapiz(2) e De Monte, spreca tante occasioni clamorose. Gli ospiti si fanno sentire solo negli ultimi 20 ma vengono fermati dai due gol che chiudono la gara>>. Valmeduna (B) prende il largo. Battuto il Collettivo Savio porta a 5 le lunghezze di vantaggio sulle dirette inseguitrici in un girone in cui, a lottare per la promozione, ci sono attualmente Orzano, Treppo (caduto a sorpresa contro un sorprendente Redskins), Campagna (vittorioso nel domicilio dell’ACS Buje)ed Effe 84.  Il Lokomotiv (C) regge solo un tempo e poi da strada alla capolista Risano: Dorigo(2), Zoffi e Menotti gli interpreti di una recita senza sbavature. Girone D in mano allo Strassoldo 2-1 al Real Cervignano) ma attenzione a un Gorizia che non perde colpi nemmeno nel derby con il Cormons, battuto con il minimo scarto. La rimonta in vetta è  targata Atletico Pertegada: vince sia il recupero con il Muzzana che il big match contro il San Marco Iutizzo, costretto alla resa dalle prodezze di Cinello e Piazza, e va a occupare saldamente l’area promozione. Settore in cui prova a inserirsi anche il Gruaro che, abbattute le resistenze di un coriaceo Tisana, (3-2 firmato dalla doppietta di Pauletto e dal sigillo di Dal ferro) si pone alle spalle del San Marco Iutizzo.

 

Pubblicato anche su Tremila Sport del 02/12/2011

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Leave a Reply

Devi essere loggato per inserire un commento

css.php