Il Corno calcio guarda lontano

 

Riecco il Corno calcio. Aveva forse l’ostacolo più insidioso da superare, quel Flaibano che, nella prima gara,  ha dimostrato di possedere mezzi importanti.  Eppure ha dovuto lasciare strada a un Corno concreto, a segno grazie alla doppietta di Montina e al sigillo di Jermanis, ma supportato anche da un portierone come Spessot, autore di almeno tre parate decisive. >> Siamo stati efficaci – conferma patron Renato Tondon in una gara dove gli ospiti hanno dimostrato un ottimo valore non sfruttando le loro occasioni. Non inganni il punteggio perché la sfida è stata equilibrata e risolta al meglio solo per la  nostra miglior concretezza sotto rete. Ma voliamo basso. In campo avevamo una squadra per 6/11 rinnovata, il mister, Marco Castagnaviz, è nuovo e il progetto che vogliamo intraprendere è a lunga scadenza. Quest’anno l’obiettivo è la salvezza senza patemi: cerchiamo la continuità, i progressi ancorati a basi solide.  Per questo faremo anche leva sull’esperienza di giocatori come Cappelletti, Jermanis e Cocetta, ai quali sono stati affiancati molti giovani, il nostro futuro>>.  Se Ziracco ancora fatica, patta sul difficile campo della matricola SOS Putiferio, Thermokey conferma la sua forza. La pole position è già sua: Giametta e Candotti gli interpreti del match vincente contro la Brigata Cargnacco, a rete con Lesa. Unica vittoria esterna è quella del San Lorenzo che, nel derby con lo Jalmicco, passa dopo le prodezze di De Sabata e Misano. Attenzione alla Latteria Tricesimo, sorpresa di questo avvio di stagione. Fabrizio e Tiziano Boschetti recitano a memoria il copione sotto rete e per il Sedilis, ancora a secco, non c’è scampo. PRIMA CATEGORIA:  Nel gruppo A è il Gunners l’unica squadra a punteggio pieno dopo la quaterna rifilata al Farla.  Mister Giorgiutti – scrive un dirigente locale  <<come il suo mentore Mourinho non è uno sprovveduto e disegna una squadra costruita per esaltare le caratteristiche dei  tre tenori a sua disposizione(Tardivo-Crapiz-Sich). E il risultato finale lo dimostra con  Tardivo (doppietta), Sich e Gorenzach che  ripagano la fiducia concessa. >>.  Senza reti il sentito derby tra Dinamo Korda e Campeglio, entrambi fermi a quota 3, mentre deludono, sul piano del risultato ,i Warriors. I guerrieri, dopo la retrocessione dello scorso anno, stanno pagando dazio in una categoria dove nessuno concede nulla. Nemmeno l’SS463 che in quest’occasione si dimostra compagine attrezzata affondando i colpi con  Sacchetto e  Riva.   Nel secondo gruppo la grande sorpresa arriva dalla Fortezza. I bianco blu di Gradisca, neopromossi, guidano il plotone indisturbati dopo il perentorio 6-1 rifilato al Nobile Impianti. Il San Vito al Torre, posizionato alle spalle della lepre,  è ambizioso e vuole testare le sue potenzialità. L’occasione è data dalla sfida contro la Rott Ferr, formazione tosta  che sa giocare a calcio. Ne nasce un pareggio dopo una partita in cui i padroni di casa partono subito sfoderando una serie di belle azioni. Ospiti  ben ordinati  in campo e pronti a replicare. I gol arrivano nella ripresa: al  1° minuto, su assist di Vidon,  Manfrin lascia partire un diagonale che trafigge l’incolpevole portiere ospite. La reazione ospite si fa sentire e il pareggio è cosa fatta dopo la perentoria conclusione di  Bertossa. Locali, nel finale, fanno la barba al palo su punizione di Gratton ,ma il punteggio non cambia. La doppietta di Vendrame, associata al sigillo di Gervaso, regalano la prima vittoria stagionale alla Pol Tre Fontane.

Paolo Comini

Pubblicato anche su Tremila Sport del 14/10/2011

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Leave a Reply

Devi essere loggato per inserire un commento

css.php