Il Cerneglons non perdona, La Rosa sempre più leader

Prosegue l’odissea calcistica e giuridica degli Amatori Manzano. La mancata partecipazione a un paio di partite (che avevano fatto percepire il ritiro della squadra orange) e la squalifica di tre dirigenti per 2 anni, fra cui il presidente Giancarlo Gumini, ha comportato alcune sanzioni che hanno previsto anche 432 punti in Coppa Disciplina. Ora che il Manzano dovrà ripartire da una situazione di classifica che lo vede sbalzato all’ultimo posto del girone Inferno con un punteggio in negativo di 4 punti,  nemmeno dal campo arrivano buone notizie. In questa quattordicesima giornata. Il Cerneglons infatti è riuscito ad espugnare il terreno del Manzano per 3 reti a 2, rimanendo così al secondo posto in classifica. Marco Cestari, l’allenatore del Cerneglons, analizza brevemente l’andamento della partita: “Possiamo parlare di un buon match, giocato bene, a tratti dominato dai miei ragazzi, seppur il vantaggio sia arrivato grazie ad un autogol. Visentini ha poi realizzato le due reti che ci hanno portato sul 3-0, risultato che nel finale rischiava di ribaltarsi visti i due gol in rimonta di Montina negli ultimi minuti. Nonostante la sofferenza finale questa è una buona vittoria. Adesso aspettiamo di vedere cosa accadrà alla nostra squadra in A1 perché se 3 o 4 giocatori di quella formazione riuscissero a venire a darci una mano, potremmo ambire ad arrivare nelle prime posizioni. Tuttavia se questo non dovesse accadere non ci saranno problemi, noi faremo comunque il nostro campionato divertendoci, visto il gran gruppo che abbiamo”. Anche al San Daniele bastano due reti, quelle di Pidutti, per superare il Milan Club S.Vito e allungare a +7 sulle inseguitrici, ovvero sul già citato Cerneglons, sul Ziracco e sull’OverSangiorginaUd. Il Ziracco si è guadagnato la seconda posizione superando un avversario che stava vivendo un periodo di ottima forma, vale a dire lo Spilimbergo, grazie ai gol di Blasutto e Bodigoi. Non possono dirsi altrettanto soddisfatti i giocatori della Sangiorgina visto che, col pareggio a reti bianche maturato contro gli Warriors, si sono fatti riprendere dalle due squadre citate in precedenza. Gli Warriors invece, tutto sommato distanti solo due punti dal secondo posto, continuano a confermarsi squadra ostica da battere, anche per le formazioni più quotate, anche se si nota una certa distrazione nelle partite con squadre di bassa classifica. Secondo pareggio consecutivo per il Premariacco che, prima di questi due incontri, non aveva raccolto nemmeno un punto. Il risultato di questa giornata arriva in casa della Dimensione Giardino, andata in rete con Vota e Zampieri mentre Di Prima e Fabbro sono gli autori dei gol del Premariacco.

Nel girone Purgatorio, viste due partite rinviate, ovvero Al Sole 2Amasanda 86 e VersaClimassistance e una partita già posticipata, vale a dire Bottosso & FrighettoOver Gunners 95, sono solo due le partite giocate in questo turno di campionato. Dilaga La Rosa grazie alle reti di Cappelletto, Macuglia, Mellini e Trevisan, inflitte ad un Carnia United secondo in classifica. Il Depover approfitta, in parte, a questo risultato e, nell’altro match disputato, trova un punto in casa della Folgore Over 40, pareggiando per 0-0.

Nel girone Paradiso prosegue la corsa a due fra Medea e Tricesimo per il primo posto. Entrambe le formazioni escono dalle rispettive trasferte con una vittoria. Il Medea lo fa superando il Farra grazie alle reti di Bergomas e Sellan. Dopo questa sconfitta il Farra viene raggiunto a 12 punti e quindi al quinto posto dalla Fortezza che supera tranquillamente la Virtus Udine 93 per 5-1. Tommasini (2), Cavalli, Grigolon e Ripelino i marcatori della Fortezza mentre il gol della bandiera per la Virtus è realizzato da Gallo. Rimane da segnalare la vittoria, appunto, del Tricesimo che cala il poker sulla Brigata Brovada, travolta dalle reti di Michelazzi (2), Mellinich ed una autorete.

Print Friendly, PDF & Email
css.php