Il Campeglio non vuole fare conti. Lotta a 3 in Eccellenza

ECCELLENZA

Terzetto al comando a quattro giornate dalla fine: leggermente avvantaggiato rispetto alle altre sembra ora lo Ziracco, impostosi venerdì sera 3-0 sulla Dinamo Korda. La formazione di Remanzacco ha infatti ancora una partita da recuperare, a differenza di Thermokey e Pozzuolo. Grande impresa del San Lorenzo: vittoria 2-0 proprio sui boys di Teor al termine di una “partita perfetta”, così definita da mister Plaino. Ora per archiviare il discorso salvezza sarà sufficiente non sbagliare l’approccio nelle ultime gare. L’altra capolista Pozzuolo spegne sul nascere un velleitario tentativo dei Drag Store di rientrare nella lotta per il titolo, spedendoli a tre punti di distanza che potrebbero virtualmente diventare uno in caso di vittoria nel recupero dei ragazzi del presidenze Castagnaviz:  3-1, Alex Lirussi sugli scudi con una doppietta. Scatto decisivo anche della Savognese in chiave salvezza: la vittoria per 3-0 sul Turkey Pub, attualmente occupante il primo posto della zona rossa, mette un rassicurante margine di quattro punti e fa ben sperare per affrontare un altro anno in Eccellenza. Chiude il quadro la vittoria del San Marco Iutizzo: 1-0 sulla Contea Cussignacco, rete di Giorgio D’Anna.

PRIMA CATEGORIA

Grossa, grossissima ipoteca quella messa dal Colugna a quattro giornate dal termine sulla promozione: il pareggio sul campo del Valmeduna tiene i pordenonesi, attualmente terzi, a distanza di tre punti; considerato il ritmo tenuto nel girone di ritorno, sarà sufficiente continuare a ripetere le prestazioni fin qui proposte per cominciare a festeggiare. Sconfitta inaspettata invece per il Tissano in quel di Scrutto contro Al Cardinale, 2-1 finale che complica parecchio i piani dei ragazzi di Pavia. Roberto Porrini l’uomo dal goal pesante: è infatti la prima rete stagionale del giovane giocatore a regalare al Vacile una vittoria importantissima in chiave classifica sugli Highlanders; la squadra di Spilimbergo si trova al secondo posto a due punti di distanza dal Colugna capolista, ma con addirittura tre partite disputate in meno, segno che il destino è davvero nelle sue mani.

Per mettere ordine nella classifica del girone B ci vuole davvero abilità: il Trivignano, complice il pareggio a reti bianche nello scontro diretto contro l’Atletico Pertegada, si trova per la prima volta in stagione nella condizione di dividere il primato con gli Amatori Ruda (vittoriosi 1-3 sul campo di un ormai condannato Bibione), considerando comunque la gara in meno disputata. Ha il gusto dell’occasione persa la sconfitta patita dallo Jalmicco a Moraro contro il San Marco Gradisca, soprattutto dopo il doppio vantaggio maturato nel primo tempo: il 4-2 finale, Diego Cadalora assoluto protagonista con una doppietta, permette ai cugini di allungare ulteriormente il distacco e placa i possibili sogni di rimonta, anche se con otto punti a disposizione ogni scenario è ancora possibile.

SECONDA CATEGORIA

Impresa importante del Gorgo nel girone A: la squadra di Latisana è riuscita infatti a bloccare la corsa della capolista Real Sella sul 2-2, ottenendo un punto che permette di nutrire ancora qualche speranza in chiave salvezza, nonostante il Flumignan Possec disti ancora una distanza. Dal canto loro i ragazzi di Bertiolo sembrano voler difendere con le unghie e con i denti fino alla fine la categoria: lo hanno ampiamente dimostrato nell’ultimo turno, superando grazie alle reti di Patrick Ciconj e Manuel Deana il Chiarisacco. 4-0 sul campo del Pocenia per l’Atti Impuri, ancora nella piazza d’onore del campionato.

Tris di formazioni al comando nel girone B: la promozione sarà infatti un discorso tra La Rosa, Muzzanella e Merce Rara. Alla fine solo due squadre potranno gioire per il salto di categoria. Nell’ultimo turno si è disputato proprio lo scontro diretto tra il La Rosa e il Merce Rara: 1-1 il finale, a segno Giuseppe Ranieri e Mirko Pasian. Non ha lasciato speranze agli avversari invece l’altra contendente: Strassoldo Alcolica schiantata 0-3 e con speranze di salvezza ridotte al lumicino. Massimo Tonelli del Muzzanella presenta così il finale di stagione alle porte: “Vista la classifica attuale vedo il Merce Rara favorito per la vittoria finale; per il secondo posto ce la giochiamo, anche se ci troviamo in una situazione di svantaggio a causa della coppa disciplina: dovremo stare molto attenti. Noi ci crediamo, l’unico ostacolo potrebbe essere la tensione visto che ci stiamo giocando qualcosa che non era previsto ad inizio stagione e ci sono molti giovani in rosa”.Torna prepotentemente a far sentire la volontà di rimanere in categoria il Millenium/Medeuzza, capace di imporsi 2-1 sugli Amatori Gravo e portarsi momentaneamente fuori dalla zona calda.

Nel girone D i Warriors non lasciano nemmeno le briciole per strada e si impongono sul campo dell’ormai purtroppo retrocesso ACCV. Il risultato di giornata che lancia la squadra ad un passo dal raggiungimento di un obiettivo storico è il 4-0 ottenuto dal Campeglio1996 su La Girada, squadra in crisi nell’ultimo periodo. Ha parlato del momento la dirigenza del team collinare: “Il punto di forza sono soprattutto la tenacia e l’impegno che tutti i ragazzi mettono negli allenamenti, magistralmente diretti da mister Giorgio Basso: non avendo grosse individualità sopperiamo a questa lacuna con una buona organizzazione di gioco e velocità. Il numero di persone presenti agli allenamenti è sempre notevole, abbiamo diversi ragazzi che pur sapendo che in partita avranno pochi minuti o addirittura non verranno impiegati continuano ad applicarsi e ad essere da sprono per i compagni. Trovarsi a fine allenamento tutti insieme a bere una birra accompagnata da due fette di salame lo trovo poi un ottimo elisir”. Inevitabilmente la dirigenza viene incalzata anche sul discorso promozione: “Non siamo bravi in matematica, cerchiamo di vincerle tutte e alla fine faremo i conti. L’ostacolo maggiore in questo senso siamo noi stessi nel senso che, se penseremo di avere già in tasca la promozione, sarà il momento in cui ci complicheremo le cose.” Ad onor di cronaca, il Campeglio vincendole tutte sarebbe certamente promosso in Prima Categoria.

TERZA CATEGORIA

Il Girone A si candida ad essere il campionato che offrirà più emozioni da qui alla fine: sono infatti quattro ora le squadre a giocarsi il passaggio in Seconda. Attualmente farebbero il salto gli Amatori Cisterna (sconfitti nell’ultimo turno 1-0 dal Sammardenchia) e la Brigata Leonacco (Blues regolati dal goal di Donato D’Agostini). Il Susans paga il pareggio per 1-1 contro la Moby Dick Rojanese; il Dream Team a fine campionato potrebbe invece mangiarsi le mani per il punto perso a causa della coppa disciplina, visto che il campo attualmente lo proietterebbe a un punto dalla quota promozione.

Il San Vito al Torre si appresta a festeggiare e legittima la sua posizione in classifica con un sontuoso 7-1 sul campo della Pozzecchese: doppiette di Daniel Mauro e Alessandro Peroni. Al Fiumicello riesce invece l’impresa di fermare il Gruaro, fino a qui praticamente impeccabile: 2-2 il finale ma promozione ancora in cascina visto il buon margine sul Corno Calcio, a sua volta fermato sul pareggio dal fanalino di coda Ronchi.

Il Chiasiellis “rovina” la media tanto decantata nell’approfondimento della scorsa settimana a causa della sconfitta per mano del Villaorba, senza alcun dubbio squadra della settimana: impresa firmata dalle doppiette di Doru Ionut Dumitriu e Nicola Venturini. Un passo falso contro una squadra non rovina in alcun modo quanto fatto di magnifico fino ad oggi dalla capolista. Molto bene anche la Virtus Udine, abile a battere il Pozzuolo e tenere aperta qualche speranza di promozione: dopo l’1-0 di Biauzzo i punti di distanza dall’avversaria ultimamente seconda sono solo tre e con quattro partite da giocare tutto pare ancora possibile.

Cristian Tulissi

Print Friendly
css.php