Gli Atti Impuri escono dalla Coppa a testa alta

 

Gli Atti Impuri escono a testa alta , anzi altissima dalla coppa friuli 2012 , perdendo solamente ai calci di rigore con la corazzata Friuliingol .
Friuliingol che passa il turno sul campo al termine di una battaglia ed esce a testa bassissima sul piano etico, del buonsenso e del fairplay , tanto in voga per la LCFC ma non sempre praticato dai club piu’ blasonati ed in vista .
Spero vivamente che la lcfc premi come gesto fairplay dell’anno il comportamento allucinante della compagine ( non saprei di quale paese tantomeno di quale zona del friuli provengano ) di quel tale non che scrive sul giornale ( come diceva Vasco Rossi ) ma bensi’ che parla in tv ed alla radio .
Considerato che il terreno di gioco presso cui giochiamo è di proprieta’ del comune e in concessione ad un’ altra societa’ sportiva  di cui siamo ospiti , visto il perdurare pomeridiano delle precipitazioni piovose mi ha spinto alle 15.30 ha chiedere il rinvio della gara al giorno successivo al signore precedentemente menzionato , che dapprima si adoperava in maniera positiva e dopo aver inoltrato telematicamente la richiesta , non me l’ha accettata ( perche’ probabilmente il giorno successivo i suoi campioni erano impegnati altrove ).
Giunti sul campo” i fenomeni del collinare “, non si scomponevano dinanzi alla richiesta di rinviare la gara e sono risultate vane anche le insistenze del primo cittadino , giunto per l’occasione a manifestare il proprio dissenso .
L’arbitro non ha potuto far altro che dare inizio alla gara ( ringrazio il sig. Puzzoli e il direttore di gara per la disponibilita’e la cortesia) , come da regolamento .
La gara iniziata con notevole ritardo vede subito gli Atti Impuri piu’ aggressivi e al 12′ uno splendido sinistro di capitan Ruggero Rinaldi porta in vantaggio i locali .
A titolo personale gli frutta il gol numero 200 in gialloblu .
Al 18′ Cargnelli si libera in area ospite e viene steso da Micottis.Per il signor Dose è rigore , Rinaldi Ruggero dal dischetto non perdona .
Gli ospiti si gettano in avanti ed e’ bravo e superlativo in alcune circostanze Bagnariol Danis a salvare la propria porta .
Al 37′ Bertoli per poco non trova il 3 a 0 , è bravo il portiere Tomasin a uscire dai pali e bloccare l’iniziativa.
Nella ripresa il Friuliingol con alcuni cambi cerca di di mettere in difficolta la formazione del presidente Margherita , pressing costante ospite ma il gol non arriva  .
Al 69′ fattaccio in area ospite , mentre il direttore di gara ammoniva Lizzit dei locali , il portiere ospite (non nuovo a gesti simili  vedi Ruda)a gioco fermo  si scagliava contro il bomber Cargnelli senza alcun motivo e lo colpiva violentemente alle spalle .
Purtroppo l’ arbitro non riusciva a vedere l’ accaduto .
Al 70′ venivano espulsi per reciproci insulti l’ allenatore locale De Candido Agostino e il portiere ospite Tomasin ( in conseguenza all’episodio precedente ).
Al 73′ dopo un batti e ribatti Mottes riduceva le distanze  e a 3 dal termine Sebastianis Paolo ( sempre un esempio di sportivita’ ) su rigore ristabiliva la parita’ .
Si andava così alla lotteria dei rigori e decisive per i locali gli errori di Rinaldi Massimo , Cecchini e Lizzit .
Comunque un plauso ai ragazzi gialloblu’ per l’ottima prestazione dinanzi ad una ottima squadra sul piano tecnico come il Friuliingol .
 
RINNOVO I COMPLIMENTI PER L’ONESTA’ ED IL FAIRPLAY A QUESTA FORMAZIONE ( ANZI RAPPRESENTATIVA COME LA DEFINISCE QUEL TALE DELLA RADIO) E UN AUGURIO DI NON RITROVARMELO ( SEMPRE QUEL TALE)  MAI PIU’ SU UN CAMPO DI CALCIO .
 
ULTIMO PENSIERINO DELLA NOTTE  : SEMPRE A QUEL TALE  …….  SI LEGGA I PRINCIPI DELLA LCFC E POI FACCIA UN ESAMINO DI COSCIENZA INSIEME AI SUOI COMPONENTI DELLA RAPPRESENTATIVA  : FORSE NE RICAVERA’ QUALCOSA PER IL PROSEGUO OPPURE NO PERCHE’ FORSE NON E’ LA PRIMA VOLTA CHE HANNO UN COMPORTAMENTO DEL GENERE .
 
DE CANDIDO AGOSTINO

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

  1. simone

    Scrivo in qualità di componente della rappresentativa presente lunedì scorso.
    Riassumendo nell’ordine, mi sento dire dal signor De Candido che devo tenere la “testa bassissima” perchè è messa in discussione la mia “onestà”, il mio “buonsenso” e il mio “fairplay” e sono quindi invitato a fare un “esamino di coscienza” al fine redimermi definitivamente, perchè sospettato di essere un soggetto dai comportamenti “allucinanti” recidivi.
    Mi sembra un po’ troppo da accettare dopo aver vissuto quella giornata per intero e soprattutto dopo che la LCFC a seguito di quella gara ha ritenuto di squalificare per 2gg il signor De Candido per offese e aggravanti semplici.
    Comunque sono abbastanza grande da capire che non serve raccontare la mia versione dei fatti, però mi domando cosa abbia animato il signor De Candido durante quella giornata, che poi giudicando dai toni, dev’ essere lo stesso sentimento che lo ha accompagnato nella pubblicazione del suo commento.
    Mi domando anche se tutta questa forza e predisposizione verso il prossimo l’abbia tratta dalla sopracitata “carta dei principi” del movimento collinare.
    …ognuno saprà rispondere per la sua coscienza.
    Quello che voglio, è invece concludere ridando alla rappresentativa e al nostro presidente il valore che qualcuno cerca di toglierci, perchè le esperienze e i caratteri che si trovano al suo interno sono un patrimonio che vale la pena vivere per ogni giocatore e allenatore e lo sforzo di metterle tutte insieme e tenerle unite nel bene e nel male è la vita e la passione di una persona che merita per questo il nostro rispetto.
    Può piacere o no, ma in ogni squadra c’è un Franco Poiana, con i suoi pregi e i suoi difetti.
    Sono le persone come lui che tengono in vita il movimento e che insieme a poche altre nella mia carriera di campo, hanno dato vita alla “carta dei pricipi” a cui mi attengo.

    Simone Bordini da Udine

    1. capitano7sorelle

      mi fa piacere notare come le polemiche non si creino solamente in casa nostra, mi spiace per gli Atti Impuri ma si sa che il Friuliingol deve andare in finale, altrimenti nelle pagine dei giornali o il nel sito di chi si parla??

  2. linobanfi

    Eh già…capitano7sorelle, il Friuliingol DEVE andare in finale, altrimenti nelle pagine dei giornali o nel sito di che si parla?? Hai dimenticato anche la radio…a Lattemiele di che si parla? Peccato che Friuliingol ci arrivi in finale da “soli” 3 anni consecutivamente e che poi vinca sempre per caso o perchè la favoriscono??? Non diciamo sciocchezze, sono nettamente i più forti. Si sa che i più forti come i bravissimi a scuola stanno sempre ANTIPATICI, ma cerchiamo di essere sportivi e obiettivi. Saluti a tutti!!!

    1. capitano7sorelle

      caro linobanfi sono un tuo estimatore, ho visto tutti i tuoi film e tutti i tuoi spettacoli teatrali, sicuramente la parte di copione che hai scritto in questa occasione è la più ridicola di tutte (ridicola nel senso che fa ridere). Guarda, purtroppo io non ho mai giocato contro i campioni del Friuliingol, perchè ho sempre giocato nei campionati veneti e quindi non posso dire se sono i più forti, sicuramente non mi stanno antipatici, cosa che non posso dire degli arbitri, componenti lcfc e friulani in genere…e non certo perchè sono i più forti!
       

  3. linobanfi

    Signor De Candido Agostino, si dice e scrive PROSIEGUO e non proseguo, si limiti a parlare come mangia…e poi ancora: a cosa allude quando menziona nella cronaca, se ovviamente l’ha scritta lei “…Friuliingol che passa il turno sul campo al termine di una battaglia ed esce a testa bassissima sul piano etico, del buonsenso e del fairplay, tanto in voga per la LCFC ma non sempre praticato dai club piu’ blasonati ed in vista…” e poi ancora, cosa significa “…..il portiere ospite ( non nuovo a gesti simili vedi Ruda ) …..”
    Grazie infinite per le precisazioni attendo riscontro.

    1. agostino

      ma le pare che io debba rispondere ad una persona che usa uno pseudonimo ………………………………..
      poi riguardo alla risposta del tale della radio, a puro titolo informativo comunico che il sopraluogo è stato effettuato da me e l’arbitro, mentre nessun dirigente ( sempre ce ne siano) dello ” squadrone” ospite era presente perche’ forse non volevano sporcarsi le scarpe di fango .

      Comunque complimenti per la vittoria in coppa certamente ve la meritate . Bravi !!!!!!!!

      1. linobanfi

        Caro sig. Agostino sono molto dispiaciuto per le Sue mancate risposte e delucidazioni, anche se uso uno pseudonimo. E’ buona educazione infatti rispondere ugualmente…
        Il fatto che Lei pensi che io sia un componente della squadra Friuliingol mi rammarica notevolmente in quanto a ben leggere i commenti, soprattutto quello relativo alla finale, si evince che IL SOTTOSCRITTO non c’entra nulla con lo Squadrone della Radio.

        Sono solo un grosso conoscitore del calcio dilettantistico ( per di più giornalista…sa, noi facciamo molto uso di pseudonimi…, e certe Sue affermazioni pubblicate nella cronaca della partita mi erano sfuggite in tutti questi anni di lavoro, solo per questo, quindi, Le chiedevo delucidazioni al riguardo.
        E comunque si scrive e dice SOPRALLUOGO con 2 L…e non con una, questo solo per rimaracare cosa fa chi Le scrive!!!
        Ora attendo veramente un Suo chiarimento altrimenti posso pensare che Lei scriva per ” sentito al bar”. Grazie infinite.

  4. linobanfi

    Ho visto la finale di coppa Friuli a Malisana, era meglio che tutte le auto parcheggiate vicino “all’impianto sportivo” accendessero i fari perchè l’illuminazione del campo non era sufficiente, ma come si fa a far giocare in simili condizioni???

  5. asnobileimpianticalcio

    Nella finale di coppa Friuli l’illuminazione era molto debole ammetto, posso garantire che il Friuliingol non è stato favorito da nessuno, con sprazzi di sofferenza e timore ha giocato la sua partita portandosi la gara ai rigori.
    Una finale disputata ad armi pari, peccato che due nostri rigori si siano stampati sulla traversa. La freddezza e la precisione sono una dote vincente.
    Una squadra forte non ha bisogno dell’arbitro, errare è umano, sono convinto sulla buona fede dei direttori di gara , sempre, anche quando il torto è a sfavore.
    Complimenti, vincere la coppa per 3 anni di fila mi mette una certa invidia, non vedo l’ora di ricominciare il torneo per portarmi a casa la coppa Friuli, e non sarò l’unico.
    Finiamola di parlare d’aria fritta; bisogna accettare le sconfitte
    Imparano più i popoli da una sconfitta, che non i re dal trionfo borbottava il Mazzini.

    Buone Vacanze
    Nobile T.

Leave a Reply

Devi essere loggato per inserire un commento

css.php