Flaibano, un arsenale da paura

 

Vola come una farfalla, punge come un ape : così veniva descritto Mohammad Ali. Era una sintesi per descrivere le sue caratteristiche, la leggerezza dei suoi movimenti abbinati a una tecnica sopraffina. E questa definizione potrebbe essere presa in prestito dalla matricola Brigata Cargnacco che, alla prima uscita stagionale, si dimostra a dir poco concreta. Pochi tiri ma efficaci, firmati Testa, Marcella e dal capitano Pez, mandano ko uno Ziracco  a cui non basta il sigillo di Franzil, che produce molto ma concretizza poco. Insomma subito un segnale importante in una serie in cui nessuno potrà dormire sonni tranquilli. Lo sa anche il Flaibano che dopo il piazzamento in zona podio del passato campionato vuole riconfermarsi. Per farlo il patron Valmer Picco ha messo a disposizione di mister Alessandro Tomini una squadra di tutto rispetto. Confermati giocatori di grande esperienza come Chivilò, Picco e Candolini, sono entrati a far parte del nuovo corso due difensori come Nicola Mariutti (ex Diana) e Mario Aita, due centrocampista offensivi quali Stefano Bassetti e Francesco Lovisa, senza contare che, dopo un anno nei dilettanti, è tornato Massimiliano Valoppi. E la prima giornata è subito un bel banco di prova. Avversario un Sedilis tosto che schiera il bomber di categoria Nicola Piccini, anche oggi a segno. Ma dopo un avvio in cui il Sedilis si è reso pericoloso, le redini del gioco passano al Flaibano che, prima con Bassetti e poi con Quarta,  dà un accellerazione al match. Sedilis però non molla, accorcia, scopre il fianco e rischia il tracollo sui contropiedi locali. La sfida si chiude a favore della squadra di Tomini che racconta così le sue impressioni dopo l’esordio:>> Chi ben comincia è a metà dell’opera. Sicuramente il collettivo a mia disposizione è di prima scelta anche se bisogna volare bassi. Il girone d’Eccellenza cela spesso trappole, le contendenti sono tutte toste per cui aspettiamo a tirare conclusioni. Intanto godiamoci i primi punti>>. Insomma è facile percepire che il Flaibano, che può contare su un reparto avanzato in cui potrà schierare Bassetti, Di Bin, Manente e Zuttion, tanto per fare qualche nome, sarà sicuramente una bella gatta da pelare per tutti. Grande partenza  per Jalmicco che fa subito la voce grossa in casa della Climassistance grazie agli acuti di Tuan(2), Gregorutti e Quaiattini. Non delude nemmeno il Thermokey: Giammetta e Simone Bozza non lasciano scampo alla matricola SOS Putiferio. Inizio soft per San Lorenzo e Latteria Tricesimo che impattano. Stesso risultato tra Corno e Amaranto.

Paolo Comini

Pubblicato anche su Tremila Sport del 07/10/2011

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Leave a Reply

Devi essere loggato per inserire un commento

css.php