Fantin, media gol da bomber vero. Zellina da applausi

Nel quarto turno di campionato il gruppo di testa dell’Eccellenza non fallisce i propri appuntamenti: è il caso dello Ziracco, vittorioso 3-2 sul San Lorenzo e saldamente in testa,da solo, alla classifica e del Trivignano, tornato alla vittoria con il medesimo risultato sul terreno di casa ai danni del Drag Store. Nel prossimo turno a sfidarsi saranno proprio Drag Store e San Lorenzo in una partita che si preannuncia infuocata sia per la sana rivalità esistente tra le due formazioni sia per una posizione in classifica che sicuramente non rispecchia a pieno le aspettative di inizio stagione delle due società. Daniele Zompicchiatti si traveste da eroe di giornata e regala allo Jalmicco una vittoria fondamentale contro il Cassacco Startrep  ancora fermo a un punto. Sta vivendo invece un buon momento di forma e continua il momento positivo il Colugna, andato addirittura a vincere nel difficile campo di Pozzuolo per 1-3 nella gara di sabato. Termina 0-0 VacileSavognese, risultato che soddisfa di più sicuramente i boys di capitan Dreon visti i cinque punti in classifica e un debutto in Eccellenza quasi sicuramente oltre le più rosee aspettative. Fatica più del previsto ad adattarsi il Ruda, sconfitto anche nell’ultimo turno dalla Thermokey e ancora al palo: le occasioni per riscattarsi sono molte e il campionato è ancora tanto lungo per cancellare questo pessimo avvio.

Se l’equilibrio continuerà ad essere quello delle prime giornate, da qui in avanti il girone A di Prima si preannuncia scoppiettante: sono infatti ben tre le squadre in testa con sei punti, seguite da un plotone di quattro formazioni distanziate di una sola lunghezza. Nell’ultimo turno è caduto il Tramonti sotto ai colpi dell’Adorgnano per 2-4; Giampaolo Bidoli ha cercato di trovare i motivi della sconfitta: “Abbiamo sicuramente sbagliato l’approccio alla partita. Tanti errori, soprattutto in difesa, hanno permesso ad un avversario concreto e cinico di fare bottino pieno“. Sorride il Valmeduna dopo il 4-2 rifilato al Billerio Magnano e la prima posizione ritrovata. Come al solito, Livio Del Bianco racconta la partita: “Si gioca all’Agra di Meduno in una giornata tipicamente autunnale davanti ad un caloroso gruppo di tifosi. Le due squadre si sono affrontate a viso aperto senza molti tatticismi: siamo andati in vantaggio subito con Simone Paveglio ma abbiamo subito il pareggio su rigore. Dopo il palo colpito dagli avversari è stato il solito instancabile Mirko Bortolussi a riportarci sul 2-1. All’inizio del secondo tempo siamo tornati in attacco e sugli sviluppi di un corner Stefano Marcolina ha siglato il 3-1. Il Campeglio si è però dimostrato squadra tosta e ha accorciato le distanze con una gran staffilata dal limite su cui Fantin nulla ha potuto. Dopo aver sbagliato più volte il colpo del KO, finalmente lo abbiamo trovato con bomber Fantin per il 4-2 finale (già all’ottavo centro, media di due goal a partita, ndr). La partita è stata sicuramente bella, il gioco a tratti troppo spezzettato da un arbitraggio alquanto severo“. Stessa sorte per il Majano, squadra che fa della solidità la sua arma vincente, come accaduto nello 0-1 ai danni del Turkey Pub. “Decide Monasso al 5′ con un gran destro dal limite– raccontano dal lato SS463-“in evidenza ancora il nostro portiere Melchior che ha sventato un paio di occasioni importanti; nel complesso la partita è stata tirata con noi meglio nel primo tempo e i locali all’arrembaggio nel secondo“. Belle vittorie per Warriors (2-0 alla Dinamo Korda, reti di Damiano Maldera e Fabio Vuerli) e Al Cardinale (1-2 ai danni della Contea Cussignacco, in rete Enrico Gasparri per i locali, Massimo Chiabai e Lucas Jeremias Viegas Gomez per gli ospiti). “Non è stata una grande partita“-ammette sportivamente la dirigenza del Campeglio dopo la vittoria 3-2 sugli Highlanders-“come spesso accade abbiamo vinto la partita giocata peggio tra quelle disputate fino ad ora: siamo passati in vantaggio per due volte e ci siamo fatti raggiungere subito; a tre minuti dal termine Alaric ha siglato il goal vittoria. Il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto“.

Al comando solitario del girone B c’è ora il Zellina, davvero in uno stato di grazia in questa prima fase: 2-0 nell’ultimo turno con doppietta di un sontuoso Davide Casasola nello scontro diretto con una delle prima inseguitrici, il La Rosa. Vince ancora il Merce Rara, 2-1 contro il Galli e grande balzo in avanti in classifica, mentre sembra aver finalmente trovato la quadra il San Marco Iutizzo: dopo le due sconfitte nelle prime due giornate, i ragazzi di Codroipo sono ora in serie positiva e nell’ultimo turno sono addirittura andati ad espugnare il quasi proibitivo campo del Real Sella con doppietta di Matteo Dozzi. Terminano con il segno X Sette SorelleAtti Impuri, 2-2, e Atletico PertegadaMorsan, 1-1.

Cristian Tulissi

 

Print Friendly, PDF & Email
css.php