Fa festa il Paluzza, suo lo scudetto nel F.C. C5

Il Friuli Collinare c5 ha un nuovo re: il Paluzza C5 che, dopo una stagione da 19 vittorie su 23 partite giocate, chiude in anticipo la volata sulle inseguitrici Real Tresesin, Felettis United ma soprattutto sui campioni uscenti, la Taverna Maiero, tutte squadre che comunque ci hanno fatto divertire giocando una fantastica stagione. Va detto però che il Paluzza ha, già nelle prime giornate, alzato il ritmo, approfittando delle indecisioni iniziali delle rivali. E’ stato l’attacco la vera forza motrice dei neo-campioni, 197 reti segnate nei 23 match disputati, per una media di 8,6 gol per partita. Numeri che gli consentono, oltre di cucirsi in anticipo lo scudetto regionale, di centrare la possibilità di partecipare ai prossimi campionati nazionali Csen. La soddisfazione del risultato ottenuto anche nelle parole di Massimo Di Centa: “Pensare che all’inizio dell’anno l’obiettivo era la semplice permanenza in categoria. Eppure man mano che giocavamo arrivavano risultati importanti. Certo abbiamo avuto anche una certa dose di fortuna ma in fin dei conti è necessaria anche quella. La grade sorpresa è arrivata dal nostro attacco, basta vedere la classifica marcatori riempita dai nomi dei nostri ragazzi. Attendiamo di sapere quando giocheremo la fase finale nazionale che per noi sarà l’occasione per una bellissima esperienza”. E’ sceso in campo il Real Tresesin, superando senza problemi il Pagnacco, fanalino di coda del gruppo. Balzano del Tresesin si è preso il centro della scena con un poker di reti che ha indirizzato l’esito dell’incontro, nel Pagnacco invece si comportano bene Gritti e Pevere con delle doppiette. Pareggio utile soprattutto per le statistiche quello tra Attimis Calcio e Forgjarins, entrambe formazioni molto lontane dalla lotta-salvezza. Si distinguono Frosh nell’Attimis, tripletta per lui, e Marcuzzi che realizza la stessa mole di reti, stavolta per i Forgjarins.

In Prima Categoria le squadre di testa non possono più sbagliare e, almeno in questa giornata, Talmassons e Gold Feet Aquileia sembrano aver recepito bene il messaggio. Tonetti (2), Di Barbara e Genovese firmano la vittoria n°16 del Talmassons, raggiunta sul campo del non irreprensibile Jalmicco. Anche il Gold Feet Aquileia non manca il colpo e supera un Capo Horn sempre più vicino alla retrocessione. E’ Civita, secondo violino dell’Aquileia solo dal punto di vista dei numeri, a rivelarsi decisivo grazie alla sua tripletta. I Banana Five provano a ritrovare lo smalto vincente, un po’ mancato nel girone di ritorno, superando il Caratel Coderno. Decisivi i gol di Martorel (2), Pizzoni, Skejic e Vicenzino per i padroni di casa mentre il solo Tomini va in gol per il Caratel. Continua nel suo campionato tranquillo il Forte & Chiaro che batte il Cergneu mandando in gol Macor (2), Martinelli (2) e Cocco.