E’ vera Bombonera

 

 

Lo stadio di Buenos Aires, dove gioca il Boca Juniors, è da tutti conosciuto come La Bombonera.  Pochi sanno che questo è un soprannome, dato all’impianto, da uno degli architetti che lo costruirono e che deriva dalla somiglianza con una scatola di cioccolatini (bombones, appunto).  Quello stadio è divenuto famoso in tutto il mondo, Friuli compreso.  Esempio ne è una squadra di calcio a 5. Partita con il nome di Bowling Tricesimo, dopo aver girovagato per anni in diversi parquè regionali, nel 2003 trova residenza nello splendido impianto della Bombonera di Feletto. Da qui la nuova denominazione, La Bombonera, appunto. Nome che porterà parecchie fortune ai giallo blu, sovente vincenti anche a livello nazionale.  Lo scorso anno però il team della presidente Jessica D’Agostino incappò in una stagione no , culminata con la retrocessione in Prima. A quel punto si crearono  due scuole di pensiero tra i giocatori: chi voleva appendere le scarpette al chiodo, e chi, proseguire. Vinsero i secondi, per fortuna.  La Bombonera, dopo la larga vittoria in casa dei Bastardi Senza Gloria, dopo 10 giornate, unica nel campionato, è a punteggio pieno.  >> Per adesso fila tutto liscio – racconta Andrea Giusti.  Qualche amico ci ha lasciato  ma la squadra, dopo gli innesti di giocatori di spessore quali Luigi Marcuzzi, Luca Ciampa, Carlo Artico, ha saputo ricrearsi e trovare subito equilibri importanti. Anche grazie al nuovo portiere Davide Contursi, che si alterna con il forte Salvatore Lardo,  permettendoci di giocare con grande tranquillità. La punta di diamante resta Vito Posca. L’amicizia e la grande passione per il calcio che alberga fin da piccoli in tutti noi, è sicuramente sono le chiavi dei nostri risultati. Siamo senza mister , ci autogestiamo, cercando di ottimizzare situazioni a caratteristiche personali.  Già, non possiamo  più nasconderci: ritornare in Eccellenza è uno dei nostri obiettivi>>. E’ vero, i ragazzi di capitan Michele Vidussi hanno già un passo nella categoria superiore e, al momento, pare non abbiamo rivali ìin un gruppo (A) dove la seconda piazza è distante 7 punti.  A occuparla Mister Zoccolan che non si fa scalare, tarpando le ali,  nello scontro diretto, ai Grifoni (6-4), ora scesi in terza fila. In Eccellenza lo scontro al vertice era tra Tana del Luppolo e Bar Erica. Finisce con 4 reti per parte dopo una sfida avvincente che, fino all’ultimo respiro, ha regalato emozioni. In cima c’è sempre l’Elettrotec: i tarcentini rimangono saldamente sulla tolda di comando dopo il bliz in casa di un New Team castigato da Laurencigh(3), Zulli(2) e Zampa. L’expolit sotto rete più importante è targato da Matteo Bovolini: suoi i 5 gol che hanno permesso alla Stellare di imporsi  (11-7) sul Friuli Antincendi. Nel gruppo A di  Seconda categoria c’è grande equilibrio in vetta con Real Tresesin a farla da padrone. A tallonarlo ci pensa il Mercante del Mondo, capace di vincere il big match (8 -4) con un Formentera che, al momento, deve accontentarsi della terza piazza. Anche il gir B è estremamente interessante: Pizz. Zaliclò, I Maledez, Boca Juniors Risano, Capo Horn, E.E.Gjgiote, Pertegada, Futsal Club e Duronons tutti nel fazzoletto di pochi punti. In Terza Categoria continua il sogno di vertice del Villa Primavera. Grazie al  Gente di un certo livello, pronto a sconfiggere la Pol Valnatisone (6-4) i ducali scivolano in seconda fila, posizione occupata anche dal Tre Stelle, vittoriosi sul Silteo per 6-4. 

Pubblicato anche su Tremila Sport del 23/12/2011

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Leave a Reply

Devi essere loggato per inserire un commento

css.php