Da Nando e VG la Botte in gran forma

Quarta giornata della seconda fase nel campionato dedicato ai “senior” over 50. Qualche sorpresa (Da Nando) e alcune conferme (Pozzuolo) fotografano un campionato dove in ballo ci sono ancora molti recuperi che potrebbero portare interessanti sorprese. Nel girone B doppio impegno  per i veneti del Portover ospiti in casa di un  Da Nando in gran forma Parte bene il Portover che, pur in formazione di emergenza, riesce a procurarsi un rigore che però si permette di sbagliare e due grosse occasioni sventate dal portiere di casa.  Il Da Nando sembra alle corde, fatica a trovare il bandolo della matassa ma,  al primo attacco non sbaglia e segna il vantaggio. Alla ricerca del pareggio il Portover, con orgoglio e coraggio, ci prova ma spreca tante energie. E si sa che a cinquant’anni sarebbero opportuni i cambi dalla panchina per poter rifiatare.  Inevitabile   il  crollo fisico dei veneti che lasciano strada libera al Da Nando  pronto a dilagare dopo le  due reti di Paolo Deganis e i sigilli di  Paolo Brandiziol , Fabrizio Cirio e Walter Dose. Con questo successo il Da Nando comanda la classifica del girone e ipoteca l’accesso alla fase che conta, guardando con un occhio di riguardo la sfida di venerdì prossimo tra le due finaliste dello scorso anno, Cordignano e Isotecno. Una sfida che delicata per entrambe che potrebbe ridisegnare l’egemonia del gruppo.

Nel gruppo C si gioca il recupero  tra le compagini dei Veterani e del Black Stuff con la compagine ospite costretta a  scendere in campo con soli undici giocatori. Tattica prioritaria quindi è di  controllare la partita con l’obiettivo primario di non prenderle. Sembra tutto semplice  per i Veterani  che vanno in vantaggio dopo due minuti con Giorgio Macuglia, lesto a correggere in rete un suo primo tentativo di testa deviato dal portiere. Partita però tutt’altro che facile perché Black Staff si difende  bene neutralizzando ogni incursione dei bianconeri. Si spingono troppo in avanti gli uomini di Tullio Lunazzi dimenticandosi di Coniglio che su un improvviso contropiede sfugge a Cavallo.  Bravo quindi Angelo Coniglio a trasformare il momentaneo pareggio.  Secondo tempo fotocopia del primo  ma, viene meno la concentrazione di un difensore ospite  il quale  franando, in piena area di rigore,  su una gamba di Michele D’Alessio permette ai Veterans di battere il primo rigore.  Dagli undici metri Fabrizio  Visentin  non sbaglia portando in vantaggio i locali. Passano pochi minuti e un tocco di mano in area costringe l’arbitro a fischiare il secondo rigore a favore dei Veterani. Dagli undici metri Loris Maestrutti spara sopra la traversa. Ma chissà cosa è scattato dentro dopo l’errore perché Loris diventa straripante e, da grande  centrocampista, si fa perdonare nei dieci minuti finali  siglando una splendida doppietta da vero bomber.

Il Black Stuff  però non ha concluso i suoi impegni e, due giorni dopo la sfida con i Veterani è costretto a scendere in campo contro la forte compagine della Botte. Ma tre partite in sette giorni hanno lasciato una lunga scia di infortunati e l’appuntamento in casa della Botte si non  da sottovalutare. Il team di Paolo Gennaro si presenta in formazione rimaneggiata ma, nonostante sia affaticato fisicamente, prova a reggere l’urto della formazione di Trivignano, una delle candidate a vincere il plotone. I locali fanno girare bene la palla, provano a pungere con belle azioni in profondità ma gli ospiti riescono a ribattere colpo su colpo fino a fine primo tempo quando una dormita generale della difesa ospite gli ha spianato la via del gol. Ma il Black Stuff ha ancora benzina e perviene al pareggio con  gran gol di Drasko Ivic .  Ma l’età non concede sconti e poco gli ospiti perdono per infortunio le due punte di riferimento, Angelo ConiglioAlberto Vidoni, mettendo in ulteriore difficoltà l’assetto tattico della squadra. Diventa ancora tutto più complicato quindi con La Botte capace ad approfittare delle sbavature ospiti  per portarsi in vantaggio. Il gol blocca gli entusiasmi ospiti e i locali dilagano nel finale siglando ancora  due reti in una sfida dove il team di casa ha realizzato con Almond Zita autore di una doppietta,  Marco Ellero e Italo Dolce.

Sempre per il Girone C  sul sintetico di San Daniele si sono date battaglia le squadre di Pozzuolo e Old Amasanda. Tutto facile nei primi minuti per il Pozzuolo che gioca bene e trova il gol con il  solito Michele Turco, abile a insaccare a conclusione di una splendida azione da manuale. Macina gioco a volontà  il Pozzuolo sbagliando anche diverse  occasioni da gol. Supremazia dei canarini sul campo dei collinari che si concretizza con un altro gol di Michele Turco. Frastornata la squadra amaranto che prova a riorganizzarsi durante una pausa rivelatasi  provvidenziale… Secondo tempo più equilibrato quindi, con Amasanda che trova i cambi giusti e si affaccia con sempre più frequenza verso la porta del Pozzuolo. Ci credono gli uomini di casa tanto che accorciano le distanze con  Onorino Brovedan. Da li in poi la saga dei gol e delle occasioni sbagliate da entrambe le parti. Finisce 2 a 1 per il Pozzuolo che momentaneamente guida la classifica del girone C.

 

Print Friendly, PDF & Email