Colugna è concreto, il Friulclean lotta ma alza bandiera bianca

FRIULCLEAN-AC COLUGNA 1-3
Il derby tra Friulclean e Colugna anche nel girone di ritorno dice Colugna, rispetto all’andata però il match è stato sicuramente più aperto. Dal punto di vista agonistico la partita è stata avvincente e la Friulclean, seppur di fronte ad una squadra che si è dimostrata qualitativamente migliore, ha fatto la sua bella figura. Priva di Cona, fermo per squalifica, la Friulclean arretra il Deggy il quale andrà a formare con il capitano Alè e Joel la barriera difensiva che concederà poco e nulla al Colugna, goal a parte. Prima dell’entrata in campo siparietto simpatico dove l’arbitro lancia un sos scarpette a cui risponde con prontezza Mr. Bernard, scarpette rimediate e si può dare inizio alle danze.

Il primo brivido lo prova l’estremo difensore del Colugna che deve uscire in tuffo per anticipare l’accorrente Lacky Roverano che stava per profittare di un impreciso retropassaggio di testa di un difensore ospite. Trascorrono nove minuti ed un altro passaggio avventato, questa volta da parte della Friulclean, regala al Colugna la possibilità di sbloccare il risultato ma l’attaccante giallorosso sciupa tirando rasoterra troppo a destra. La retroguardia dell’Effe 84, applicando magistralmente la tattica del fuorigioco e grazie a diversi recuperi vincenti, non fa lavorare il portiere Federico, al 22’ però una dormita della mediana e della difesa consente ad un giocatore ospite di arrivare da solo fino all’area ed a servire verso la sua sinistra un suo compagno smarcato che realizza il primo gol della disputa. Palla al centro e nel giro di una trentina di secondi Alex Harry Potter effettua uno dei suoi lanci invitanti per Devid (il vero protagonista della serata post partita) ma l’estremo avversario esce con tempestività facendo propria la sfera. Nel recupero Potter si avvicina al pareggio prima con una punizione diretta che viene respinta in corner dal n. 1 ospite e nel corner a seguire, lato destro della porta, con un bel diagonale di sinistro che va poco sopra il sette sinistro. Nella ripresa, fino al 30’, permane un certo equilbrio in campo con la Friulclean che comunque spinge leggermente di più dovendo rimediare allo svantaggio. A dare un po’ di verve all’attacco locale ci pensa Ruben, costantemente in movimento, e successivamente Sgrazzutti con le sue incursioni sulla fascia di competenza. All’11’ la compagine di Branco produce un’azione pericolosa propiziata da un passaggio di Alex per Codutti che, transitato in area dal lato corto destro, cerca la conclusione vincente ma trova una serie di rimpalli che fanno guadagnare un semplice angolo. Il Colugna risponde al 15’ circa: il numero 4, ottimamente servito da un suo compagno appropriatosi della palla con un tackle a metà campo, effettua un bel tiro al volo sfiorando il sette alla sinistra. Al 25’ Ruben va vicinissimo all’1-1, tiro potente dai 15 metri e palla che prende un effetto strano ma il goalkeeper opposto con un grande riflesso respinge alto sulla traversa salvando il punteggio favorevole al suo team. Al 30’ si verifica l’episodio praticamente risolutore: il capitano della Friulclean appena uscito dalla propria area cerca di liberare la zona il pallone però trova in modo fortunoso il corpo di un attaccante del Colugna che riesce a controllare la sfera stessa e poi ad involarsi verso il portiere siglando il raddoppio per la sua squadra. Qualche minuto dopo per la Friulclean entra a dar man forte il Presidente, subentrando a Bonzo costretto ad arrendersi causa un’entrata eccessivamente rude da parte di un colugnese. Nel recupero c’è tempo per registrare altre due marcature. Al 41′ gli ospiti guadagnano un rigore che viene concretizzato puntualmente; il gol dell’1-3, bello ma purtroppo inutile per l’Effe 84, giunge al 43’: Sgrazzutti fa un cross perfetto dal fondo destro che attraversa parte dell’area prima che Joel, in prossimità del secondo palo, compie un tuffo segnando di testa il suo secondo gol stagionale. Passa un altro minuto al massimo quando il direttore di gara decreta la chiusura dei giochi.

Il risultato finale francamente appare troppo penalizzante nei confronti della Friulclean per quanto si è visto nel complesso sul campo, il Colugna ha d’altro canto dimostrato di avere quelle doti che consentono di fruttare al meglio le opportunità visto che in questa serata il numero dei suoi tiri nello specchio sono stati pari a quello dei gol che ha realizzato. Per il club dell’Effe 84 si tratta di un’altra prova convincente che conferma il superamento del periodo di appannamento che l’aveva perseguitato nell’ultimo mese invernale; il ritrovamento del gioco lo si deve in primo luogo al Mr. Bernard che con la sua perseveranza ed anche la sua pazienza non ha mai mollato nel dare la carica ai suoi giocatori. Non dimentichiamoci il Presidente Massimo pronto a tutto, anche a scendere in campo seppur acciaccato.

Redatto da Mauro Gaspardo

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Leave a Reply

Devi essere loggato per inserire un commento

css.php