Ciclone Gervasi e Duronons di forza

 

In Eccellenza sta rallentando l’Elettrotec.  Forse i primi segnali di stanchezza mentale o forse solo un calo fisiologico?  Il team di Tarcento è costretto al pareggio da una Niù spavalda che ha saputo ottimizzare alcune giocate con Macorig, Corubolo e Devinar. Sull’altro fronte la capolista ha dimostrato fermezza e determinazione riportando il punteggio in parità dopo una gara giocata da entrambe con grande intensità. Se in testa c’è bagarre anche in coda non si scherza. Lo sanno Rist. Alla Frasca Verde e New Team che devono trovare un risultato positivo per alimentare le possibilità di salvezza. Il duello è vinto dal New Team anche se il rammarico da parte dei locali arriva, a dir loro, da un arbitraggio che lascia a desiderare. Ma il punteggio finale è significativo  (10 a 2 per ospiti). Anche Pagnacco non molla, costringe il Bar Erica alla patta e mette in cascina un punto pesante. In prima categoria sempre più critica la posizione di Livercul (A) che, nonostante lotti come un leone, perde in casa con il calcetto Moggio (8-9). Riemerge leggermente il NO Name che si stacca dall’ultima posizione dopo aver superato i Drughi con i sigilli di Lorenzini, Polonia, Conni e Carrera. Entusiasta Gian Luca Pittino che dice: finalmente una vittoria, ottenuta in una gara combattuta con moltissime occasioni da goal. perfetto l’arbitraggio>>.  I Grifoni difendono con i denti la zona play off dopo il successo esterno sul parquè dei Bastardi Senza Gloria, mentre Mister Zoncolan sta completando l’avvicinamento alla zona utile soffrendo ed  espugnando il campo della Stella Moggese (10-12).  Nel gir A di  seconda categoria la sorpresa arriva dal Real Tresesin, scivolato in casa per mano di un Nimis che deve ringraziare l’exploit di Gervasi, autore di 7 delle 9 reti totali. Si aggrappa al successo esterno sul San Daniele il Forgiarins. Per mantenere accese le speranze di non cadere nel vortice della retrocessione. Il Mercante del Mondo, invece,  continua a tenere un gran ritmo. Anche contro un Celtic Scluse, superato per 4-2,  ha dimostrato come i tolmezzini hanno le carte in regola per tentare il cambio di categoria. Il secondo plotone fotografa un duello d’alta quota, quello tra E.E.Gigjiote e la capolista Duronons. Per i locali l’occasione per riaprire la corsa di vertice, mentre per i ragazzi di Carlino la voglia di dimostrare la loro forza. Alla fine gli ospiti sono più forti. Lo riconosce anche il locale Massimo Gallarati: >> partita molto difficile per noi  data la forza dell’avversario che già all’andata, pur soccombendo , aveva dimostrato di esserci superiore. Dopo un primo tempo decisamente a favore degli ospiti (Ferigutti, doppietta e Zanutta i risolutori), nella ripresa la reazione che ci ha permesso però solo di segnare il goal della bandiera con Candotto>>. Non cede la pizz. Zaliclò che, dopo una sfida ricca di reti, tarpa le ali al Pertegada, mantenendo lo scettro del comando. In Terza categoria da segnalare il largo successo del Villa Primavera (12-3) su un buon team come il Gente di un Certo Livello. Punteggio che la dice lunga sulla forza e sulla volontà di cercare la promozione degli uomini del presidente Santarelli.   

 

Pubblicato anche su Tremila Sport del 17/02/2012

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Leave a Reply

Devi essere loggato per inserire un commento

css.php