CFc5: Varutti devastante, Passons è campione!

Il Passons C5 può festeggiare la conquista della Coppa Friuli di calcio a 5 dopo aver avuto la meglio su un Mereto C5 mai domo. I verdi  hanno provato fino all’ultimo minuto  a ribaltare un punteggio che, dopo appena tre minuti, era sfavorevole. Tre minuti, il tempo che il capitano del Passons Nickolas Varutti ha impiegato per sbloccare il risultato, un gol che nasce da un preciso rilancio con le mani  del portiere  Morabito capace di far saltare il centrocampo e far giungere palla al capitano, lesto con una  spizzata precisa , a gonfiare il sacco.  I ragazzi in maglia bianca già festeggiano mentre il Mereto deve già pensare alla rincorsa. Nei minuti successivi il Mereto prova a farsi sentire nella metà campo avversaria difesa però con ordine e tanti uomini, tant’è che i ragazzi in verde risultano pericolosi solo con tiri dalla distanza, addirittura col loro portiere Di Lenarda. Bisogna però fare i conti con un Varutti in forma strepitosa che al 10′ colpisce un palo dopo un altro pallone lanciato dalle mani di Morabito e, al 12°, serve Quaino che, da fuori area calcia alla sinistra del portiere con un letale tiro di punta. Due minuti dopo i riflettori si spostano sui due portieri, chiamati in causa più volte e pronti a rispondere con interventi decisivi, almeno due per parte. Il canovaccio  della partita è chiaro:  Mereto che prova a costruire l’azione ma difficilmente riesce a creare occasioni limpide mentre il Passons, concentrato in trincea per poi ripartire  in velocità a ogni occasione utile.  Tattica pratica ma che porta risultati come al 19° quando Varutti calcia tra le gambe del portiere realizzando il 3-0. Il Passons abbassa la guardia, non fa i conti con l’oste e Passalent ne approfitta per accorciare. Punizione dal limite, Passalent chiede e  ottiene l’uno-due con l’uomo in barriera per poi calciare non irresistibilmente ma efficacemente un pallone che passa una selva di gambe fino a  rotolare in porta. Comincia così un batti e ribatti tra le due squadre in una fase dove si distingue Spangaro, giocatore molto dinamico del Passons. Eppure per il gol bisogna affidarsi di nuovo a Varutti, caparbio nel recuperare palla in difesa, avanzare fino al limite dell’area e calciare per il 4-1. Da capitano a capitano, da Varutti a Manzon. Manzon, numero 10 di personalità, prende  per mano i suoi e, nel momento forse più difficile, accorcia due volte lo svantaggio prima del termine del primo tempo.

A meno di un minuto dal rientro in campo per il secondo tempo Varutti, sempre da destra, ha spazio per una azione personale che porta al 5-3. Il Mereto sembra accusare il colpo nonostante abbia una buona chance per una punizione dal limite, nella quale Morabito para tre volte le conclusioni dei nero-verdi. Al 6°Quaino si fa trovare libero nell’area del Mereto e, a porta spalancata, appoggia in rete. Passano  solo  tre  minuti  e lo scatenato Varutti realizza il settimo gol del Passons, il quinto personale, che potrebbe chiudere virtualmente il match. Potrebbe, eppure sembra accadere esattamente il contrario. Il Mereto infatti trova coraggio e prende il controllo del match, approfittando di una distrazione della difesa del Passons e cominciando la rimonta grazie al gol di De Giorgio all’11°. Una nuova punizione dal limite viene concessa due minuti dopo ai ragazzi in svantaggio e Passalent accorcia ulteriormente sugli sviluppi della stessa. Il risultato ritorna in bilico, gli animi si infiammano e il nervosismo sale, così come sale l’intensità della partita. A cinque minuti dalla fine il risultato cambia ancora: i ragazzi del Mereto battono velocemente una punizione servendo Indrigo che, nell’area del Passons, riesce a girarsi e a calciare, riducendo al minimo lo svantaggio. La partita si riaccende definitivamente, è di nuovo il momento dei portieri visto che ogni dettame tattico è saltato. Al Passons rimane la lucidità di gestire alcune situazioni lasciando correre il cronometro fino al triplice fischio, quando può finalmente festeggiare la vittoria di una partita complicatasi pericolosamente nei minuti finali. Merito di questo va anche ai ragazzi del Mereto, bravi a non mollare anche quando l’incontro poteva sembrare già deciso. Tutto questo lo ritroviamo anche nelle parole di Matteo Gazzetta, allenatore del neocampione Passons: “Quello degli ultimi minuti è stato un calo sia mentale che fisico. Adesso però c’è grande soddisfazione per quello che siamo riusciti a fare. Dovessi scegliere un migliore in campo direi sicuramente il capitano, Varutti, ma in fin dei conti oggi tutti i ragazzi hanno giocato bene, anche quelli della panchina. Un plauso infine ai nostri avversari che non hanno mai mollato. Si sono dimostrati una squadra tosta, che stava bene fisicamente e devo dire che se la partita fosse durata ancora un paio di minuti non so come sarebbe andata a finire”.

 

Passons C5 – Mereto C5  7 – 6 

Passons: Roberto Colautto, Lorenzo Furlano, Alessandro Fusco, Alessandro Morabito, Mattia Quaino, Cristiano Russo, Luca Spangaro, Andrea Urdini, Nickolas Varutti. Dirigenti: Tiziano Bittolo, Alessandro Combatti, Matteo Gazzetta

Mereto: Marco Camerin, Riccardo De Giorgio, Jacopo Di Lenarda, Stefano Indrigo, Matteo Manzon, Andrea Masotti, Gianluigi Moretton, Omar Passalent, Matteo Tosone. Dirigenti: Matteo Giacomini

Arbitri Costantino Calligaris e Pasquale Lombardi

Marcatori: Nickolas Varutti (5), Mattia Quaino(2), Andrea Masotti (2), Omar Passalent (2),  Riccardo De Giorgio, Stefano Indrigo.

Note: ammoniti Roberto Colautto, Mattia Quaino, Riccardo De Giorgio

 

Print Friendly, PDF & Email
css.php