Donazione al comune di Ravascletto

Premesso che la Lega Calcio Friuli Collinare vuole la certezza che le sue donazioni abbiamo una destinazione concreta e che il denaro non venga “disperso”, il Cd del 09/11/2018, preso atto che a causa di mancanza di proposte da parte dei comuni della zona Amatriciana, contattati da oltre un anno per avere un preventivo di spesa, resta da distribuire la somma di 4.000,00  euro residuata dalla raccolta di beneficenza, dispone di distribuire tale importo a un comune Carnico colpito dall’alluvione.

Continua...

Ufficio Lcfc: nuove modalità d’accesso

Cambiano le modalità d’accesso alla sede della Lega Calcio Friuli Collinare. Come da delibera del C.D. del 14 novembre 2018 http://www.lcfc.it/events/cd-2018-11-15/è stato disposto che l’ufficio venga chiuso al pubblico e rimanga contattabile solo per mail o segnalazione attraverso l’area dedicata alle squadre. I tesserati che hanno necessità di avere info specifiche, però,  possono concordare appuntamento inviando una mail. I responsabili dei campionati e di settore rimangono comunque a disposizione dei tesserati anche attraverso le precedenti modalità.

La scelta è di carattere esclusivamente gestionale e le principali ragioni che hanno portato alla decisione sono:

1)i dipendenti hanno nuovi turni elastici e modificabili in base alle esigenze lavorative

2) nei vecchi orari erano rari gli avventori e le poche telefonate erano ripetitive e inerenti sempre argomenti facilmente recuperabili da comunicati ufficiali.

3) è stato valutato che se c’è un urgenza segnalata è più facile che la segreteria faccia la chiamata alla squadra interessata.

4) orari flessibili per i dipendenti consentono di avere a disposizione la segreteria anche al mattino per eventuali problematiche gestionali da risolvere con la Libertas regionale e nazionale.

La decisione potrà essere rivalutata se dovessero cambiare le esigenze organizzative.

Sostituzioni c11, nuova norma

La stagione sportiva 2018/2019 ha fotografato parecchie novità una delle quali la regola dedicata ai cambi volanti (http://www.lcfc.it/normativa/?articolo=RA-71-20181116 ), applicata per la prima volta nel campionato Friuli Collinare c11Tale norma è stata testata per anni nelle categorie Over 40 c11 e nel calcio a 5 con ottimi riscontri da parte di tutte le associazioni coinvolte.

Continua...

Victoria! Anche per la Lcfc

Donne e calcio, un binomio che sempre più spesso evidenzia come il gentil sesso ha acquisito competenze,  è cresciuta come passione e partecipazione, ha cambiato marcia guardando lo sport senza timori reverenziali. Ormai il calcio femminile da grandi segnali di crescita, ci sono telecroniste, giornaliste sportive, le regole del calcio le conoscono a memoria.

Continua...

Novità nell’area personale

L’informatizzazione è  determinante per poter permettere ai tesserati di poter giocare senza dover pensare troppo alla componente burocratica e la Lcfc, implementando sempre nuove funzioni, cerca di rendere sempre più agevole i compiti di controllo. In quest’ottica, l’area personale di ogni squadra è stata attrezzata con una nuova funzione: cliccando su ROSA si possono vedere le sanzioni (ammonizioni, espulsioni) a carico dei propri tesserati e avere una situazione disciplinare aggiornata.

LCFC a Telethon 2018: si corre verso la solidarietà

La Lega Calcio Friuli Collinare organizza, nei giorni 1 e 2 dicembre 2018, delle squadre per partecipare alla 20° edizione della Staffetta Telethon 24×1 ora.

La staffetta, unica nel suo genere in Italia, è la manifestazione più importante allestita in sede regionale nell’ambito delle iniziative di raccolta fondi per Telethon.

La manifestazione è a scopo benefico e si svolgerà nel centro storico di Udine su un circuito di circa 1.700 metri con inizio alle ore 15 di sabato 1 dicembre per finire alle ore 14 di domenica 2 dicembre 2018.
Chi fosse interessato a partecipare nella corsa o nella organizzazione dell’evento può contattare direttamente
Daniele Tonino al numero: 335 686 0169

Non siate timidi, dimostrate che solidarietà, passione e divertimento fanno parte del vostro DNA. Vi aspettiamo.

Il Consiglio direttivo del 16.10.2018 modifica diversi articoli del regolamento attività

Seduta intensa quella del Consiglio direttivo del 16 ottobre 2018 che, dopo lungo dibattito, ha approvato le seguenti modifiche normative agli articoli del regolamento attività 5, 16, 19, 60, 67. Inoltre è stato modificato il titolo dell’articolo 22. Sono stati creati due nuovi articoli: il 22 bis e il 23 bis. Queste le novità.

Iniziamo dalle novità.

L’art 22 bis indica i comportamenti da tenere nel caso di impianto sportivo sprovvisto di defibrillatore e/o di assenza di persona abilitata all’uso del defibrillatore. In questo articolo viene approfondito il tema.

A  seguito della nuova disciplina in materia di protezione dei dati (GDPR) – in vigore dal 25 maggio 2018 i in tutti i paesi della Comunità europea – e a seguito delle indicazioni dell’avvocato Claudio Nadalin a cui il Consiglio si è rivolto, il CD ha introdotto il nuovo articolo 23 bis. http://www.lcfc.it/normativa/?articolo=RA-23bis-20181019

Vediamo ora le modifiche apportate.

Regolamento attività art 5:  è stato modificato il comma B che ora prevede che la domanda d’iscrizione debba essere sottoscritta solo dal presidente dell’Associazione e consegnata dallo stesso alla LCFC unitamente all’informativa sui dati sulla privacy, eliminando l’obbligo di far sottoscrivere ai propri soci la lista della domanda di iscrizione. Il riflesso organizzativo è che,  da questa stagione,  il Presidente dell’associazione deve far firmare a tutti i propri soci il modello relativo all’informativa sul trattamento dei dati personali e conservarli tutti per l’intera stagione.  Per queste importanti informazioni vi invitiamo a leggere anche  il nuovo articolo 23 bis dedicato alla tutela dei dati personali. http://www.lcfc.it/normativa/?articolo=RA-23bis-20181019

Art. 16: la piccola variazione riguarda la parte (comma c 1 e 2 ) in cui si specifica come deve essere richiesto il  tesseramento di atleti e dirigenti. http://www.lcfc.it/normativa/?articolo=RA-16-20181019

Art. 19: questa modifica regala una bella novità alle associazioni visto che il costo del cartellino è stato diminuito da 3 a 1 euro. La scelta è dovuta al progetto di rendere telematica l’identificazione del partecipante a una gara. http://www.lcfc.it/normativa/?articolo=RA-19-20181019

Art. 22: l’introduzione di nuovi articoli in tema di tutele ha comportato la necessità di specificare nel titolo che la norma riguarda le visite mediche.

http://www.lcfc.it/normativa/?articolo=RA-22-20181019

http://www.lcfc.it/normativa/?articolo=RA-22bis-20181019

http://www.lcfc.it/normativa/?articolo=RA-23bis-20181019

 

Art. 60: la disciplina su anticipi, posticipi e recuperi ha sempre comportato la necessità di precisazioni. Sicuramente questo miglioramento non sarà l’ultimo, ma il Consiglio ritiene di aver specificato meglio le varie fattispecie.  http://www.lcfc.it/normativa/?articolo=RA-60-20181019

Art. 66:la piccola integrazione riguarda l’inserimento nella lista gara dell’indicazione della persona abilitata all’uso del defibrillatore. Tale argomento viene approfondito, come detto, in altro articolo. http://www.lcfc.it/normativa/?articolo=RA-66-20181019

Defibrillatore: come comportarsi

In relazione alle richieste di chiarimenti delle associazioni cerchiamo di spiegare in sintesi quelli che sono i diritti e doveri delle Associazioni in tema di defibrillatore.

Obbligo del defibrillatore inderogabile.

Norme di legge prevedono che le associazioni debbano assicurare per tutta la durata della gara la presenza di una persona abilitata all’uso di un defibrillatore, strumento che deve essere presente nell’impianto sportivo sempre per tutta la durata delle gara. Tale disciplina deve essere applicata su tutto il territorio nazionale senza deroghe e/o limitazioni. Ciò significa che non hanno valore eventuali norme di Associazioni, Enti, Federazioni che si propongano di affievolire detti obblighi normativi.

Posizione della LCFC

Con il nuovo articolo 23 bis del regolamento attività il Consiglio direttivo della LCFC ha inteso indicare i comportamenti da tenere in caso di mancanza di defibrillatore o di assenza di persona abilitata all’uso durante la gara.
Ma andiamo per gradi.
Per consentire alle associazioni di sapere se l’impianto sportivo è dotato di defibrillatore, è stato inserito nell’area personale di ogni associazione un apposito form, da compilare al momento dell’iscrizione, per specificare se l’impianto è dotato di defibrillatore.
Altro form consente di indicare chi dei propri soci è abilitato all’uso di defibrillatore e la scadenza della relativa abilitazione.
È opportuno ricordare che la non veritiera compilazione di tale form è sanzionabile ai sensi dell’art. 139 RD.
La LCFC ha ritenuto di non inserire nelle stagioni 2017/8 e 2018/9 disposizioni regolamentari che aggravino, da un punto di vista sportivo, gli obblighi di legge.
Ciò sta a significare in caso di mancanza di defibrillatore o di persona abilitata all’uso l’associazione prima nominata non potrà subire alcuna sanzione, come la perdita dalla gara.
Ma se l’associazione seconda nominata non intendesse disputare la gara a causa della mancanza di defibrillatore o di persona abilitata all’uso, lo può fare? Senz’altro si. Dovrà farlo presente all’arbitro che lo riporterà nel referto.
In tal caso la partita sarà da ripetere in una struttura sportiva dotata di defibrillatore, senza alcuna conseguenza per le squadre, se non quella a carico della prima nominata di pagare le spese di noleggio della struttura sportiva.
Consigliamo pertanto a tutte le associazioni di verificare prima dell’inizio della gara che ci sia un defibrillatore nell’impianto sportivo.

Squalifiche: nuove regole …niente panico

Molti di voi chiedono chiarimenti su come comportarsi a seguito delle novità introdotte dal nuovo art. 65 ter RA e dalla nuova lettera M dell’art. 43 RD.

Vediamo di far chiarezza e di tranquillizzare tutti.

Partiamo da un punto fermo e cioè dalla regola generale prevista dalla lettera A dell’art. 43 RD: “Tutte le decisioni disciplinari devono essere pubblicate sul Comunicato ufficiale, pena la loro nullità”.
Quindi se una squalifica non è pubblicata sul C.U. non esiste! Di conseguenza la stessa non deve essere scontata.

Se però la squalifica è pubblicata, la norma continua prevedendo che: “Tutti i provvedimenti disciplinari si ritengono conosciuti a far data dalla loro pubblicazione sul Comunicato ufficiale …”. La conseguenza è che i provvedimenti disciplinari si scontano dalle ore 00:01 del venerdì seguente alla pubblicazione del Comunicato.

Quindi nulla di diverso rispetto allo scorso anno!

La novità la abbiamo introdotta su vostra richiesta per semplificare la vostra attività di controllo. Da oggi se stampate la lista gara il giorno della partita potrete trovare scritto affianco al nominativo di un vostro giocatore la parola SQUALIFICATO.
Se non c’è scritto nulla potete farlo giocare perché la mancanza di tale scritta crea affidamento, come previsto dalle nuove norme.
Se invece c’è scritto SQUALIFICATO non lo farete giocare, sempre che la squalifica sia riportata sul C.U. Se però la squalifica non fosse pubblicata sul C.U. – e quindi l’atleta non fosse squalificato – potrete farlo giocare anche se affianco al suo nominativo fosse riportata la parola SQUALIFICATO, proprio in virtù della regola generale sopra riportata.

Riassumiamo: le situazioni possono essere due:
1.  Stampo la lista gara un giorno diverso da quello della gara. Cosa faccio? Mi comporto come lo scorso anno. Cioè verifico sul Comunicato e nella mia area personale se ho giocatori squalificati e non li faccio giocare.
2.  Stampo la lista gara il giorno della gara.
2.1. Cosa faccio se affianco al nominativo del giocatore NON c’è la parola SQUALIFICATO? Non mi preoccupo di nulla e lo faccio tranquillamente giocare. Non subirò alcuna conseguenza, dato che quanto c’è scritto nella lista fa affidamento a mio vantaggio.
2.2. Cosa faccio se affianco al nominativo del giocatore c’è la parola SQUALIFICATO, ma lo stesso non mi risulta che lo sia? Verifico sul Comunicato. Se il giocatore non è squalificato lo faccio giocare.

Ultima precisazione: dovete per forza stampare la lista gara il giorno della partita? NO!!!!!!! Se la stampate un altro giorno si applicherà le regola generale, nel senso che dovrete verificare cosa c’è scritto sul Comunicato.

TUTTO QUI!

Rallentamenti nei tesseramenti e problemi al sito

Tesseramenti: il tesseramento con la Libertas ha comportato l’adeguamento del programma gestionale ai flussi richiesti dalla Libertas per la trasmissione dei relativi dati. Sono sorti problemi imprevisti di compatibilità e di lettura di tali dati.

Problematiche sito: questa situazione di emergenza è stata aggravata da un attacco hacker che ha sfruttato alcune vulnerabilità del sito, rendendolo lento e instabile.

Ci scusiamo per i disagi creati e vi assicuriamo che ci stiamo impegnando per risolvere tali problematiche.
Confidiamo di rendere il sistema gestionale operativo e di recuperare la completa funzionalità del sito al più presto. 

Aperte le iscrizioni ai campionati 2018/9

Sono aperte le preiscrizioni ai campionati LCFC per la stagione 2018/9.
2 le novità: il campionato Area Pordenone e il 3 vs 3 nella gabbia!
Cliccando in alto a destra sul menu preiscrizione, oppure da questo indirizzo è possibile preiscrivere la propria squadra: http://iscrizioni.lcfc.it/preiscrizione
In caso di problemi nella preiscrizione, abbiamo creato questi 2 video che illustrano come procedere nella compilazione.
Tutorial per la preiscrizione di una nuova associazione
Tutorial per la preiscrizione di una associazione già iscritta a campionati passati

Tutte le norme di partecipazione ai vari campionati sono pubblicate qui.

Importanti modifiche normative

Come anticipato nel precedente articolo, il primo Consiglio direttivo del nuovo mandato di Daniele Tonino ha deliberato le modiche alla Normativa che entreranno in vigore la prossima stagione. Molte variazioni sono conseguenti alle proposte pervenute dalle associazioni negli incontri di inizio anno, altre vengono dal Consiglio e sono decisamente innovative.

Continua...

Grande novità, apre il campionato pordenonese Area PN

Grandi novità in casa Lega Calcio Friuli Collinare che annuncia l’apertura di un campionato della destra Tagliamento. Si chiamerà Area PN e vedrà impegnate circa 20 formazioni a cui potrebbero aggiungersi delle altre. Il campionato sarà presentato ufficialmente in occasione dell’Assemblea elettiva del 5 luglio. Ma andiamo con ordine.

Continua...

Iscrizione al Registro CONI

Comunicazione del Segretario Nazionale CSEN, Tommaso D’Aprile.

Come noto, dal 1° gennaio 2018 è attiva la nuova piattaforma di gestione del Registro. Dall’8 gennaio 2018 il legale rappresentante dell’associazione/società potrà procedere all’autenticazione registrando una nuova utenza mediante la compilazione del modulo di registrazione on line. Infatti, tutte le utenze attivate sul vecchio applicativo non sono più valide. Con la nuova utenza l’associazione/società potrà accedere alla sezione riservata.

All’indirizzo coni.it sono reperibili tutte le informazioni per l’iscrizione al Registro CONI; in particolare vi segnaliamo la guida per il nuovo programma informatico.

Gran premio LCFC e Trofeo fair play esalteranno i valori dell’amatoralità

L’11 ottobre 2017 il Consiglio direttivo della LCFC ha deliberato di eliminare ogni premiazione, eccetto quelle relative ai campionati, e prevedere due riconoscimenti: il Gran premio LCFC e il Trofeo fair play.
Abbiamo pensato di limitare i premi per richiamare la vostra attenzione su quei comportamenti che esprimo maggiormente i valori a cui il calcio amatoriale si richiama.

Gran premio LCFC
Nella società  del benessere si tende a dare per scontate molte cose, comprese quelle che si usano quotidianamente, e comportamenti, come gesti di civiltà o di solidarietà. Questo atteggiamento non ci consente di apprezzare quello che sta intorno a noi e di dare il giusto risalto a quello di cui godiamo.
Con questo premio vogliamo esaltare ciò che non appare, ma che è importante per noi e per il nostro mondo, in particolare se va a beneficio della collettività.
Sarà il premio più importante per la LCFC, dato che ci permetterà di evidenziare esempi di valore.
Il premio sarà particolare perché darà la possibilità al premiato di individuare, nel rispetto del principio di solidarietà, il destinatario della somma che la LCFC mette a disposizione annualmente per fini di beneficenza. L’entità della somma sarà indicata dal Consiglio direttivo in occasione della Assemblea. In tale sede il premiato sceglierà il beneficiario o i beneficiari nell’ambito di ONLUS che si distinguano nel territorio regionale nel campo della solidarietà sociale. La somma verrà versata direttamente dalla LCFC che sarà tenuta a indicare la persona che ha fatto la segnalazione, precisando le motivazioni

Trofeo fair play
Lo scopo del premio è quello di portare nel mondo del calcio i valori dello sport.
Detto così pare un paradosso, ma non lo è: purtroppo ogni giorno il calcio, soprattutto quello professionistico, propone esempi che nulla hanno a che vedere con i principi della lealtà sportiva, i media creano tensioni tramite moviole e polemiche, le curve degli stadi esprimono con violenza il disprezzo dell’avversario, i giocatori non trovano alcun imbarazzo a irridere gli avversari, i dirigenti preferiscono attribuire agli arbitri le responsabilità dei loro errori.
Il rischio che tali comportamenti entrino a far parte del nostro mondo è costante e ci preoccupa.
Con questo premio vogliamo sottolineare la diversità dello sport amatoriale, ma anche promuovere il gioco leale e senza esasperazione, caratterizzato dal rispetto dell’avversario, dalla capacità di ammettere i propri errori e accettare quegli degli altri.
Sarà premiato chi durante l’anno avrà tenuto un comportamento particolarmente improntato a questi riferimenti.
Il premio consisterà in un capo d’abbigliamento sportivo di pregio.

Come segnalare i comportamenti meritevoli per entrambi i premi.
I gesti di rilevo per entrambi i riconoscimenti potranno essere segnalati inviando una email a [email protected].
Tali gesti verranno quindi sottoposti al Consiglio direttivo ai fini dell’aggiudicazione del Gran premio LCFC e del Trofeo fair play.
Il premio e il trofeo verranno assegnati in occasione dell’assemblea di fine stagione.

Iniziativa benefica della LCFC in favore delle popolazioni terremotate del centro Italia

Come comunicato dal Presidente Daniele Tonino in occasione dell’assemblea del 28 settembre 2017, la Lega Calcio Friuli Collinare ha donato al Comune di Norcia beni per il valore di € 4.875,71.

Le seguenti immagini riportano il risalto dato all’iniziativa dalla stampa locale.

Resta ancora da consegnare in beneficenza la somma di € 4235,95,  residuata da quella totale raccolta di € 9.111,66.

 

Resta ancora da consegnare in beneficenza la somma di € 4235,95,  residuata da quella totale raccolta di € 9.111,66.

 

 

Assemblea della LCFC del 28 settembre 2017

L’assemblea della LCFC si è tenuta nel nuovissimo auditorium di Povoletto. Grande il colpo d’occhio della sala, stracolma dei 208 rappresentanti degli arbitri e delle associazioni, oltre ai molti altri soci, come si può vedere nella galleria fotografica.

Dopo la relazione del presidente Tonino, hanno portato i saluti degli enti rappresentati l’assessore regionale Gianni Torrenti, l’assessore della Provincia di Udine Beppino Govetto, Alessandro Talotti segretario del CONI Regionale e l’assessore del Comune di Povoletto Valentina Bernardinis.

Le autorità presenti hanno premiato i giocatori e gli arbitri che si sono distinti durante la scorsa stagione (qui potete leggere i loro nomi).
Sono seguiti i lavori dell’Assemblea, il cui verbale potete leggere in questa pagina.

Pettoello ha poi presentato le grandi novità informatiche della LCFC: la normativa on line che è consultabile dal nuovo sito e dall’app, le designazioni automatiche e la nuova funzione, al momento sperimentale, che consentirà alle squadre di conoscere i tesserati squalificati della propria associazione e quelli del proprio girone. Tali miglioramenti saranno utilissimi e funzionali strumenti per tutti i nostri soci.

Infine è stato premiato per il gesto di fair play premia Luca Greatti dello STU Fagagna.

Ha concluso l’interessante serata il presidente Tonino, augurando un buon campionato a tutti.