Carnico: Ter.Ca.L fa l’impresa, il Paularo c’è

Prima di ritorno per il campionato Carnico e in Eccellenza la capolista Real Tolmezzo continua il suo momento di flessione, non trovando la vittoria per la terza gara consecutiva: 1-1 il finale nella sfida di alta classifica contro l’Arta Terme, reti di Giorgio Petterin e  Federico Lirussi. Non si lascia sfuggire la ghiotta occasione per rosicchiare un altro punto alla lepre del girone il Paularo, ora al secondo posto a pari punti proprio con l’Arta Terme: buona prestazione di Thomas Cimenti, decisivo con la sua doppietta nel 2-4 finale all’Ibligine. 2-2 invece il finale della gara tra un Malborghettone costantemente in crescita e i campioni in carica del Rigolato: il tabellino riporta i nomi di David Grilz e Roberto Mazzatinta per i locali, Gabriele Candido e Paolo Nieddu per gli ospiti. Finisce con lo stesso risultato la sfida tra due squadre attualmente immischiate nella zona bassa della classifica come Tilly’s Pub Sutrio e Amatori Verzegnis, un punto a testa che mantiene la classifica molto corta. Dimostrano un buonissimo stato di forma i ragazzi del Betania, andati a segno ben quattro volte contro i malcapitati Sclapeciocs attualmente all’ultimo posto della classifica ma attaccati con i denti al trenino davanti: la coppia del gol Gabriele ScarsiniStefano Vidoni ancora sugli scudi, due reti a testa.

Impresona Ter.Ca.L! Un gol di Devis Solerti permette infatti alla sua squadra di sbancare il campo della capolista Celtic Scluse, riaprendo così di fatto ogni discorso riguardante la vetta della classifica dove ora si trova anche la Dognese. Simone Francesco Ballarini e compagni hanno trovato infatti il punto che serviva per balzare in vetta sul campo dell’Atletico Bancone, a sua volta sul terzo gradino del podio e a un solo punto di distanza dalla coppia di vetta.  Cerca di non perdere terreno dalle zone nobili anche l’SPQR, non lasciando scampo ai Preone Becs trafitti per ben quattro volte: a segno Bruno Marra, Massimo Quaglia e Damiano Soncin (2). Donato Gervasi a secco ma i Nolas e Lops riescono comunque a superare l’Ampezzo per 3-1 sul proprio campo, reti di Massimo Fachin, Tiziano Picco e Oscar Ruggia. Tentativo roboante di riagganciare il treno di testa del Socchieve con il 4-1 al Davar e un Alan Verona ancora man of the match che si porta a casa il pallone della gara grazie alla sua tripletta. Partita ricca di emozioni tra Crots e Muec: gli ospiti l’hanno spuntata per 2-3 rischiando alla fine di farsi rimontare addirittura un triplo vantaggio. Queste le parole di Ivan Gallizia: “Nel primo tempo siamo andati in vantaggio grazie a Guenzi, tiro dal limite dell’area che ha baciato il palo e si è insaccato. Abbiamo poi sofferto e i nostri avversari hanno avuto alcune possibilità per pareggiare, neutralizzate dal nostro portiere. Qualche attimo di nervosismo alla fine della prima frazione. Nel secondo tempo siamo volati sullo 0-3 con la doppietta di Giorgio Moro prima di avere un inspiegabile blackout: 1-3 e 2-3, Crots in avanti nel finale ma siamo fortunatamente riusciti a resistere“. Gli fa eco il mister locale Alberto Dorigo: “Analisi perfetta. Mi preme sottolineare la bella azione corale che ci ha portati sull’1-3: Di Lena è riuscito a scartare anche il portiere prima di insaccare su assist di Puntel, a sua volta ben servito da Englaro. Bellissimo anche il 2-3 di Sabbatini, gran tiro da fuori“.

Print Friendly, PDF & Email