Bortolussi, linfa per i Troncos

Nel calcio a 5 un giocatore può fare la differenza? E’ vero che se non è supportato da un collettivo che ne protegge le gesta e che lo supporta il suo talento perde la sua efficacia?  Domande che nascono spontanee dopo che in questo turno, il secondo di campionato, molti giocatori dotati di talento e classe, hanno ottenuto grandi performance e contribuito in modo determinante  alle fortune delle squadre di appartenenza.I Troncos, ad esempio,  sono una delle formazioni che sfruttano al meglio  la verve del suo uomo di punta  e grazie a uno straripante Jonny Bortolussi, autore di 5 reti, e al timbro di Mauro Dri, abbattono  le resistenze di un mai domo Mima Sporting trovando, solitari, la testa della classifica. Ma la partita è stata combattuta e il risultato finale (4 a 6)  lo dimostra. La  Mima Sporting può schierare giocatori di classe ed esperienza, realizza due doppiette con Alessandro Cuzzolin e e Tutti Franco, due giocatori anche in passato prolifici sotto rete, ma paga una minore freschezza atletica rispetto alla compagine di Martignacco, sempre pronta a gestire le ripartenze con grande efficacia. Siamo solo alla seconda giornata per cui nulla è perduto per la Mima di capitan Ivan Di Giusto che deve solo trovare le giuste misure per affrontare un torneo che si preannuncia molto combattuto, mentre per i Troncos due punti che certificano le ambizioni dei ragazzi di mister Tiziano Bittolo.

In tabellone c’era anche un big match, quello tra la rivelazione Stappo e la quotata Prost in uno scontro, per caratura tecnica, definito tra titani. Lo racconta il locale Alessandro Fabbro: “termina 5 a 5 la partita fra Stappo e Prost, una partita dura, maschia, tirata fino all’ultimo secondo. Stappo in vantaggio dopo 1 secondo per poi allungare fine al 3 a 0. La partita sembrava in discesa per i locali, invece il Prost reagisce e, fra un tira e molla di reti, a 4 minuti dalla fine si trova in vantaggio 5 a 4.  Il pareggio arriva a 2 minuti dalla fine grazie a  Stefano Tavaris, e sul match cala il sipario . La sfida si può leggere, in sintesi, cosi’:  troppi individualismi fra le fila dello Stappo, molto più squadra la Prost. Come detto partita dura, ma al fischio finale , una stretta di mano e amici come prima”. Da segnalare tra le fila di casa anche i sigilli di Federico Carducci, tripletta che permette di mantenere la testa della classifica cannonieri, e il gol di Stefano di Benedetto. Sul fronte opposto quaterna per Alberto Lorenzoni, uno che nei campionati di calcio a 5 segna sempre, e timbro per Cristian Bianchin .

Esordio positivo per la Bild che passa sul terreno di un Santa Maria c5, a segno con Giampoalo Milocco e Giuliano Tessaro, costrett però ad inchinarsi alle bordate di Matteo Benedetti, quattro gol il suo score personale, e Carlo Ceppa. Rialza la testa l’Over Manzignel capace, tra le mura amiche, di mandare al tappeto un Abramo Impianti che ha lottato cercando di rimanere in partita  grazie ai gol di Giorgio Biancuzzi e Marino Blason, ma è crollato sotto i “diretti” Paravano Edi (2), Francesco Disnan(2) e Ivan Costantini. Un 5 a 2 che ridà morale alla formazione di capitan  David Lestuzzi, una di quelle squadre  che agli inizi di stagione era tra le accreditate per la corsa al titolo.

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
css.php