Bibione e Colugna a tutto gas

 

 

Riecco la Pol. Bibione. Vincendo a San Vito al Tagliamento inguaia il Milan Club, ma in virtù dell’inaspettato pareggio del Bressa  in casa dell’Edilquattro, lo raggiunge sulla vetta.  Il gir è A, anche grazie alle vittorie del Drink Team sul Sette Sorelle, Tino(2) e Zanutto, e dello Sclaunicco sulla Fenice, rimane avvincente. Anche in coda dove rischiano di venire risucchiati nelle sabbie mobili anche squadre come Biauzzo e La Fenice. Nel gruppo B cade a sorpresa la seconda forza, il Merce Rara. I monfalconesi devono abdicare innanzi al gol di Donda che regala al Romans D’Isonzo la terza vittoria stagionale.  Ha rischiato grosso anche la capolista che acciuffa il pareggio a tempo scaduto dopo che il Farra, affamato di punti, l’aveva messa in crisi. Finisce 3 a 3 con reti locali di Tonetti(2) e Medeot a cui hanno replicato Orso, Morettin e D’Odorico. Nel terzo plotone il risultato più importante è della pizz. Moby Dich, capace di aggiudicarsi lo scontro salvezza contro il Pingalongalong dopo il sigillo pesantissimo di Raiola. Si riapre lo scenario in vetta: L’Ittica Udinese fa cadere nella sua rete la seconda forza, il Drag Store, colpito da Miranda, e la corsa si rianima. Colugna, anche se faticando,  vince sul Ciconicco, mette la freccia e ritorna in vetta, mentre la Pol. Valtramontina, corsara sul campo degli Anni 80 con il solito Gambon(2) e Crovatto, aggancia la seconda fila. Se la Savognese, 1-0 in casa dei Blues) ha decisamente fatto capire che il discorso promozione (gruppo D) la interessa, c’è incertezza su chi occuperà la seconda piazza utile. Anche perché chi vè è seduto, il Racchiuso, ha perso lo scontro con il Montenars  permettendo agli ospiti di dimezzare i quattro punti di vantaggio. Rientrano in gioco anche i Gunners, alla seconda vittoria consecutiva, e lesti a  violare un terreno ostico come quello di Carpacco.  Il team di Chiandetti, il cui calendario prevede ancora scontri con Savognese e Racchiuso, potrebbe cambiare l’inerzia della volata promozione.

Nel primo raggruppamento della Terza Categoria bell’impresa del Dream Team che costringe la capolista Axo alla divisione della posta. La classifica però non muta: impattano il big match Mai@letto Gemona e Braulins con i gemonesi che riescono a solidificare la seconda piazza. Gli Sclapeciocs, che inizialmente avevano fatto percepire la loro sete di promozione, ritrovano la forza per siglare tre reti (Quattrini, Collavini e Del Fabbro) e violare il rettangolo del Collerumiz. Non gira per il verso giusto al Fancy Club, sconfitto in casa da un Campagna lanciato verso la corsa promozione (B). >>Ancora un passo falso per il Fancy, racconta Federico Soresi –  che complici alcune importanti assenze, sembra aver perso la brillantezza di qualche settimana fa. La partita si mette presto bene per il Campagna, che nei primi minuti riesce a passare in vantaggio sfruttando al meglio un errore difensivo degli avversari con Cavallo. Poi gli ospiti controllano la reazione locale, fatta soprattutto di ripartenze vivaci ma infruttuose, e la gara si chiude senza ulteriori sussulti>>. Fa notizia il pareggio della capolista Valmeduna, fermata sul 2-2 dal Cisterna, in una giornata dove continua la corsa verso la meta l’Orzano: la rete di Cibert basta a stendere il Treppo Grande.  Nel gir C continua la marcia trionfale del Risano che con una prova di carattere espugna il campo del Carioca. >>Onore al Risano – chiosa un dirigente locale – che, ormai prossimo alla promozione, ha dimostrato di essere un gradino sopra alle altre squadre per solidità e compattezza, ma anche per opportunismo. Sugli scudi bomber Dorigo che segna una doppietta, alimentata anche dalla rete di Fedele>>. Alle spalle del Risano impattano il big match Lovariangeles e Gonars con i primi che, respingendo l’assalto della terza forza, rimangono in seconda fila. Pare sia l’annata del Gorizia, capolista del gir D. Lo si nota anche dall’evolversi di alcune gare, una delle quali quella con un coriaceo Gradisca. Finisce 2 a 0 per i locali con gli isontini che siglano in avvio con Grassi, soffrono il ritorno degli ospiti, ma nella ripresa chiudono la sfida con il raddoppio di Marconi. Se il Real Sella pare ormai irraggiungibile, nel gruppo E la lotta per il secondo posto potrebbe essere a quattro: San Marco Iutizzo, Atl. Pertegada e Belfiore già protagoniste, con possibile inserimento del Gruaro, squadra che tiene ancora in serbo qualche gara di recupero per alimentare il sogno.   

 

Pubblicato anche su Tremila Sport il 23/03/2012

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Leave a Reply

Devi essere loggato per inserire un commento

css.php