Artegna alla prova del nove

 

E’ un team  da considerarsi un pioniere del campionato amatori di calcio a 5. Sposò immediatamente l’idea di questa nuova manifestazione, traslocò dal Friuli Collinare c5 e subito trovò soddisfazione vincendo la prima edizione. Zona podio anche nella seconda, dove concluse al terzo posto. Una squadra che ha sempre avuto grandi giocatori d’attacco a cominciare da Giovanni Bianchi, per due anni consecutivamente capocannoniere del campionato, fino ad arrivare ad oggi dove può contare su un interprete come Favero Valeri.  Arrivati a oggi la situazione è leggermente cambiata. Nonostante la passione rimanga immutata, l’età avanza, i primi acciacchi si fanno sentire, rendendo l’Artegna c5, una formazione che per trovare i risultati iniziali deve faticare e impegnarsi  di più. L’organico è dotato di  buona caratura tecnica, l’esperienza maturata sui parquè in questi anni discreta: questo aiuta i blu di Artegna a superare i momenti di crisi, come quelli vissuti qualche settimana fa. >> Dopo una prima fase giocata alla grande, causa infortuni e assenze per altri motivi (in squadra abbiamo più di un giramondo che ci costringono a rivedere i convocati), nelle ultime ¾ gare abbiamo sofferto – racconta Loris Pugliese. Per fortuna avevamo messo in cascina punti per i periodi di magra per cui, nonostante molte defezioni, abbiamo stretto i denti e scesi in campo tranquilli, senza patemi.  Quest’anno, pur esprimendo un buon calcetto, fatichiamo a finalizzare, pagando spesso l’assenza di un giocatore come Favero Valeri, costretto da acciacchi fisici a centellinare le sue presenze. La pausa pasquale però cade a fagiolo. Ci consente di recuperare gli infortunati per ripresentarci con tutti gli effettivi nel girone finale, quello che conta, quello che ti da la possibilità di accedere alla volata scudetto.  L’obiettivo è cercare di centrare le semifinali. Non sarà facile ma ci proveremo>>. Effettivamente il girone in cui sono inclusi i blu di Artegna non si presenta certamente facile con antagoniste come Pizz. Al Baffo e Rivignanense, tanto per fare qualche nome. Insomma ogni partita sarà un piccola finale. In bocca al lupo Artegna!

 

Pubblicato anche su Tremila Sport del 06/04/2012

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Leave a Reply

Devi essere loggato per inserire un commento

css.php