Ancora Miani. Attenti al San Vito

 

La fotografia di giornata è nitida: racconta che dietro al missile Thermokey c’è qualche squadra che prova, anche se a debita distanza, a rimanere in scia: Latteria Tricesimo Corno calcio e Ziracco. I primi compiono l’impresa di giornata: fermare sul punteggio ad occhiali proprio la capolista Thermokey non è da poco. L’hanno fatto con una tattica attendista, chiudendosi bene, pronti a grandi ripartenze. E la tattica trapattoniana ha pagato. Per contro i ragazzi di Fabrizio Battaglia hanno provato a vincere, ma una traversa e un paio di occasioni sciupate, li hanno costretti a lasciare il primo punto per strada. Si avventa come un falco sulla seconda fila anche il Corno dopo il bliz in casa di una Climassistance, a rete con Cavassi, castigata pesantemente da Cocetta, Burlon e Jermanis. Ed ora il team del presidentissimo Tondon comincia a crederci.  Così come rivaluta le sue potenzialità lo Ziracco. Partito in sordina ora sta ritrovando stimoli ed entusiasmi, grazie anche al suo profeta  Miani, in gran forma e  alla seconda doppietta consecutiva. Vittima un Jalmicco in crisi che non riesce a trovare lo scatto vincente ma che, giustamente non si demoralizza.  Il campionato può ancora cambiare faccia visto che, davanti a loro, pochi  accelerano e   Amaranto e Sedils (1-1), sono ancora nel mirino.  SOS Putiferio conferma la sua voglia di diventare grande fermando sul pareggio un Flaibano che ancora stenta a mettere in mostra le sue grandi qualità. Equilibrio anche tra Cargnacco e San Lorenzo, sfida che ha visto prevalere le difese. Prima categoria: Lievitano  le quotazioni dei Warriors: i guerrieri, dopo una gara pirotecnica e condita da 7 reti  hanno la meglio su un Campeglio, sempre in partita,  che ha dovuto cedere solo nel finale su una azione, per altro contestata con Peressutti che batte una  punizione “veloce”per  Proietti che sigla il gol pesante (4-3 il finale). Se le doppiette di Lancerotto e Proietti ridanno entusiasmo ai ragazzi di Marco Tell , non deve abbattersi il Campeglio: a rete Con Paluzzano, Cudicio, Qualizza ha dimostrato di avere le carte in regola per rimanere in alto. Secondo pareggio consecutivo per la lepre  Gunners, 0-0 ad Adorgnano, mentre Dignano rientra in quota facendo proprio l’emozionante, grazie alla magica punizione di D’Amato e all’errore ospite dal dischetto a tempo scaduto,  emozionante derby con il Valcosa. SS463 e Majano impattano e rimangono in zona promozione. Rientra in gioco anche la CoopCa: le marcature di Di Lena(2) e Durigon piegano le resistenze di una Pizz Le valli a segno con Rucchin e Laharnar. Nel girone B il San Vito al Torre si dimostra ancora una volta bestia nera del Caffe Colonna, superato dalle prodezze di Angelo Simeon, autore della doppietta vincente. Dopo una partenza in sordina la squadra di mister Dionisio Bergamin sta riprendendo quota.  Il terzo risultato utile consecutivo ( vittoria con Fortezza e Caffe Colonna intramezzata dal  pareggio contro il Tre Fontane) dimostra l’attuale, ottimo, stato di salute. >> Abbiamo capito che la Prima categoria ci calza a pennello – racconta Simone Cecchin –  per cui l’obiettivo è disputare un buon campionato cercando di toglierci qualche soddisfazione. Ci stiamo riuscendo anche grazie a un Diego Cettolo in grande spolvero; forse gli fa bene la concorrenza di altri due portieri come Marco Cosatto e Messarelli Lorenzo, oltre  ai metronomi del  centrocampo Daniele Manfrin e Cristian Gratton. All’ossatura, rimasta pressoché intatta si sono aggiunti  Vidon Francesco, Tiziano Carlin, e Armando Gallizia. E’  ritornato invece  Angelo Simeon. Mister Bergamin, da quest’anno aiutato anche da Luciano Serpi, appena rientrato da una missione in Afghanistan, ha quindi a disposizione una rosa interessante che può essere adattata a giocare con più moduli. E lui lo sa, tanto che, dopo la falsa partenza con il  4-4-2 è ritornato a un più congeniale 3-4-3>>.  Riecco il Torsa: Zoccalan (2) e Pestrin i moschettieri di una squadra che, sul campo del Tre Fontane, ha ritrovato una sua identità. Ora i conti si dovranno fare anche con i rossoblu del presidente Marello. Ma il girone è vivo: le vittorie della Fortezza, Maurig(2) e Tuzi, sugli Atti Impuri, e del Carlino sul Nobile Impianti, fanno diventare incandescente la vetta. Li, a respirare il profumo, del primato troviamo ancora il Flumignano, uscito indenne dal campo della Rott Ferr (2-2 ).

 Pubblicato anche su Tremila Sport del 18/11/2011 

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Leave a Reply

Devi essere loggato per inserire un commento