Al vantaggio del San Lorenzo risponde il Sedilis. Risultato: classifica invariata

 

 

Cari amici e soprattutto amiche un caloroso buongiorno e buon inizio settimana a tutti…..
Week end appena trascorso che ha visto i nostri eroi impegnati nella difficile trasferta in terra manzanese, punti pesanti come il piombo in palio questa sera tra due compagini praticamente appaiate in classifica generale…
Gara che vede il dream team di casa nostra impegnato contro un San Lorenzo assetato di vittoria, ma contro il Sedilis anche se acciaccato come in queste prime due gare del ritorno, il risultato non deve essere mai scontato…..E RIBADISCO MAI!!!!!! ………..
Serata umida ma non fredda, terreno di giuoco in buone condizioni, Sedilis che arriva sul rettangolo di gioco come sempre in abbondante anticipo, si ride si scherza e si guarda una squadra di Juniores che fa allenamento,calciano corrono come matti, si scherza su ripensando a quando anche noi eravamo giovani come loro……..poi ci viene comunicato che la squadra in questione sono proprio gli Amatori San Lorenzo…….azz……..e no a ridi e scherzà……..spirito amatoriale inside……
Defezioni dell’ultima ora , obbligano Mister Ferguson Ermacora  quasi disegnare una formazione obbligata, 14 elementi effettivi questa sera a disposizione del talentuoso trainer gialloverde.
Si diceva, umore a mille in casa ramarri senza motivo apparente, i ranghi ridotti di questa sera fanno sì che la squadra che scenderà in campo sia così composta:
esordio stagionale per il portierone nostrano Canciani, reduce da molti infortuni più o meno constatati, difesa a tre classica con gli ormai invalicabili Fabretti, ottima la sua gara, Cossettini, NA’ BESTIA,  e il solito direttore di reparto Grassi, leggermente polemico questa sera , mediana a 5 con Baio Baiutti che gestisce e sgroppa lungo la zona sinistra, Centralmente un Vattolo coaudiuvato dai Fratelli Nazionalpopolari Tubetti, esperti di Latino Americano, gestiscono assieme lo snodo nevralgico del gioco ramarrico, fascia destra a disposizione delle sfuriate di Arold Arnoldo, punteri più di nome che di fatto Manzocco e il rientrante Sandrone Capitan, alias Il Gneur  del Torrente Lagna…ce squadre ……
A disposizione , seduti belli comodi in panca, questa sera ci sono il capitano storico Treppo, il famoso Assaloni in veste di allenatore giocatore ed il rockettaro Scream……..look da punk per questa sera per lui….

Pronti via, la fredda cronaca…….
fischio di inizio a cura di uno poco concentrato ahimè direttore di gara, e subito si capisce che tipo di partita sarà, con i locali che forti fisicamente anche per il molto riscaldamento eseguito nel pre gara, partono a spron battuto ma l’ esperienza degli ospiti rende le folate locali un leggero venticello primaverile, le azioni sono si tambureggianti ma mai pericolose…….
neanche finito di dire e arriva il vantaggio dei locali, viziato anzi straviziato da un fallo di mani evidentissimo non rilevato purtroppo solamente dal direttore di gara, che lascia libero il bomber locale Lugnan a tu per tu con Canciani che nulla può e deve raccogliere la sfera in fondo al sacco….
1 a 0 e palla al centro……tutti i tifosi presenti sugli spalti, tra cui il Vulcanico a dir poco Cimenti, nascosto tra la folla per non dare nell’occhio ma riconoscibile per la capigliatura in perfetto stile hollywodiano, si aspettano un crollo fisico principalmente e poi mentale dei boys di Ermacora, ed invece i giovanotti vanno vicino al pareggio con un azione scoppiettante di Capitan, che va via in velocità al proprio marcatore, sembrava di vedere una Ferrari alle prese con un sorpasso ad una Y10, però al momento del tiro arriva scarico emotivamente e mette a lato….bella azione ma nulla di fatto….e come spesso accade in questo giuco….gol sbargliato gol preso ….su mancata uscita del n°1 ospite, si innesca una serie di rimpalli rocamboleschi vicono alla linea di porta, E SI PIDADE DOT CE CHE SI MOF……….Canciani compreso….ma la palla decide di stare dalla parte dei ramarri e con un Fabretti attentissimo sventa per ben 2 volte sulla linea prima di allontanare definitivamente la sfera, poi trovata a San Giovanni al Natisone…….pericolo scampato…..ma ce pore……..
Queste le azioni diciamo salienti della prima frazione, sostanzialmente i locali hanno dominato sotto il piano fisico decisamente, ma il gioco latita in casa San Lorenzo, e l’ esperienza insegna che queste gare vanno chiuse il prima possibile….e poi di fronte questa sera c’è il Sedilis mica una squadra qualunque………
Compagini alla pausa sull 1 a 0………thè caldo e umore comunque alto in casa Sedilis, si spera di portare a casa comunque un punto….FATTIBILE…..
Come sempre accade, sugli spalti e più precisamente nel chiosco, si consumano gemellaggi mai pensati prima……….
Ripresa delle ostilità e qualcosa cambia in campo, il pallino del gioco non è più a pannaggio dei locali, come la prima frazione, il Sedilis cerca di giocare ma senza rendersi pericoloso, idem il San Lorenzo, bel vedere ma poco concreto sinceramente, con un Cossettini che annienta il bomber locale Lugnan, e l unico chiamiamolo sussulto arriva su un fuorigioco a dir poco evidente non viene rilevato dal direttore di gara che fa in modo che il San Lorenzo si presenti a tu per tu con Canciani…….ma un Grassi in formato Usain Bolt…che da centrocampo inveiva contro l arbitro…….abbozza uno scatto ,quanto basta per eseguire un recupero a dir poco prodigioso, concluso con un tackle in scivolata che anticipa la conclusione probabilmente fatale dei locali e spedisce la palla in corner……..naturalmente segue cartellino giallo per il buon Grassi causa PROTESTE…….ma dulà…………pericolo scampato anche questo giro…….
Girandole di cambi per le due squadre e gara che si aviia alla conclusione quando…….e ribadisco quando…….un colpo di coda dei boys mai domi di mister Ermacora e succede l’imprevedibile…….scocca il minuto 84 esimo…….pieno recupero decisamente ….e su un lancio CHIAMATO LANCIO DELL’ARREMBAGGIO….Tubetti giovane (hihihihi) scatta sul limite dell area locale, esternamente, e con una giravolta su piede perno, alla Kobe Bryant ecco…., riesce a liberarsi del marcatore che ingenuamente lo stende……..le parole di Screm sussurrate dolcemente all’orecchio del direttore di gara un paio di muniti prima, fanno si che il referee conceda la massima punizione……RIGORE RAGAZZI RIGORE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Sul dischetto si presenta il cecchino Grassi, che da queste parti anni fa proprio con un penalty ha abbattuato due rami e quasi rotto un parabrezza….ma stasera il nostro eroe è glaciale, palla sul dischetto …..passano secondi interminabili ed arriva il fischio…..Grassi scruta l orizzonte e con un tiro dei suoi spiazza in maniera inequivocabile il portiere locale che nulla può e deve chinarsi in fondo al sacco……
1 a 1 palla al centro e fischio finale…..Ragazzi che emozione pareggiare in questo modo…Ragazzi che Iceberg questo Grassi……..
Bene cari amici la gara è finita e tutti negli spogliatoi felici e contenti…..Euforia gialloverde che sprizza da tutti i pori…..in doccia i ragazzi del boss Cimenti si godono questo meritato pareggioe si palpucciano tra di loro scherzosamente…..(questo si chiama FARE SPOGLIATOIO..)  e si proiettano già con la mente in quel di Ziraccco…….
Complimenti a tutti i ragazzi per l ottimo punto concquistato e per la partecipazione post gara alla pastasciutta organizzata dal nostro amato Bicio in quel del Mulino di Reana……..da sottolineare che il burrascoso Screm è l unico che si è scatenato in danze caraibiche…….FANTASTIC MAN…..
Giovani è venuto il momento di salutarci…ci si vede a Ziracco……
Grazie di cuore a tutti i nostri fans….

 

Manuel Grassi

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Leave a Reply

Devi essere loggato per inserire un commento

css.php